Come sturare uno scarico con aceto e bicarbonato

1/5 – Introduzione

Durante le faccende di casa possono capitare diversi, fastidiosi inconvenienti. Per esempio aver uno scarico otturato può diventare un problema se non si hanno gli strumenti giusti per sturare le tubature. Fortunatamente, però, ci si può “arrangiare” con prodotti naturali reperibili dalla propria dispensa. L’aceto, per esempio, non è solo un ottimo condimento. È anche capace di facilitare la discesa dei residui lungo lo scarico. E insieme al bicarbonato di sodio forma un’accoppiata vincente. Vediamo come sturare lo scarico con questi due ingredienti.

2/5 Occorrente

  • 1 tazza di aceto
  • 1 tazza di bicarbonato di sodio
  • 1 lt di acqua bollente

3/5 – Acquistare i due ingredienti

Sia l’aceto sia il bicarbonato sono ingredienti che molti di noi hanno già in casa. Entrambi hanno più usi, in cucina come nelle pulizie e nell’igiene della casa. L’aceto ha il potere di eliminare gli odori e rendere le superfici più brillanti. Il bicarbonato può fare altrettanto e agire come un ottimo sgrassante. In cucina, il bicarbonato può agevolare il processo di lievitazione degli impasti. L’aceto, come ben sappiamo, è parte integrante di tantissime ricette. Ma questi due elementi insieme possono davvero liberare in modo impeccabile uno scarico. E basterà davvero poco per riuscirci. Un metodo più economico e salutare dei potenti gel artificiali, potenzialmente pericolosi.

4/5 – Preparare l’occorrente

Per prima cosa, portiamo a bollore un litro d’acqua. Il liquido caldo, infatti, faciliterà la rimozione dell’ingorgo, ma dovrà essere versato solo alla fine. Nel frattempo prepariamo bicarbonato e aceto. Riempiamo due tazze da tè di uguale capacità, una con bicarbonato e una con aceto. Versiamo nello scarico la tazza di bicarbonato e, subito dopo, quella di aceto. I due elementi, insieme, creeranno una reazione chimica che permetterà ai residui di scivolare via più facilmente. Dovremo attendere almeno 5 minuti perché tale reazione sortisca il suo effetto.

5/5 – Liberare lo scarico

Come ultimo passaggio ci servirà l’acqua bollente. Quando inizierà a bollire, spegniamo il fornello e prendiamo la pentola. Versiamo il suo contenuto nello scarico, in modo che l’acqua agevoli la discesa dei detriti. Dovremmo notare un immediato miglioramento della situazione. Per i casi più ostinati potremmo dover ripetere la procedura più volte. Ma nei casi più comuni saranno sufficienti una o due applicazioni per sturare del tutto uno scarico. Possiamo usare questo metodo per qualunque tipo di scarico, in cucina o in bagno.

Alcuni link che potrebbero esserti utili

Riproduzione riservata