Dal 6 al 17 luglio 2021 si terrà la 74esima edizione del Festival di Cannes, che torna dopo un anno di stop a causa della pandemia. Sono moltissimi i film in arrivo sulla Croisette, e altrettanti sono i divi che calcheranno il red carpet, pronti per quella che è una delle rassegne cinematografiche più importanti di sempre.

Cannes è pronta per vestirsi a festa, e la sua Montée des Marches vedrà presto sfilare alcune delle star più attese dell’anno. I film in lizza per la Palma d’Oro sono 24, tra cui l’italiano Tre Piani di Nanni Moretti. Sono ben 7 le candidature francesi, ma mai come in questa edizione le pellicole in gara provengono da ogni angolo del globo, lasciando ampio spazio soprattutto ai più giovani.

Dalla Norvegia al Giappone, dalla Russia agli Stati Uniti: grandi registi e “nuove leve” scaldano i motori per l’accesissima competizione, in una due settimane pronta a lasciare il segno. Madrina del Festival di Cannes 2021 è l’attrice francese Doria Tillier, che aprirà e chiuderà l’evento tanto atteso. Ma quali sono le novità di questa edizione?

Doria Tillier, splendida madrina

Partiamo proprio dalla madrina d’eccezione di questo Festival di Cannes, la splendida Doria Tillier. Classe 1986, è una talentuosa attrice francese che dopo lunga gavetta e alcuni anni di studio ha debuttato nel panorama cinematografico d’Oltralpe, dando prova di grandi abilità recitative e di uno charme incredibile.

Doria ha recitato in molte produzioni francesi, tra cui il film Bloody Flower in cui ha lavorato accanto ad Amanda Lear. Oltre alla recitazione, la bella Tillier si è già dedicata anche alla scrittura, collaborando nella stesura delle scenografie per alcuni dei film ai quali ha preso parte. E ora si prepara ad uno dei traguardi più importanti della sua vita, come madrina del Festival di Cannes 2021.

Tre Piani, il film di Nanni Moretti a Cannes

Sono 24 i film in gara che stanno per approdare sulla Croisette: uno dei più attesi è senza dubbio Tre Piani, l’ultimo lavoro di Nanni Moretti. Il regista, per l’ottava volta a Cannes, si è cimentato in un’opera diversa dal solito, portando alla competizione un adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo israeliano.

Non più Tel Aviv ma Roma, come ambientazione per la pellicola di Moretti, che ha al centro le vicende di tre famiglie molto diverse tra loro. Un cast d’eccezione completa il quadro: il film, una vera e propria opera corale, vede la partecipazione di Margherita Buy, Riccardo Scamarcio, Alba Rohrwacher, Adriano Giannini e lo stesso Nanni Moretti, tra gli altri.

I film più attesi al Festival di Cannes

C’è già grande curiosità per questa 74esima edizione del Festival di Cannes, nell’attesa di scoprire quale dei film in gara si aggiudicherà la Palma d’Oro. Uno dei nomi più celebrati, ancor prima dell’inizio della rassegna, è quello di Leos Carax: il regista francese torna alla Croisette ben 9 anni dopo il suo successo, questa volta con il film Annette, che aprirà la prima serata dell’evento cinematografico.

È un musical, un’opera rock sui generis che non può essere inquadrata entro alcun confine. Il film racconta una storia d’amore e di cambiamenti, una nascita che travolge completamente la vita dei protagonisti in un modo del tutto inatteso.

Anche per il regista thailandese Apichatpong Weerasethakul questo è un gran ritorno: nel 2010 aveva vinto la Palma d’Oro con Lo zio Boonmee che si ricorda le vite precedenti. Ora porta a Cannes il suo ultimo sforzo cinematografico, Memoria. Nella Colombia degli anni ’70, una coltivatrice di orchidee si reca in visita a sua sorella malata. Ed è qui che inizia a sentire strani rumori, che le impediscono di dormire la notte.

In The French Dispatch, anch’esso in lizza per la Palma d’Oro, Wes Anderson racconta (con splendide suggestioni in bianco e nero) la vita di una redazione americana in Francia negli anni ’50. Per lui, un cast incredibile: da Benicio Del Toro a Léa Seydoux, da Tilda Swinton a Thimothée Chalamet, da Willem Dafoe a Frances McDormand.

A chiudere la rassegna cinematografica del Festival di Cannes 2021 è il film di Joachim Lafosse, Les Intranquilles. Una storia come tante altre, una famigliola felice, almeno all’apparenza. Ma tra le mura domestiche i due coniugi vivono la difficile lotta contro la malattia mentale, perché uno dei genitori soffre di bipolarismo.

La Palma d’Oro d’Onore a Jodie Foster

Prima di dare il via al Festival di Cannes, la madrina Doria Tillier presenterà la giuria, che quest’anno sarà presieduta da Spike Lee. E proprio in questo frangente verrà assegnato il primo premio della rassegna, la Palma d’Oro d’Onore. Un importante riconoscimento alla carriera, che premierà la bravissima Jodie Foster.

L’attrice aveva solamente 14 anni quando debuttò sulla Croisette, con il capolavoro Taxi Driver. Ora è pronta a tornare sul red carpet per quello che è un omaggio incredibile. Nella serata conclusiva, sarà il turno del regista italiano Marco Bellocchio, anch’esso premiato con la Palma d’Oro d’Onore. Per l’occasione, presenterà il suo ultimo lungometraggio Marx può aspettare, nella nuova sezione Première di Cannes.