Bambini e tecnologia

CREA CONDIVISIONE

Sostituire la parola 'controllo' con un approccio differente è importante per i bambini: per favorire autostima e capacità di indipendenza impara a fidarti e al tempo coltiva un territorio comune grazie al potere della condivisione. I filtri sono importanti, tuttavia insegnare ai propri figli una gestione equilibrata e felice dei mezzi tecnologici è ben altro: il parental control può risultare utile, ma il vero filtro da attivare è nella capacità critica, di adulti e bambini. Se avete un computer fisso collocatelo in una stanza centrale come il  salotto, dove sarà a disposizione di tutta la famiglia. Dedicare tempo a navigare insieme è un'ottima idea. È possibile trascorrere un pomeriggio lavorando fianco a fianco, soprattutto quando i ragazzi sono più grandi e ognuno ha il proprio computer: condividere tempo insieme aiuta a conoscere i propri figli e usare meglio gli strumenti tecnologici, evitando di abbandonare i minori in balia della rete. Solo in questo modo imparare a "filtrare" diventerà un'operazione interna, ovvero una capacità della persona invece che una questione di impostazioni del computer.

6 regole utili per educare i figli a un uso consapevole di internet

Imparare a usare la rete con intelligenza

 

Cosa cercare su internet

IMPARARE A NAVIGARE

Le buone abitudini iniziano da piccoli: aiuta tuo figlio a fare buon uso della curiosità e creatività di cui ogni essere umano è ampiamente dotato, se sollecitato nel modo giusto. Imparate insieme a navigare e scaricare materiali interessanti. Una ricerca scolastica può diventare estremamente più stimolante aggiungendo studi, tabelle e dati presi da internet, ma chiarire la differenza fra copiare e citare è fondamentale. Insegna a tuo figlio a orientarsi fra i siti più autorevoli e spiegagli l'importanza di citare sempre autore e fonte, aggiungendo il link di riferimento. Grazie alla rete internet è possibile espandere i propri interessi, trovare informazioni utili e iniziare a costruire il metodo di studio corretto, una lezione importante per il futuro.

Privacy e minori

SICUREZZA SU INTERNET

Secondo una ricerca effettuata dal sito web Mashable il 55% dei  ragazzi statunitensi fornisce informazioni riservate di carattere personale a persone sconosciute: il 71% inserisce l'indirizzo di casa e scuola fra le informazioni dell'account Facebook e solo 6 giovani su 10 imposta parametri specifici di modo che la pagina del social network non sia pubblica. La questione della privacy è molto importante, soprattutto quando si parla di web e minori. Spiega ai ragazzi l'importanza di limitare la visibilità della propria pagina Facebook solo ai contatti delle persone che si conoscono e evitare di inserire informazioni personali nel proprio account. Per esempio, i siti che propongono concorsi a premi costituiscono una  facile esca anche per gli adulti: i più piccoli devono imparare a evitare di fornire dati personali quando manca la supervisione di un adulto. Mantenere il giusto livello di privacy non ha solo a che fare con la facilità con cui le immagini di minori, soprattutto ragazzine, vengano caricate su siti pedopornografici, ma anche con il lato più privato e intimo della nostra vita. Ci sono cose che fanno parte di un'intimità da preservare e valorizzare: insegnalo ai più piccoli e chiarisci che internet è un luogo virtuale dove tutto diventa pubblico, per questo è fondamentale imparare a scegliere cosa desideriamo condividere e ciò che preferiamo rimanga privato.

Sesso su internet

ESPLORARE INSIEME

Spiega attraverso l'esempio: vale molto di più rispetto alle parole. Bambini e adolescenti mostrano una viva curiosità riguardo il sesso: perché non cogliere l'occasione di un incontro ravvicinato con il sesso 3.0 da esplorare attraverso il mezzo tecnologico? L'importante è navigare insieme. In questo modo potrete affrontare l'argomento attraverso punti di vista differenti, dal lato biologico alla psicologia, con meno imbarazzi. Inoltre avrete l'opportunità per parlare e analizzare nella pratica i siti utili e quelli su cui è bene fare attenzione. Chiedi a tuo figlio quali siti conosce o sono i suoi preferiti: solo attraverso il dialogo e il tempo trascorso insieme in rete è possibile coltivare un uso di internet più consapevole.

Come scegliere la foto profilo

QUALI FOTO EVITARE?

Attenzione alle fotografie: soprattutto gli adolescenti si trovano in una fase molto delicata della crescita, in cui diventa forte la necessità di affermare la propria persona e ricevere un riconoscimento, soprattutto riguardo la bellezza. Tuttavia, questo bisogno può condurre a situazioni pericolose, da cui non sono esenti fenomeni di cyber-bullismo, e scelte spesso vissute senza reale coscienza delle possibili conseguenze. Tua figlia ha una foto profilo con abiti scollati e atteggiamenti provocanti? No, grazie: saper vedere la propria bellezza e trovare sicurezza in noi stesse come donne non passa attraverso un'immagine sexy. È importante costruire una comunicazione aperta e sincera. Chiedi ai tuoi figli di mostrarti quali immagini scelgono di pubblicare, non solo per una questione di controllo, bensì di interesse autentico: affronta con loro la questione del corpo e di come si cambia attraverso l'età. Riusciamo a vederci belli quanto più i nostri genitori ci aiutano a farlo.

Dare il buon esempio

NON LE PAROLE, MA IL BUON ESEMPIO

Tu che esempio dai? Un bambino non potrà capire e apprezzare le incredibili risorse della rete se gli adulti che lo circondano usano internet solo per fare gossip su Facebook o controllare le mail. La rete internet è ben altro e costituisce un bacino dove immenso dove trovare una quantità di informazioni su ogni tema, conoscere persone dall'altra parte del mondo e rendere persino lo studio una conoscenza viva e più divertente, condivisa. Se non sei un appassionato, cogli l'occasione per metterti alla prova imparando nuove competenze, che potrebbero rivelarsi utili anche sul lavoro: nella tua zona potrai facilmente trovare un corso dove approfondire la materia. Solo il 19% dei genitori affianca i figli durante la navigazione e secondo un'indagine effettuata da Telefono Azzurro il 68,8% dei genitori non discute mai del web con i propri figli: solo quando impareremo a comunicare in maniera profonda e usare la tecnologia in modo intelligente potremo insegnare alle nuove generazioni come usare internet senza essere usati.

Riproduzione riservata