Prove Invalsi: ecco il calendario 2020

01 10 2019 di Lorenza Pleuteri
Credits: Shutterstock

È uscito il calendario delle prove Invalsi per l’anno scolastico 2019-2020. Qui trovi tutte le date dei test, classe per classe

C’è chi considera le prove Invalsi indispensabili e necessarie e chi le ritiene inutili, incongrue o superate. C’è chi le teme e chi le elogia, chi vorrebbe eliminarle e chi vorrebbe esportarle. E c’è chi ha portato il dibattito, divisivo, dentro la commissione Cultura della Camera. Ma non si scappa. Anche in quest’anno scolastico torneranno le prove Invalsi, test scritti somministrati a tutti gli studenti iscritti alle classi selezionate, messi a punto per valutare in modo uniforme i livelli di apprendimento di alcune competenze fondamentali  nelle materie di base (italiano, matematica, inglese).

Online si moltiplicano i siti che propongono esercizi mirati, quesiti degli anni scorsi e simulazioni (ad esempio proveinvalsi.net, engheben.it). Anche sul sito ufficiale www.invalsi.it si trovano informazioni e materiali. Ragazzi e ragazze dovranno  affrontare questo scoglio in primavera.

Queste le classi interessate dagli Invalsi

Le classi interessate alla prossima tornata sono le II e V della scuola primaria (gradi 2 e 5), le III della scuola secondaria di primo grado (grado 8), II e V della secondaria di secondo grado (gradi 10 e 13). Tutte svolgeranno una prova di italiano e una prova di matematica, “solo” le classi terminali (grado 5, 8 e 13) del ciclo di studi avranno un’ulteriore prova di inglese.

Nella scuola primaria tutte le prove avverranno simultaneamente nello stesso giorno per ogni materia e alla stessa ora con la tradizionale modalità (carta e penna). Nella scuola secondaria di primo e secondo grado si utilizzeranno invece i computer e le singole scuole potranno scegliere le date, da gestire in maniera autonoma, all’interno dell’arco temporale, fissato a livello nazionale. Come di consueto ci saranno le classi campione, rappresentative di tutte le realtà scolastiche italiane, i cui risultati fanno da standard di riferimento.

Calendario scuola primaria (scuola elementare)

Scuola primaria (prove cartacee) – classi II

Italiano: giovedì  7 maggio 2020

Prova di lettura solo  per le classi campione: giovedì 7 maggio 2020

Matematica: martedì 12 maggio 2020

Scuola primaria (prove cartacee) – classi V

Inglese: mercoledì 6 maggio 2020

Italiano: giovedì 7 maggio 2020

Matematica: martedì 12 maggio 2020

Per r le classi quinte  la prova di lingua inglese riguarderà  le competenze ricettive (comprensione della lettura e dell’ascolto) riferite al livello A1 delle classificazione europea. 

Scuola secondaria I grado (scuola media)

Classi III (prove al computer)

Classi campione - prove di italiano, matematica e inglese (lettura e ascolto): venerdì 3, lunedì 6, martedì 7, mercoledì 8 aprile 2020 (a scuola sceglie tre giorni tra i quattro proposti, sabato 4 aprile 2020 le classi campione non possono svolgere prove)

Classi non campione -  prove di  italiano, matematica e inglese (lettura e ascolto): da mercoledì 1 aprile 2020 a giovedì 30 aprile 2020

Anche in questo caso la prova d’inglese riguarderà le competenze ricettive (comprensione della lettura e dell’ascolto), con riferimento  al livello A2.

Scuola secondaria II grado (scuola superiore)

Classi II (prove al computer)

Classi campione - prove di italiano e matematica: lunedì 11, martedì 12, mercoledì 13 maggio 2020 (la scuola sceglie due giorni tra i tre proposti)

Classi non campione - prove di italiano e matematica: da martedì 5 maggio 2020 a sabato 23 maggio 2020

Classi V (prove al computer)

Classi campione - prove di Italiano, matematica e inglese (lettura e ascolto): lunedì 9, martedì 10, mercoledì 11, giovedì 12 marzo 2020 (la scuola sceglie tre giorni tra i quattro proposti)

Classi non campione - prove di italiano, matematica e inglese (lettura e ascolto): da lunedì 2 marzo 2020 a martedì 31 marzo 2020.

Invalsi: assenze giustificate e maturità

Per bambini e ragazzi impossibilitati a sostenere le prove nei giorni canonici – per malattie o altre ragioni - sono previste eventuali sessioni suppletive (con le date prefissate).

Nello scorso anno scolastico le prove Invalsi non sono state considerate un requisito indispensabile per l’accesso agli esami di maturità e non hanno influenzato il voto finale. Dovrebbe essere così anche quest’anno. Ma per avere certezze bisogna aspettare conferme e indicazioni formali (o rettifiche) dal ministero dell’Istruzione, dal quale si attendono indicazioni anche sulle clausole per gli esami di terza media.

Riproduzione riservata