Pulire casa con un bambino piccolo: 4 strategie

Credits: Olycom
1 5

Pulire casa può, in alcuni casi, essere persino rilassante. Sicuramente lo è meno per le mamme con bambini piccoli e senza aiuti domestici extra. Per questa categoria di donne, infatti, le pulizie di casa possono diventare una vera e propria mission impossible.

Eppure, è proprio quando ci sono bimbi piccoli in casa che le pulizie diventano sempre più urgenti e gravose. Aggiungiamo anche le probabili notti in bianco regalate dal bebé, l'allattamento, e il gioco è fatto: si innesca un circolo vizioso fatto di stanchezza, casa sporca e nervosismo generale.

Però, affrontando la situazione nel modo giusto, si può ottenere una casa mediamente pulita e ordinata (certo, forse non all'altezza di un servizio fotografico) e senza eccessivo stress.

/5

Pulire casa può diventare un'impresa quando si hanno bimbi piccoli. Ma esistono alcune strategie efficaci per riuscire a fare le pulizie base, senza stress

 

Pulire casa è già un'operazione, per la maggior parte delle persone, noiosa e infinitamente procrastinata. Se si hanno bimbi piccoli, poi, le pulizie possono diventare davvero un'impresa da supereroi. Infatti, il bimbo che piange e il pavimento che versa lacrime per altri motivi, non vanno propriamente d'accordo. Come fare, quindi? Innanzitutto, mantenendo la casa pulita giorno per giorno con quelle che potremmo definire operazioni-base: sanitari del bagno, piano lavoro della cucina, aspirapolvere. E poi utilizzando alcuni trucchetti che renderanno il tutto più semplice. Da non dimenticare, inoltre, l'importanza primaria della condivisione: in coppia, le pulizie di casa di suddividono e si gestiscono insieme. E se siete neomamme con suocera sempre al seguito, fatevi furbe: delegate a lei alcune faccende domestiche e dedicatevi a una bella passeggiata con il bebé

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te