laura pausini performance oscar 2021

Oscar 2021, pronostici: i probabili vincitori e le loro performance

C'è grande attesa per la notte degli Oscar 2021, in diretta mondiale nella notte del 25 aprile. Cosa vedremo e chi vincerà? I pronostici sui vincitori e le performance

Si avvicina la cerimonia degli Oscar 2021. Il conto alla rovescia è ufficialmente iniziato verso la lunga diretta, in programma nella notte tra domenica 25 e lunedì 26 aprile. Per la prima volta nella storia sono ammessi a concorrere film distribuiti esclusivamente in digitale, a causa della pandemia che ha costretto le sale cinematografiche alla chiusura, da ormai più di un anno.

Un evento speciale, con diversi palchi, e la candidatura di Laura Pausini per la miglior canzone originale. Collegamenti da Londra, Parigi e altre location d'eccezione per la serata speciale dedicata alle più belle produzioni del 2020, che costringe l'Academy a scendere a patti con l'emergenza pandemica.

Quali saranno gli attori, i film, le canzoni originali e le colonne sonore che si aggiudicheranno la prestigiosa statuetta degli Oscar 2021? Quali le performance di risonanza mondiale? Lo scopriremo domenica 25 aprile. Nell'attesa, non mancano i pronostici sui vincitori degli Oscar 2021.

I probabili vincitori

Dieci le nomination per il film Mank, diretto da David Fincher, che racconta la storia dello sceneggiatore Herman J. Mankiewicz. Alle sue spalle ben sei film ne hanno ottenute sei a testa. Si tratta di The Father, Judas and the Black Messiah, Minari, Nomadland, Sound of Metal e Il processo ai Chicago 7. Sono candidati per il premio riservato al Miglior Film, insieme a Una donna promettente, quest'ultimo fermo a cinque nomination.

Tra i probabili vincitori figura sicuramente Mank, il cui alto numero di nomination porta ad ipotizzare almeno un paio di statuette, ma il grande favorito è Nomadland. I bookmaker mostrano anche il possibile trionfo di La Vita Davanti A Sé per la miglior canzone originale eseguita dalla nostra Laura Pausini. La vittoria ai Golden Globe, sembra essere un ulteriore tassello verso il trionfo agli Oscar.

Alle sue spalle la canzone Speak now di Sam Ashworth e Leslie Odom Jr. (dal film One Night In Miami), che potrebbe strappare la statuetta.

Il premio per la miglior regia potrebbe finire nelle mani di Lee Isac Chung per Minari o di Chloe Zhao per Nomadland ma potrebbe essere assegnato anche a David Fincher per Mank. Per la migliore attrice protagonista si punta su Viola Davis, per il suo ruolo in Ma Rainey’s Black Bottom o su Carey Mulligan per Una donna promettente, quanto al miglior attore non protagonista gli occhi sono puntati su Sacha Baron Cohen per Il processo ai Chicago 7. La pellicola potrebbe trionfare anche nella categoria per la migliore sceneggiatura e, perché no, in quella per la miglior fotografia.

La categoria relativa al miglior film d'animazione sembra mettere (quasi) tutti d'accordo sul trionfo di Soul, la nuova produzione della Pixar in nomination anche per la miglior colonna sonora agli Oscar 2021, dove deve farsi spazio tra i film più apprezzati in quanto unico del genere d'animazione in lizza.

Le performance

C'è grande attesa in Italia per la performance di Laura Pausini, che in questi giorni è in partenza con destinazione Los Angeles. Ad accompagnarla in questa nuova avventura internazionale, il compagno Paolo Carta. Sua figlia Paola, invece, ha preferito rimanere con i nonni in Romagna, per non perdere preziosi giorni di scuola. Seguirà la Pausini dalla TV, come tutti noi.

La performance di Laura Pausini è in programma in uno speciale spazio in apertura alla notte degli Oscar: il preshow Oscar: Into the Spotlight, presentato da Ariana DeBose e Lil Rel Howery. Si esibiranno gli artisti in nomination nella categoria riservata alla miglior canzone originale.

Cinque in totale le performance della cerimonia d'apertura, tutte preventivamente registrate questa settimana. Quattro verranno realizzate alla Dolby Family Terrace dell’Academy Museum of Motion Pictures di Los Angeles; la quinta verrà invece registrata in Islanda (si tratta di Húsavík, eseguita da Molly Sandén).

Laura Pausini presenterà Io Sì/Seen, tema portante della colonna sonora de La Vita Davanti A Sé, con Diane Warren. Le altre performance sono quelle di Leslie Odom Jr. con Speak Now (Quella notte a Miami…); H.E.R. con Fight for You (Judas and the Black Messiah); Molly Sandé con Húsavík (Eurovision Song Contest – La storia dei Fire Saga); Daniel Pemberton e Celeste con Hear My Voice (Il processo ai Chicago 7).

Laura Pausini agli Oscar 2021

Dall'Italia, occhi puntati su Laura Pausini. Per la penisola è indubbiamente la categoria più attesa, il cui esito potrebbe portare l'Oscar proprio in Emilia Romagna. L'artista sarà presente alla cerimonia dell'Academy non solo per esibirsi nello show di apertura ma anche, lo spera, per ritirare il riconoscimento per la miglior canzone originale.

Qualora dovesse effettivamente risultare vittoriosa, sarebbe il primo trionfo tutto italiano nella categoria riservata alla migliore canzone originale. Dopo aver conquistato il Golden Globe, i Satellite Award e l’Hollywood Music in Media Awards, per Laura Pausini nell'immediato futuro potrebbe esserci il prestigioso riconoscimento da parte dell'Academy. L'artista romagnola ha prestato la voce sulle note della canzone originale Io Sì/Seen, per l'atteso ritorno di Sophia Loren al cinema nel film La Vita Davanti A Sé di Edoardo Ponti, distribuito in esclusiva su Netflix.

Riproduzione riservata