La giovinezza della pelle vien mangiandoSecondo uno studio rivoluzionario dell'Università di Cambri

La giovinezza della pelle vien mangiando

Secondo uno studio rivoluzionario dell'Università di Cambridge, è possibile ridurre le rughe e cambiare aspetto solo attraverso l'alimentazione.

Dalle ultime ricerche scientifiche, ecco una guida ai "supercibi" che rendono bella la pelle, contribuendo a mantenerla giovane.

Volta pagina, per scoprire cosa mangiare per avere una bella pelle.

Dieta antiage: i cibi che aiutano a mantenersi giovani e senza rughe

Anche l'alimentazione antiage fa parte della beauty routine. Una bella pelle infatti si conquista (anche) a tavola. Con i cibi che riducono le rughe e allontanano l'invecchiamento. Ecco quali sono

"Specchio, specchio delle mie brame”: così i fratelli Grimm rendevano celebre la superbia e la vanità della strega di Biancaneve, nascondendo in realtà la sua enorme fragilità e la sua terribile paura di invecchiare.

In aiuto di Grimilde, negli ultimi anni, è accorsa la medicina antiaging, ossia quella branca della medicina attiva nel proteggere l’organismo dagli inesorabili segni del tempo. E così come per la regina cattiva, a manifestare per prima il passare degli anni è proprio la pelle, continuamente sottoposta all’azione dannosa dei raggi ultravioletti, degli agenti inquinanti, degli ormoni e, non per ultimo, della dieta.

Per questo motivo, la nutraceutica e la nutricosmeceutica, branche della medicina antiaging, hanno cercato di identificare una serie di alimenti, oggi noti come superfood, in grado di proteggere la cute dal suo progressivo declino.

Combattere i segni dell’invecchiamento a tavola

Come già anticipato, la cute è una delle più importanti barriere del nostro organismo. Per prima, infatti, si trova a dover combattere con le radiazioni ultraviolette, con gli agenti chimici, con i vari inquinanti e contestualmente ha l’ingrato compito di eliminare molte delle sostanze tossiche introdotte nel nostro organismo.

Questo sfiancante lavoro, con il passare degli anni, lascia inevitabilmente dei segni sulla pelle, alcune delle più comuni manifestazioni cutanee come solchi e rughe, più o meno pronunciate, e la comparsa di macchie della pelle e discromie.

La protezione della cute, pertanto, non passa solo dall’esterno, ossia dall’applicazione di creme idratanti e maschere protettive o lenitive, ma anche, e forse soprattutto, dall’interno, da ciò che quotidianamente assumiamo e dai comportamenti che mettiamo in atto ogni giorno a tavola.

La dieta come strumento anti-aging

Avrete sicuramente sperimentato gli effetti dannosi sulla pelle di una dieta disequilibrata. Pelle secca o untuosa, brufoli e punti neri, perdita di lucentezza, accumulo di impurità sono solo alcuni delle conseguenze di un’alimentazione errata.

Al contrario, prestare più cura a ciò che mangiamo e beviamo, ci permetterà di contrastare adeguatamente i segni del tempo mantenendo una pelle sana e lucente.

Seppur, in via assolutamente informative e generale, per mantenere una pelle sana e giovane ti consigliamo di:

  • - Assumere ogni giorno almeno 2 Litri di acqua;

  • - Consumare almeno 2 frutti al giorno ed una porzione di verdure ad ogni pasto;

  • - Limitare il più possibile il consumo di alimenti particolarmente grassi come i formaggi o gli insaccati, preferendo l’adeguato consumo di carne bianca e pesce magro;

  • - Preferire il consumo di cereali integrali e legumi;

  • - Preferire il consumo di olio extravergine di oliva e frutta oleosa;

  • - Limitare il più possibile il consumo di zuccheri semplici.

Ricordati inoltre di non esagerare troppo con le calorie e di mantenerti sempre attiva.

Alimenti anti-aging: i superfood dermo-protettivi

Negli ultimi anni la ricerca applicata ha permesso di identificare una serie di alimenti contenenti nutrienti e principi attivi utili nel proteggere la cute dai segni del tempo. Questi alimenti, definiti superfood, nascondono al loro interno una serie di sostanze definibili nutraceutiche, in grado di esercitare una vera e propria azione anti-aging.

