Vladimir Putin

Chi è la misteriosa donna bionda accanto a Putin

Una donna bionda appare in diverse foto ufficiali con il presidente russo Vladimir Putin, ma in vesti differenti: dalla soldatessa alla fedele in preghiera

Non ha un nome, non si sa esattamente chi sia, ma sicuramente il suo volto è stato riconosciuto dai più attenti osservatori delle mosse del presidente russo, Vladimir Putin. La misteriosa “donna bionda” dello zar, come viene indicata da diversi giornali stranieri, appartiene sicuramente alla ristretta cerchia del capo del Cremlino, pur non essendo chiaro di chi si tratti.

In una delle ultime apparizioni indossava i panni di una soldatessa e compariva alle spalle di Putin, ma in passato era stata “presentata” come fedele devota e non solo.

IPA
1 di 2
IPA
2 di 2

Dalla soldatessa alla fedele: i volti della donna bionda accanto a Putin

Capelli biondi e raccolti, sguardo deciso, ma non duro, la misteriosa bionda appare in divisa mimetica alle spalle del presidente russo, Vladimir Putin, mentre tiene il discorso di fine anno. La sua presenza, che potrebbe anche sembrare normale, se si trattasse di una semplice soldatessa, sta invece animando il dibattito. Di sicuro non è sfuggita a un’altra donna, la premio Nobel ucraina Oleksandra Matviichuk, che su Twitter ha ironizzato: «Anche i figuranti scarseggiano». Il riferimento è al fatto che la bionda in questione è stata già immortalata insieme al leader del Cremlino, ma indossando altre vesti e non solo in senso letterale.

Come ha spiegato anche il giornalista bielorusso Tadeusz Giczan, che vive a Londra, si tratterebbe della stessa donna che appare in altri scatti. Da qui l’ironia su Twitter da parte del reporter e già caporedattore di Nexta: «Una soldatessa, una marinaia, una cristiana devota. Dio agisce in modo misterioso».

Che sia, dunque, una figurante? Il sospetto cresce, come ha sottolineato Clarissa Ward, giornalista della CNN: «Chi è lei? Una guardia del corpo? Un attore? Ci sono diversi altri volti che appaiono in entrambe le foto sulla destra». In altri scatti postati su Twitter da Matviichuk, la stessa bionda indossa un foulard e compare come fedele devota ad una cerimonia religiosa, mentre in altri ancora indossa una tuta da marinaia arancione, a bordo di una imbarcazione.

Le possibili identità della donna fidata di Putin

Alcuni azzardano un nome: la donna bionda sarebbe Sergukhina Larisa Borisovna, una parlamentare della Duma. La donna, quindi, potrebbe essere una politica, che milita nello stesso partito di Putin, Russia Unita. La scheda della parlamentare, che si trova sul sito del Parlamento russo, è circolata nelle ultime ore anche su Twitter. Vi si legge che è nata nel 1965, quindi ha 57 anni, ma proprio l’età sembra non combaciare con quella della bionda presunta soldatessa.

L’ipotesi che si tratti della deputata, quindi, non convince soprattutto per la somiglianza con un’altra figura femminile, una delle “mamme speciali” dei soldati russi ricevute a novembre scorso al Cremlino dal presidente in persona.

Una delle ipotesi più accreditate è che possa trattarsi di un membro della sicurezza privata dello Zar, che dunque lo accompagna nella maggior parte delle uscite pubbliche e che, per non dare nell’occhio, indossi di volta in volta panni differenti per “camuffarsi” meglio. Ne sembra convinta l'agenzia stampa ucraina Unian, secondo cui Putin si circonderebbe di guardie del corpo speciali ogni volta che compare in pubblico, in particolare agenti del Servizio di protezione federale, senza però che questi diano troppo nell’occhio. Questo spiegherebbe perché anche altre figure maschili sembrino tornare di frequente in foto e video.

E se, invece, si trattasse proprio di un’attrice? Ne sembra convinto Julian Röpcke, caporedattore della Bild, che ha pubblicato, sempre su Twitter, un video in cui si vede una donna bionda che parla dei soldati russi feriti in battaglia, sostenendo che non vogliono abbandonare il fronte.

I precedenti: un’altra bionda vicino a Putin

In ogni caso, mentre la curiosità alimenta i social, c’è chi ricorda che non è la prima volta che qualche donna misteriosa appare vicina a Putin. Lo scorso marzo, per esempio, l’attenzione era ricaduta su una hostess della compagnia Aeroflot, immortalata al suo fianco durante un discorso e riconosciuta come una fantomatica una pescatrice di un’azienda, visitata in precedenza dal leader russo. La stessa donna, però, assomigliava anche a una gelataia che gli aveva venduto un cornetto nell’estate precedente in occasione di un sopralluogo al salone aerospaziale di Zhukovsky. Oggi c’è chi sostiene che si tratti persino della soldatessa di Capodanno.

A ciascuno le due sue donne: quelle di Zelensky

Se le donne di Putin (la ex moglie, la presunta attuale compagna e le figlie) alimentano da sempre il gossip, diverso è il caso di colei che sta al fianco del suo avversario, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Olena Zelenska fin dall’inizio del conflitto è rimasta accanto al marito, a volte rappresentando lui e il loro Paese anche in occasioni ufficiali, come quando è stata ospite dal Parlamento europeo.

Architetta, scrittrice, autrice e attivista ucraina, la first lady non nasconde misteri: 44 anni, madre di due figli (Aleksandra di 17 anni e Kiril di 9) ha anche un profilo Instagram da oltre 2 milioni di followers e sui social si era presentata scrivendo di sé: «Sono Olena Zelenska, sono la moglie del presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Ci siamo sposati nel 2003. Nel 2004 è nata nostra figlia e nel 2013 nostro figlio. Sono una scrittrice e un architetto. E sono anche sotto la minaccia di morte del signor Putin».

Riproduzione riservata