Rimedi naturali per prevenire le prime allergie stagionali

Credits: Corbis
1 5

Le allergie primaverili colpiscono un numero sempre maggiore di bambini, così come sta accadendo riguardo alle intolleranze alimentari. In presenza di sintomi allergici tipici (congiuntivite, rinite, asma, orticaria), è necessario far visitare il bambino dal pediatra per poi programmare indagini più approfondite (test allergologici).

Dal punto di vista della prevenzione delle allergie stagionali, è importante che si inizi ad attuare una strategia ad hoc già a partire dai mesi di gennaio e febbraio. I rimedi naturali, con prescrizione dell'omeopata e sotto il controllo del pediatra, possono aiutare molto sia nel ridurre l'impatto della sintomatologia caratteristica sia nella prevenzione dell'allergia stessa.

Altrettanto importante è porre un occhio di riguardo all'alimentazione, sempre protagonista quando si tratta di rinforzare l'organismo dei più piccoli contro l'attacco di allergeni, ma anche di batteri e virus.

/5

Le allergie primaverili dei bambini vanno tenute sotto controllo sin dal mese di gennaio. I rimedi dolci possono risultare molto utili ed efficaci, soprattutto in questa fase iniziale di prevenzione

Le allergie stagionali che colpiscono i bambini andrebbero prevenute o, comunque, tenute sotto controllo sin dai primi mesi dell'anno. In particolare, gennaio risulta un ottimo periodo per sperimentare l'efficacia di specifici rimedi naturali adatti anche ai più piccoli. Dai gemmoderivati sino all'oligoterapia, le cure dolci possono aiutare moltissimo anche nel ridurre l'impatto dei sintomi tipici e fastidiosi come rinite e congiuntivite. Da non tralasciare mai, ovviamente, le apposite analisi allergologiche per individuare con esattezza gli agenti scatenanti l'allergia, e poter così ridurre ulteriormente le situazioni a rischio

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te