Pediatotem, la app per “parlare” col pediatra

Arriva la app per chiedere consulti veloci al pediatra (anche con foto), chiedere e ricevere ricette oppure capire velocemente se un caso è grave. Si riceve con sms da parte del medico. Ecco come funziona

Basta lunghe attese telefoniche o nella sala d’aspetto dell’ambulatorio pediatrico. In tempi di Covid non è più pensabile di doversi recare dal pediatra anche per semplici richieste, che possono essere gestite a distanza, senza affollare gli studi medici. Al contrario, se si tratta di urgenze, come la richiesta di un consulto per sospetto contagio, diventa importante poter disporre di uno strumento nuovo e veloce, che permetta di contattare lo specialista senza rischiare di dover fare lunghe attese al telefono. È nata così la app Pediatotem, che forse qualche genitore è già stato invitato a scaricare proprio dal pediatra, tramite un sms. Lo scopo è aiutare a scremare tra le diverse necessità, agevolare le comunicazioni ordinarie e dare la precedenza agli interventi d'emergenza .

Ecco come funziona e perché è utile soprattutto in un periodo in cui – complice la pandemia – la telemedicina continua a crescere.

Come funziona Pediatotem

Si chiama Pediatotem ed è un nuovo strumento a disposizione dei genitori per comunicare in modo rapido e chiaro con il pediatra. Serve a chiedere ricette mediche o riceverle sul proprio smartphone, a fissare un appuntamento nel caso in cui possa servire, per esempio dopo aver inviato una foto di uno sfogo o chiazze dubbie sulla pelle del bambino, in modo che il medico possa farsi un’idea. «In alcuni casi questi strumenti, già in uso anche per gli adulti, possono essere di aiuto soprattutto per scremare e capire la gravità o meno di una situazione: per esempio, se si è in presenza di una malattia esantematica, è possibile capire di cosa può trattarsi e soprattutto se sia necessaria una visita più approfondita per una diagnosi o se si è nel quadro generale della patologia» spiega Giacomo Toffol, dell’Associazione Culturale dei Pediatri.

Naturalmente la app non potrà mai sostituire una visita in presenza, se il pediatra lo riterrà opportuno. Si potrà, però, fissare in modo più rapido un appuntamento, soprattutto nel caso di ambulatori dove questo oggi è possibile solo in certe fasce orarie, che possono non essere compatibili con le esigenze lavorative.

Telemedicina: in call o in chat con il medico

VEDI ANCHE

Telemedicina: in call o in chat con il medico

Come si scarica

Sono oltre 1.000 in tutta Italia i pediatri che hanno aderito alla piattaforma, messa a disposizione gratuitamente sulla scia delle esigenze sanitarie più recenti. Anche per gli utenti è facilmente scaricabile e senza costi. Si trova sugli store di Apple e Google, digitando Pediatotem e selezionando Paziente.

Molti pediatri hanno informato le famiglie della disponibilità di questo strumento, inviando loro un sms con allegato il link. Al momento della registrazione vengono chiesti i dati anagrafici, come nome e cognome del genitore, codice fiscale e numero di telefono da utilizzare in caso di contatto.

Una volta compilati i campi, automaticamente comparirà sulla home il nome del pediatra di riferimento e del proprio figlio o figli. A questo punto è possibile iniziare a utilizzarla, selezionando tra le voci Bacheca o Prenotazioni.

Dalle ricette mediche ai consigli

Selezionando Bacheca si trova la possibilità di scegliere tra Ricette e Numeri utili. Nel secondo caso, digitando, compariranno i recapiti del proprio pediatra (numero del cellulare per le emergenze o dello studio), cliccando i quali ci si metterà in contatto diretto, senza selezionarli dalla rubrica del telefono. C’è anche un’icona, chiamata Centri antiveleno, utile in caso di necessità immediate: sono riportati tutti i centri specializzati in Italia, suddivisi per regione, con relativo numero di telefono.

Cliccando in basso su Messaggi, invece, si potrà inviare qualche richiesta specifica al pediatra o riceverne, come nel caso di promemoria automatici di richiami vaccinali, bilanci di salute e consenso privacy. Se si trattasse di informazioni comuni a più pazienti, la piattaforma è in grado di inviare a tutti un sms, oppure di procedere con l’informazione solo a un gruppo definito con le stesse esigenze.

Sempre in basso, spostandosi verso destra si trova la sezione Consigli utili. In questo caso sono messi a disposizione diversi approfondimenti su temi differenti: si va dalle raccomandazioni per la frequentazione della scuola in sicurezza e in chiave anti-contagio Covid, alle indicazioni su come comportarsi in caso di disturbi del sonno, specie nei bambini più piccoli. Tra le altre tematiche ci sono l’importanza dei bilanci di salute nei neonati e indicazioni su cosa non far mai mancare in valigia in caso di spostamenti o viaggi, ecc.

La sezione Covid

Con i contagi in aumento, particolarmente cliccata è la sezione Covid, contraddistinta dall’icona del coronavirus. Qui la piattaforma mette a disposizione le indicazioni su attestati di idoneità al ritorno a scuola dopo un tampone, informazioni sul vaccino antinfluenzale e approfondimenti tramite interviste a rappresentanti della Società italiana di Pediatria preventiva sociale e della Federazione italiana Medici Pediatri.

Teleconsulti e televisite

Se il pediatra ha attivato questa funzione, la app permette anche di eseguire teleconsulti o televisite sia tramite pc che smartphone. L’obiettivo è ridurre al minimo gli spostamenti, da riservare ai casi di reale necessità, per evitare affollamenti negli studi pediatrici e dunque anche il rischio di possibili contagi.

Oggi ci si cura a distanza

VEDI ANCHE

Oggi ci si cura a distanza

Riproduzione riservata