Donna automobile guida

Codice della strada 2021: le novità importanti

Con le nuove regole del Codice della strada sono scattate diverse novità per chi guida (anche i monopattini). Eccole

Il 10 novembre, con l’entrata in vigore delle nuove regole del Codice della strada, sono scattate diverse novità per chi guida. Qualcuna di queste potrà semplificarci la vita: per esempio, il Foglio rosa durerà 6 mesi anziché un anno, e si potranno ripetere gli esami 3 volte. Vediamo cos’altro è cambiato con il comandante Luigi Altamura della Polizia municipale di Verona.

I disabili possono parcheggiare sulle strisce blu

Chi posteggia nelle aree riservate ai disabili rischia ora una multa da 168 a 672 euro. Chi ha il contrassegno disabili, invece, dal 1° gennaio 2022 potrà lasciare l’auto gratuitamente sulle strisce blu, ma dopo avere verificato che i posti riservati siano occupati. La legge parla anche di nuovi parcheggi rosa per le donne incinte e con bambini fino a due anni, ma serviranno delle modifiche al regolamento del Codice della strada e un contrassegno ad hoc.
→ Per non prendere la multa La legge si è fatta più rigida anche con chi parcheggia con il contrassegno invalidi intestato a un parente senza che questi sia a bordo: si rischiano sanzioni da 168 a 672 euro e 6 punti in meno sulla patente.

I distratti vengono puniti

Non solo smartphone, in auto è vietato usare anche tablet e altri oggetti elettronici, pena una multa da 165 a 661 euro. Non sono ammesse distrazioni, poi, in vicinanza delle strisce pedonali: bisogna fermarsi non solo se il pedone attraversa, ma anche se si trova in prossimità dell’attraversamento. Le multe vanno da 167 a 669 euro.
→ Per non prendere la multa Ricorda di dare precedenza ai pedoni anche dopo una curva se sono vicini alle strisce.

I monopattini mettono le frecce

Il limite di velocità è sceso da 25 a 20 km orari ed è di 6 nelle aree pedonali, con multe da 50 a 250 euro per chi trasgredisce. Scatta invece dal prossimo 1° luglio l’obbligo di stop, freni e frecce, ma sarà valido solo per i mezzi nuovi. Chi ne ha già uno ha tempo fino al 1° gennaio 2024 per fare le modifiche. Non c’è obbligo di targa né di casco per gli over 18.
→ Per non prendere la multa Potrai viaggiare anche sulle strade fuori città, purché non espressamente vietate alle biciclette ma non potrai circolare sui marciapiedi e non sono ammessi parcheggi selvaggi. Se noleggi un monopattino, i vigili possono multarti risalendo a te dalla società di sharing.

Riproduzione riservata