Schiaffi ai bambini: sì o no?

Credits: Corbis
1 5

Un capriccio del bambino, una disobbedienza o il continuo mancato rispetto delle regole sommato a un momento di stanchezza del genitore, stress e nervosismo ed ecco il mix esplosivo: arriva la sculacciata. Che anche quando non è data per "far male" deve essere considerata una violenza vera e propria, un'abitudine dura a morire che ha profonde radici negli antichi modelli educativi. Eppure l'inutilità dello schiaffo è lampante per tutti i genitori che l'abbiano sperimentato: in nessun caso serve a riportare il bambino all'ordine. Inoltre, nel minore, causa problemi a lungo termine. Non solo danneggia lo sviluppo psicologico del bambino, ma addirittura sembrerebbe nuocere allo sviluppo cognitivo e all'intelligenza. Secondo un recente studio, il cervello dei bambini sui quali si è abusato con schiaffi e sberle, presenta una riduzione di volume in aree strategiche per le performance cognitive. Vediamo quindi come le punizioni possano danneggiare fisicamente il bambino. Ma anche lederlo profondamente nella psiche: abbiamo chiesto allo psicoanalista e professore di Psicologia Clinica all'Università di Bologna, Roberto Pani, come la violenza sui bambini possa danneggiarli a livello psicologico e comportamentale con gravi ripercussioni nell'età adulta.

/5

La classica sculacciata: una violenza ancora tollerata ma che comporta gravi ripercussioni sui bambini

Le punizioni corporali ai minori sono perseguibili per legge in molti Paesi, ma non in Italia. Sono 29 i Paesi in tutto il mondo (fra questi ben 22 in Europa) che hanno messo al bando le pene corporali date ai bambini in casa. Fra gli altri Austria, Danimarca, Finlandia, Germania, Grecia, Norvegia, Portogallo, Svezia, Spagna. Tra i Paesi che non hanno ancora stabilito una legge a riguardo ci sono, oltre all'Italia, Francia, Svizzera, Inghilterra, Irlanda.

Evitare punizioni corporali non vuol certo dire improntare un'educazione lassista nei confronti dei figli. Un errore tanto quanto le violenze fisiche, capace di destabilizzare la psiche dei bambini. Dare delle regole in modo fermo ma amorevole è possibile e anzi è quello di cui ogni bambino ha bisogno!

A volte i nostri scatti di ira nei confronti dei bambini sono generati da una situazione di stress personale. Ma fare i genitori con piacere è possibile!

Il dialogo è un bene prezioso ed è quello che ci mette al riparo da inutili punizioni aggressive nei confronti dei bambini.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te