Autosvezzamento, i consigli

Credits: Olycom
1 6

Si sente sempre più parlare di autosvezzamento. Ma di cosa si tratta esattamente? In breve, altro non è che l'alimentazione complementare a richiesta, ovvero lasciare che sia il bambino a percepire se sia pronto o meno ad assaggiare determinati cibi solidi.

Si tratta, quindi, di rendere il passaggio dal solo latte materno (o artificiale) agli alimenti "da grandi", il più naturale possibile. Quindi, ci si affida all'osservazione del bambino e ai suoi ritmi fisiologici (e soggettivi) di crescita e di sviluppo dell'autonomia. Tra i vantaggi, l'instaurarsi di un rapporto sano e sereno con il cibo.

/5

Autosvezzamento significa alimentazione complementare a richiesta. Tra i vantaggi, sviluppo dell'autonomia e di un buon rapporto con il cibo

 

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te