Tennis per bambini: come e quando iniziare

Credits: Olycom
1 5

Ci sono sport belli e coinvolgenti, di quelli che impari e poi ti accompagnano per tutta la vita. Per qualcuno diventano una vera e propria professione, per altri un mezzo per divertirsi e stare insieme.
Tra queste attività c’è sicuramente il tennis, un grande classico a cui molti genitori però non sanno ancora come e, soprattutto, quando far accostare i propri bambini.
Il motivo di tanta indecisione? I falsi miti che spesso accompagnano questo sport e che oggi sfateremo raccontando di una realtà positiva e costruttiva dedicata ai bambini, già dai tre anni d’età.

A parlarci di questo bel percorso da intraprendere con i più piccoli è Matteo Bruno, istruttore federale presso la Golarsa Academy di Milano.
Sfoglia la gallery per conoscere tutto quello che c’è da sapere sui primi passi nel mondo del tennis per bambini.

/5

Impugnare la racchetta fin da piccoli oggi è possibile grazie all'asilo tennis. Ecco tutto ciò che c’è da sapere sui primi passi nel mondo di questo divertente sport  

Il tennis è uno sport bellissimo, divertente e coinvolgente. Spesso però molti genitori, pur amandolo molto, rinunciano alla condivisione della propria passione e scelgono di non far impugnare la racchetta ai propri bambini.
Il motivo? Troppo spesso si è portati a credere erroneamente che il tennis possa non favorire un corretto sviluppo fisico e che, di conseguenza, non sia adatto ai bambini, specie se piccoli.

Quando e come iniziare quindi? Sfatando le vecchie leggende metropolitane e rassicurando sui punti più importanti, gli esperti dicono presto, prestissimo. Già dai tre anni d’età è possibile iniziare l’asilo tennis!
Questo sport infatti nel corso degli anni è cambiato molto e si è evoluto immensamente grazie alla dedizione, all'amore e alla professionalità degli addetti ai lavori che hanno saputo mettere a punto metodi di lavoro via via sempre più completi e volti a uno sviluppo fisico e posturale corretto. In diverse accademie ad esempio, dai sei anni, viene accostata alla lezione più tradizionale l’atletica, in modo ovviamente propedeutico al tennis.
Parallelamente l’evoluzione delle attrezzature, create ad hoc per le varie fasce d’età, consente anche ai più piccini di divertirsi con racchetta e pallina.

Non solo però, un altro freno per molti genitori è rappresentato dalla natura individuale di questo sport, ma anche in questo caso si tratta di timori immotivati. Le lezioni per i bambini si svolgono sempre in gruppo e favoriscono l’aspetto sociale attraverso gioco, divertimento e tanti sorrisi!
Il lavoro singolo inizierà infatti solo molto più avanti, intorno agli undici anni, quando il bambino stesso svilupperà un’attitudine individuale più spiccata e in linea con la sua crescita atletica e sportiva. È bene sottolineare che questo tipo di lavoro avrà comunque un impatto decisamente positivo sulla crescita di uno spirito forte e indipendente.

Abbiamo quindi chiesto all'esperto – Matteo Bruno, istruttore federale presso la Golarsa Academy di Milano - di raccontarci i primi passi dei più piccoli verso questa bella avventura chiamata tennis!
Sfoglia la gallery per conoscere tutto quello che c’è da sapere.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te