Tra i più apprezzati in questo campo ritroviamo:

  • - Semi di lino e semi di chia: ottima fonte non solo di fibre, importanti per preservare l’integrità intestinale e quindi l’assorbimento degli altri nutrienti, ma soprattutto di acido alfa-linolenico, acido grasso essenziale della seria omega 3, dotato di spiccata attività antinfiammatoria;

  • - Noci pecan e frutta secca: anch’essi ricchi di acidi grassi essenziali ma preziosa fonte di oligoelementi come zinco e rame, utili sia nel supportare le difese antiossidanti della cute che nel preservare l’integrità del derma;

  • - Bacche di Goji, carote, mango, albicocche e zucca: preziose risorse di beta-carotene, pigmento rivelatosi anche più potente della vitamina E nel proteggere le strutture cutanee dai danni indotti dalle radiazioni ultraviolette;

  • - Papaya, frutti di bosco e frutti rossi: ricchi di un pigmento noto come licopene, rivelatosi efficace non solo nel rafforzare le difese antiossidanti della cute ma anche nel controllare la sintesi di proteine del derma ed inibire la proliferazione di cellule maligne;

  • - Spinaci, broccoli e cavoli: ricchi in acido alfa-lipoico e vitamine, si oppongono ai danni strutturali prodotti dai radicali liberi dell’ossigeno, nei confronti delle strutture del derma.

Tisane antinfiammatorie, pesce azzurro e legumi completano l’elenco degli alimenti in grado di fornire tutto il necessario per preservare l’integrità strutturale e funzionale della cute.

Quindi, oltre a proteggere la tua pelle dall’esterno, prova ad adottare queste piccole precauzioni, per essere, oltre che apparire, sempre giovane e splendente.

La giovinezza della pelle vien mangiandoSecondo uno studio rivoluzionario dell'Università di Cambri

La giovinezza della pelle vien mangiando

Secondo uno studio rivoluzionario dell'Università di Cambridge, è possibile ridurre le rughe e cambiare aspetto solo attraverso l'alimentazione.

Dalle ultime ricerche scientifiche, ecco una guida ai "supercibi" che rendono bella la pelle, contribuendo a mantenerla giovane.

Volta pagina, per scoprire cosa mangiare per avere una bella pelle.

L'acqua come fonte di bellezzaLo sapevi? Il tessuto connettivo (cioè il tessuto che collega tutte l

L'acqua come fonte di bellezza

Lo sapevi? Il tessuto connettivo (cioè il tessuto che collega tutte le parti del corpo) contiene ben 8 litri. Se l'organismo non riceve acqua a sufficienza, la pelle si disidrata, diventa rigida e si riempie di rughe.

Qual è la quantità giusta di acqua, allora?
"Segui questa formula: somma la tua altezza in cm al tuo peso in chili, e poi dividi per 100 - dice Margherita Enrico in La scienza della giovinezza, edito da Sperling&Kupfer -
Per esempio, se sei alta 1,70 m e pesi 70 kg, l'equazione darà come risultato 2,4 litri. Questa è la quantità da bere tutti i giorni".

Un bicchiere al risveglio (a temperatura ambiente), un altro prima di colazione. E durante la giornate cerca di bere un po' di acqua ogni ora.

In questo modo non solo fornirai alla pelle la giusta umidità, ma eliminerai scorie e sostanze tossiche attraverso i reni, contribuendo a donare un aspetto sano alla pelle.

Frutti rossi rendono la pelle elasticaFragole, mirtilli, barbabietole e patate rosse contribuiscono

Frutti rossi rendono la pelle elastica

Fragole, mirtilli, barbabietole e patate rosse contribuiscono alla tonicità del tessuto connettivo. L'acido silicico contenuto in questi alimenti aumenta l'elasticità e la tonicità dell'epidermide.

Miracoloso pesce crudo La bellezza viene dall'OrienteIl sashimi (pesce crudo) contiene iodio che fav

Miracoloso pesce crudo

La bellezza viene dall'Oriente
Il sashimi (pesce crudo) contiene iodio che favorisce il metabolismo e aiuta a restare in linea, acidi grassi che mantengono la pelle morbida e proteine che rendono i capelli corposi.

Anche il sushi è un perfetto alleato della salute della pelle. Oltre alle proprietà del pesce contiene le alghe, che hanno il potere di disintossicare, di attivare il metabolismo e di garantire l'apporto di particolari vitamine e minerali.

Inoltre il riso (in piccole quantità) contribuisce a eliminare l'acqua, mentre le fibre facilitano la digestione.

