1/6 – Introduzione

Le siepi di alloro sono estremamente popolari in Italia perché sono una pianta sempreverde che è relativamente facile da curare. Sono felici di crescere all’ombra, durante la stagione fredda e anche in terreni argillosi pesanti. Elemento importante dal punto di vista estetico in un giardino può essere proprio la siepe. Questa può fungere anche da recinto. Esistono vari tipi di siepi e ognuno di essi va trattato in un modo specifico. Le siepi di lauro sono spesso forniti come campioni a radice nuda, che di solito sono poco costosi. Tuttavia, le piante cresciute in vaso sono ugualmente adatti, ma costano un po ‘di più. Evergreens, in particolare, sono spesso venduti come radice-avvolto, dove le radici sono in un pallone terreno contenuta da un involucro di tessuto. Questo involucro deve essere rimosso, se è di fibra sintetica, ma involucri fibre naturali sono talvolta lasciato sul. La rimozione di avvolgimento è ancora raccomandato, però. Ecco come piantare la siepe di Lauro.

2/6 Occorrente

  • Cesoie
  • Forbici da giardinaggio
  • Guanti
  • Pala

3/6 – Rimuovere l’erbaccia

Se trasferisci la tua siepe di alloro da una pentola o un contenitore a un’aiuola, puoi piantarla in qualsiasi periodo dell’anno. Tuttavia, per i risultati migliori e più rapidi, dovresti provare a piantare la siepe intorno a metà autunno. Questo gli darà abbastanza tempo per sviluppare le sue radici prima della primavera / estate, quando il clima è molto secco. Quando viene piantata per la prima volta, la tua siepe di alloro richiederà molta annaffiatura (a meno che non piova molto frequentemente), in particolare durante la stagione di massima crescita da marzo a ottobre. Nnanzitutto cancella l’area in cui stai andando a piantare la siepe. Rimuovi eventuale erba, erbacce, rovi o altre piante dalla zona in cui la copertura per essere piantata è importante. Detto questo, fintanto che il diserbante è asciugato su erba o erbacce (questo richiede normalmente circa 6 ore in buone condizioni), non ha alcun effetto residuo nel terreno e quindi non danneggiano le radici di tutte le piante di copertura. In alternativa, è possibile rimuovere le erbacce con una forchetta da giardino.

4/6 – Eliminare il tappeto erboso

Elimina il tappeto erboso, non rimetterlo dopo la semina o l’erba crescerà attraverso il fondo della copertura e competerà con il fogliame della copertura. Scava i fori o la trincea. È meglio scavare fori quadrati circa due volte la larghezza della zolla. Scava i fori alla profondità della zolla più un pollice o due. È molto importante per rompere il suolo nel fondo del foro ad almeno un’altra pala / profondità forcella in modo che le radici possono essere entrare nel terreno facilmente. Se stai piantando 2 piedi (60 cm) a parte, probabilmente vale la pena scavare una trincea in quanto è più facile continuare a scavare in fondo piuttosto che partire facendo nuovi fori. Quando scavi la buca, assicurati di agitare il terreno sul fondo in modo che le radici possano seppellirsi più facilmente. Se il terreno è particolarmente duro o sabbioso, aggiungi un po ‘di terriccio a base di terriccio sul fondo della buca. Per un terreno normale, aggiungi del mangime a rilascio controllato che darà alla pianta un vantaggio per la crescita.

5/6 – Utilizzare gli scavatori

Infine, come detto sopra, assicurati che il terreno sul fondo della trincea sia suddiviso così le radici delle piante che puoi ottenere nel terreno senza problemi. Se si utilizza una scavatrice per scavare la trincea, quindi assicurarsi che il fondo della trincea è scavata oltre ad una profondità di 12 pollici (30 cm). Gli scavatori possono compattare e lisciare il fondo della trincea, se non stai attento e questo può comportare la trincea drenante non quando piove pesantemente e lo strato di terreno compattato può impedire le radici delle piante di entrare nel terreno. Se disponi di una buona qualità del suolo (cioè si rompe facilmente), allora hai solo bisogno di aggiungere un po’ di alimentazione a rilascio controllato (come Osmocote) al fondo del foro.

6/6 Consigli

  • Per prima cosa, dovresti liberare l’area, avendo cura di rimuovere eventuali erbacce, erba o altre piante.

Alcuni link che potrebbero esserti utili