Putin con la moglie, diventata ex nel 2013. Insieme hanno due figlie, Maria e Katerina, nate nel 198
Putin con la moglie, diventata ex nel 2013. Insieme hanno due figlie, Maria e Katerina, nate nel 1985 e 1986

Chi sono le donne intorno a Putin

Le figlie Maria e Katarina, la ex moglie Ljudmila, ma anche l’ex amante e ginnasta Alina: la vita privata dello zar che ha dichiarato guerra all’Ucraina e che ora pare sia nascosto in un bunker antiatomico ai confini con la Mongolia

Non compaiono sui social, non hanno milioni di follower come la first Lady ucraina, Olena Zelenska.

Olena Zelenska: la first lady ucraina che si batte contro Putin

VEDI ANCHE

Olena Zelenska: la first lady ucraina che si batte contro Putin

Di loro si sa poco o nulla: sono le “donne di Putin”, che vivono nell’ombra e all’ombra del capo del Cremlino. Mentre della moglie del presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, si sa molto, anche per via del suo lavoro come sceneggiatrice e per i messaggi di sostegno al suo popolo travolto dal conflitto, delle figlie dello “zar” di Russia si sa poco. La ex moglie, dopo la separazione nel 2013, è scomparsa dalle scene, così come la ex amante (o meglio, una delle ex), nonché ginnasta molto popolare in Russia fino a qualche tempo fa.

Ecco chi sono e cosa nasconde la vita privata di Vladimir Putin, che la stessa ex spia del Kgb custodisce gelosamente.

La ex moglie Ljudmila

Il suo nome è Ljudmila Skrebneva. È da lei che Vladimir Putin ha avuto due figlie, le uniche due di cui si abbia notizia ufficiale, anche se pare che il presidente russo sia padre anche di due gemelli nati da una relazione intrecciata dopo la rottura del suo matrimonio. Ljudmila Alexandrovna Skrebneva (diventata Putina dopo il matrimonio) è nata nel 1958 a Kalinigrad, una exclave russa che si trova tra la Polonia e la Lituania. Da ragazza è stata hostess per la compagnia aerea statale Aeroflot, poi si è trasferita a Leningrado, oggi San Pietroburgo, per studiare filologia spagnola all’università, dove ha conosciuto Vldimir Putin, all’epoca ufficiale del Kgb, il servizio segreto russo. I due si sono innamorati e sposati nel 1983 e le foto delle nozze, in bianco e nero, fanno ancora oggi il giro del web.

Dopo la nascita delle due figlie, Maria e Katerina, nate rispettivamente nel 1985 e nel 1986, Ljudmila ha ripreso l’attività accademica, insegnando tedesco all’Università, per poi diventare rappresentante della compagnia Telecominvest fino a quando, nel 1999, il marito è diventato premier.

A giugno del 2013 e dopo voci insistenti, il Cremlino ha però annunciato il divorzio. Motivo? Ufficialmente i troppi impegni di lui avevano fatto sì che i due di fatto non si vedessero quasi più, anche se in realtà si vocifera che la vera causa siano stati i (troppi) tradimenti dello “zar”. Per questo, quando all’inizio del 2015 Ljudmila si è risposata, questa volta con Artur Ocheretny, in molti hanno visto una sorta di rivincita della ex signora Putin nei confronti del marito.

Le figlie Maria e Katerina

Quanto alle figlie, oggi hanno rispettivamente 36 e 35 anni. Maria, primogenita, è nota con il cognome di Vorontsova o con quello del marito Faassen, imprenditore olandese con cui ha vissuto dal 2013 in un attico super lusso nel grattacielo più alto di Voorschoten, in Olanda, anche se è consigliera del Cremlino per le questioni genetiche. Si dice che nel 2014 i residenti ne abbiano chiesto l’espulsione dal Paese dopo l’incidente all’aereo della Malaysia Airlines, colpito da ribelli filorussi in Ucraina. Sta di fatto che dal 2015 vive a Mosca con marito e figlio. L’altra figlia di Putin è Katerina (o Ekaterina) Tikhonova: nata a Dresda, in Germania, dove il padre all’epoca lavorava per il Kgb, ha poi cambiato il cognome prendendo quello della nonna materna, anche per questioni di sicurezza. Ha un passato da ballerina, anche se è laureata in Matematica e Fisica, e oggi è a capo di un’importante azienda che opera nel campo dell’intelligenza artificiale. Conosce anche il cinese, ama la storia giapponese e asiatica, e nel 2013 si era sposata con Nikolay Shamalov, figlio del co-proprietario della Banca di Russia e vicepresidente della Sibur Holding, colosso attivo nel settore petrolchimico. Si stima che Ekaterina e il marito avessero un patrimonio di 2 miliardi di dollari, anche se dal 2018 sono separati.

L’ex amante e i figli segreti

Si dice che Vladimir Putin abbia anche avuto una relazione, dopo la separazione da Ljudmila, con la ex ginnasta russa Alina Kabaeva, dalla quale avrebbe anche avuto due gemelli, nati dopo un “parto segreto”. A diffondere la notizia, mai confermata, era stato il giornalista Sergej Kaneev nel 2019.

Getty
1 di 3 - Con Putin nel 2004
Ipa
2 di 3 - Alina Kabaeva nel 2014. Oggi ha 38 anni
Getty
3 di 3 - Nel 2014 a un ricevimento per gli ex atleti

In ogni caso Alina Kabaeva oggi ha 38 anni, è stata campionessa olimpica e mondiale. Si dice sia ancora la compagna di Putin, anche perché è stata più volte ritratta al suo fianco. Di certo è una sua sostenitrice, tanto da essere stata eletta in Parlamento nel 2007 come deputata di Russia Unita, il partito del presidente, due anni dopo la fine del matrimonio con un funzionario di polizia. A diffondere la notizia della presunta relazione tra Putin e Alina era stato, nel 2008, il quotidiano Moskovsky Korrespondent, poi costretto a chiudere dopo la smentita ufficiale del Cremlino. Poi nel 2019 si parlò anche della nascita di due figli gemelli della coppia, dati alla luce all'ospedale Kulakov di Mosca, anche se da allora è calato il silenzio sulla presunta relazione.

Dov’è oggi la famiglia di Putin?

Oggi sono ben altre le voci sul presidente russo, al di là dei proclami ufficiali sul conflitto in Ucraina. Secondo il politologo russo Mosca Valery Solovey, il capo del Cremlino non si troverebbe nella capitale, bensì con la famiglia in un bunker sui monti Altai, in Siberia. Si tratterebbe di una vera e propria città sotterranea a prova di bomba nucleare. Secondo l’ex professore 61enne dell'Istituto statale di relazioni internazionali di Mosca, le indiscrezioni sarebbe fondate tanto che, come riferisce il Daily Mail, sarebbe stato interrogato per 7 ore, mettendo a soqquadro la casa in cerca di prove.

Il bunker sarebbe quello fatto costruire circa 10 anni fa dal colosso energetico Gazprom al confine con Mongolia, Cina e Kazakistan, dove alcuni osservatori hanno notato nel terreno diversi punti di ventilazione e una linea ad alta tensione collegata a una sottostazione ultramoderna da 110 kilovolt, sufficiente per alimentare una piccola città. Di sicuro, però, non c’è nulla e anche queste notizie alimentano l’idea di una vita, quella di Putin, ancora avvolta dall'alone di mistero del vecchio 007.

Riproduzione riservata