Pelle impura? Biotina e Vitamina A sono le vitamine della luminosità. Durante il processo metabolic

Pelle impura?
Biotina e Vitamina A sono le vitamine della luminosità. Durante il processo metabolico, agiscono sulle cellule e ne favoriscono la crescita.

Spinaci, legumi e prodotti integrali presentano grandi quantità di queste sostanze benefiche. Soprattutto, contengono molte fibre. Donano un rapido senso di sazietà e consentono di mantenere la forma fisica.

Le fibre, inoltre, favoriscono la digestione, che consente l'eliminazione delle sostanze tossiche e delle scorie diminuendo di conseguenze le impurità cutanee.

Uva per ammorbidire la pelleSe hai la pelle secca e dura, mangia molta uva, ricca di Vitamine A, C,

Uva per ammorbidire la pelle

Se hai la pelle secca e dura, mangia molta uva, ricca di Vitamine A, C, E e beta-carotene nonché di numerosi minerali e microelementi: diventerà sempre più morbida e delicata.

L'uva contiene inoltre molti liquidi che prevengono la formazione di rughe.

Curcuma contro il fotoinvecchiamento della pelleDall'India arriva un'importante scoperta: l'Istituto

Curcuma contro il fotoinvecchiamento della pelle

Dall'India arriva un'importante scoperta: l'Istituto universitario di scienze farmaceutiche di Chandirgah ha recentemente scoperto che l'assunzione di curcumina - contenuta nella radice di varie specie di curcuma - immediatamente prima dell'esposizione ai raggi UV impedisce in modo significativo il fotoinvecchiamento della pelle.

I ricercatori indiani hanno scoperto che se prima dell'esposizione si assume curcumina fresca (basta un cucchiaino nelle zuppe, nei condimenti o nelle omelette) o in capsule la pelle non subisce lesioni, alterazioni o altri danni.

Gli studiosi hanno provato anche a mischiare la curcumina con creme protettive, ma il risultato non era lo stesso: la crema offriva una protezione maggiore, ma non impediva la formazione di lesioni, assenti invece nei casi in cui si era introdotta la sostanza per bocca.

Zinco per preservare il collageneGli alimenti ricchi di zolfo contengono enzimi che aiutano a manten

Zinco per preservare il collagene

Gli alimenti ricchi di zolfo contengono enzimi che aiutano a mantenere la pelle elastica e rafforzano, ricostruiscono e proteggono da eventuali danni il collagene.
Molte persone manifestano carenze di zolfo, perché essendo un minerale estremamente volatile evapora e viene distrutto dalla cottura.

Lo zolfo è contenuto in: cavolo, peperoncino, broccoli, aglio, rafano, ravanello, cipolle, semi di zucca, spirulina, crescione, cavolfiore.

Silicio per rigenerare la pelleIl silicio mantiene la resistenza e l'elasticità delle pareti delle

Silicio per rigenerare la pelle

Il silicio mantiene la resistenza e l'elasticità delle pareti delle cellule e del tessuto connettivo. Contribuisce direttamente alla rigenerazione dei tessuti, e ha quindi un impatto diretto sulle rughe della pelle.

Si trova in:

ravanelli, lattuga romana, radice di bardana (può essere usata per preparare tè e tisane), cetriolo (buccia), peperone (buccia), pomodoro (buccia), giovani verdure a foglia verde, avena, orzo, spinaci, banane, albicocche, ortiche, lenticchie rosse.

Lo zinco è essenziale per la bellezza della pelle. Promuove la riparazione e la crescita cellulare,

Lo zinco è essenziale per la bellezza della pelle. Promuove la riparazione e la crescita cellulare, ed è uno dei membri chiave di un gruppo di enzimi che aiuta a nutrire il collagene. Senza di esso, gli enzimi che ricostruiscono il nuovo collagene non funzionano correttamente.

Oltre a combattere le rughe, lo zinco previene e aiuta la riparazione delle smagliature, contrasta la cellulite e tutti gli altri segni esteriori di invecchiamento.

Si trova in:
semi di papavero, semi di zucca, semi di girasole, pinoli, anacardi, noci di macadamia, semi di sesamo, noci di cocco (quelle marroni che troviamo dal verduriere sono vecchie e hanno perso lo zinco, che si trova solo nelle noci "giovani" che possono essere acquistate nei supermercati asiatici).

Riproduzione riservata