Pronta per la settimana bianca?

/5
di

Barbara Rachetti

È questo il periodo giusto per una vacanza in montagna. Ecco 4 mete per scegliere la formula che preferisci, tra piste nere, sentieri dove ciaspolare e snowpark dedicati ai bambini 

Credits: Mazzoli Studio

Ecco l'arrivo della seggiovia più alta di Pila, la Couis 1. Una volta in quota, ci si affaccia da una parte sulla Valle di Cogne e poi, voltando lo sguardo, si gode di un panorama a 360 gradi sulla catena del Monte Bianco, fino ad avvistare il Cervino e il Monte Rosa. Dall'arrivo, si percorre un tapis roulant coperto (nella foto) che porta all'imbocco della pista nera n. 8, un fuoripista spettacolare non battuto, adatto ai più esperti.

Pila, di fronte a Monte Rosa e Cervino

A due ore d’auto da Milano e una da Torino, puoi sciare in una conca baciata dal sole e mai toccata dal vento. Con una corsa di 20 minuti in telecabina dal centro di Aosta raggiungi Pila, dove provi le piste a partire dai 2.000 metri e al cospetto della catena del Monte Bianco. Se sali con la seggiovia fino a quota 2.750, poi, ti trovi davanti Cervino e Monte Rosa. Da lì, scendi per 8 chilometri e hai la possibilità di scegliere i fuoripista. La conca di Pila, infatti, è tutta “sciabile”: significa che anche i tracciati alternativi sono in sicurezza.

E se i più esperti si divertono sulle 4 nere, per gli altri ci sono 70 km che permettono anche ai principianti di salire in quota. I piccoli, invece, hanno a disposizione due mini club e i maestri che insegnano lo spazzaneve.

Gli amanti dello snowboard si divertono nello snowpark Areaeffe, premiato come il migliore del Nord-Ovest (pila.it).

Gli appuntamenti

Il 27 gennaio, per l’iniziativa I light Pila, tutti, bimbi compresi, scendono da sei rifugi con le fiaccole per raccogliere fondi a favore dell’associazione Susan G. Komen Italia, impegnata nella lotta ai tumori del seno. Il 14 febbraio c’è la ciaspolata notturna con guida naturalistica, il 15 febbraio la fiaccolata di carnevale in maschera che parte alle 18 dal rifugio Hermitage.

Dove dormire

 L’Hotel La Chance è stato costruito recuperando i materiali di un vecchio alpeggio e offre doppie da 158 euro (hotellachancepila.it).

Credits: Foto Gianni

La cabinovia che collega il passo del Tonale al nuovissimo rifugio Panorama 3000 Glacier, affacciato a 360 gradi sul Ghiacciaio del Presena, il Tonale e le vette dell'Adamello Brenta. Da lì si scende lungo il ghiacciaio su una pista di 11 km che arriva fino a Pontedilegno.

Val di Sole - Ghiacciaio del Presena - Passo del Tonale

Nell’alta Val di Sole, tra Lombardia e Trentino, c’è un gioiello di design tutto legno e vetro: il nuovissimo rifugio Panorama 3000 Glacier sul ghiacciaio del Presena, che regala una vista a 360 gradi sulle Alpi del gruppo Adamello Brenta. Da qui, a 3.000 metri, puoi scendere per 11 km fino a Pontedilegno (uno dei tracciati più lunghi delle Alpi), per poi risalire, grazie al nuovo collegamento, e sciare su 100 km di piste. Per i più esperti c’è la famosa pista nera Paradiso, una delle poche davvero impegnative delle nostre Alpi. E per tutti, un circuito da skicross di oltre 1 km con curve e paraboliche.

Le guide alpine organizzano escursioni con le ciaspole e arrampicate sulle cascate di ghiaccio. Skibus gratuiti collegano tutta la Val di Sole, cioè Pontedilegno e Tonale a Pejo e Folgarida- Marilleva.

Gli appuntamenti

A Pontedilegno, dall’8 al 10 febbraio, vedi la Grande corsa bianca, un trail di 170 km a piedi, con gli sci, la fatbike o i cani da slitta. Il 3 marzo al passo del Tonale trovi la Winter Downhill, una gara in notturna di mountain bike tra le porte dello slalom gigante. Fino al 22 marzo la cabinovia Belvedere di Folgarida ti porta in quota a degustare menu abbinati alle birre artigianali del Trentino (valdisole.net).

Dove dormire

La Nuova Capanna Presena, a 2.700 metri, ha otto camere con spa nel rifugio ristrutturato (da 98 euro a testa, rifugipassotonale.it).

Credits: Christian Riefenber

Uno dei parchi Movimënt sull'altopiano di Pralongià, raggiungibili da tutta l'Alta Val Badia con gli impianti di risalita. I parchi sono adatti a tutti, dai bambini che possono divertirsi tra salti e tunnel, agli adulti che vogliono sbizzarrirsi su una neve facile e giocosa. 

Alta Badia

In Alta Badia, sull’altopiano di Pralongià che si estende a 2.000 metri tra La Villa, Corvara e San Cassiano, sono appena nati i Parchi Movimënt, 4 aree attrezzate per i bambini e per chi vuole divertirsi sugli sci in modo diverso. A metà tra snowpark e piste, qui si trovano curve, paraboliche, passaggi divertenti sotto archi ghiacciati, safety park dove i più piccoli possono muovere i primi passi in sicurezza, tracciati sui quali sfidarsi nello slalom parallelo, cronometro alla mano. Per avere un ricordo, puoi avvicinare lo skipass a 3 photopoint sul circuito e scaricare la tua foto dal sito skiline.cc.

E mentre i piccoli si divertono negli asili neve con i maestri, per i genitori c’è il Gourmet Skisafari che offre la possibilità di mangiare in sette rifugi provando i piatti degli chef stellati. Il Wine Skisafari è invece una degustazione di vini. Se non sai sciare, puoi divertirti con lo slittino su tre piste dedicate, pattinare sul ghiaccio all’aperto e al chiuso, passeggiare a cavallo sulla neve e provare la palestra di roccia indoor.

Gli appuntamenti

Il 13 febbraio Corvara festeggia il Carnevale con sfilata e show di sci acrobatico. Il 22 febbraio puoi sciare con un sommelier che nelle tappe ai rifugi Bioch, Piz Arlara e I Tablà ti spiega come degustare i migliori vini altoatesini (altabadia.org).

Dove dormire

L’Hotel Col Alto di Corvara ha stanze da 165 euro (colalto.it/it/hotel-corvara); l’hotel Ladinia a La Villa da 131 euro (hotel-ladinia.com/it/hotel-alta-badia).

La piattaforma Gipfelwelt 3.000, sul ghiacciao di Kitzsteinhorn, permette di affacciarsi sulla vallata di Zell am See - Kaprun e apprezzare la vista delle cime più belle delle Alpi Taurine. All'interno, ospita anche un cinema con le immagini.

Zell am See - Kaprun

Il ghiacciaio di Kitzsteinhorn, nella regione di Salisburgo, in Austria, è uno dei pochi luoghi delle Alpi accessibile a tutti oltre i 3.000 metri. All’ultima stazione della seggiovia trovi Gipfelwelt 3.000, una piattaforma panoramica circondata dalle cime del parco Hohe Tauern (le Alpi Taurine). Il ghiacciaio che sovrasta il fondovalle, dove si trova la cittadina di Zell am See–Kaprun, offre 138 chilometri di piste con neve fresca tutto l’anno, di cui cinque per il freeride (ogni lunedì gli sportivi dai 13 anni provano questa disciplina con guide esperte).

Per chi ama le evoluzioni, ci sono tre snowpark con la Superpipe più grande dell’Austria e la Funslopepiù lunga del mondo. Qui, tra curve paraboliche, onde, salti e tunnel, scaricando la app SpotOn, registri la tua discesa: ti basta attivare il gps e i video vengono caricati sullo smartphone.

Per le famiglie, il pendio di Maiskogel ha tracciati facili e parchi gioco. E alla sera scendi a Zell am See, sul lago ghiacciato, per riscaldarti al resort Tauern Spa, le terme con 11 piscine e 10 saune (tauernspakaprun.com).

Gli appuntamenti

Dal 3 al 10 febbraio puoi vedere Mongolfiere delle Alpi: 30 palloni in volo sopra Zell am See (il 5 e il 7 anche di notte). Ogni mercoledì fino al 4 aprile c’è un tour sul ghiacciaio con le ciaspole e sosta tra gli igloo dell’Ice Camp (zellamsee-kaprun.com).

Dove dormire

Das Alpenhouse Kaprun ha camere da 194 euro in mezza pensione (alpenhaus-kaprun.at).

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te