Unghie: i disturbi più diffusi

Troppo spesso pensiamo alla bellezza delle nostre unghie facendo esclusivamente riferimento al colore dello smalto oppure alla presenza o meno di pellicine o taglietti. Ma avere unghie sane non è solo una questione di estetica: le estremità infatti possono essere un segno delle carenze del nostro corpo, in modo particolare di minerali importanti come ferro o zinco.

Ma quali sono i segnali che ci inviano le nostre unghie? Ci sono le rotture o lo sfaldamento, che si possono curare con creme a base di cheratina, oppure le infezioni che possono essere causate da batteri e che si curano con creme antibiotiche, oppure i funghi, per i quali occorrono soluzioni antimicotiche.

Come avere unghie sane e belle

Mantenerle sane è importante non solo per motivi estetici ma perché le unghie sono lo specchio della nostra salute e ci rivelano, sfaldandosi o rompendosi, eventuali carenze.

 

Occhio al colore dell'unghia

Il colore dell’unghia può essere il segnale di un disturbo più compresso che non ha nulla a che vedere con mani o piedi. Se l’unghia è di colore giallo pallido significa che c’è meno ossigeno nel sangue e occorrono accertamenti sul sistema respiratorio. Quando l’unghia, invece, si colora di un giallo intenso potrebbe indicare la presenza di diabete. Se l’unghia poi vira verso un colore bluastro o viola significa che puoi avere problemi cardiovascolari.

Cosa fare se le unghie si spezzano

Le unghie si spezzano facilmente, soprattutto se si fanno lavori domestici ma, se una rottura si verifica all'estremità dell'unghia, basta provvedere a limarla; se invece l'unghia si spezza alla radice il consiglio dell'esperto è quello di utilizzare un gel a base di cheratina per garantire protezione alla pelle sotto l’unghia e all'unghia stessa.

Perché le unghie si sfaldano

Le unghie che si sfaldano facilmente indicano che al corpo mancano alcune sostanze nutritive importanti: ferro, rame e zinco. Cosa fare quindi? Questi principi nutritivi si possono assumere con la dieta quotidiana aggiungendo carne rossa, frutta secca e verdura a foglia verde come insalata, biete, spinaci, coste o erbette.

Perché sono soggette a funghi

Quando si verificano traumi o sbucciature (anche se non importanti e noi non ce ne accorgiamo) è più facile, per batteri e funghi, insinuarsi all'interno e provocare poi un'infezione. Soprattutto con le mani che toccano in continuazione qualsiasi oggetto in circolazione contaminato da batteri.

Come intervenire contro le infezioni

Le infezioni batteriche delle unghie si possono curare semplicemente con pomate antibiotiche. I funghi invece, che solitamente crescono sotto la superficie dell'unghia, necessitano di una terapia più 'pesante': non basta infatti un antimicotico ma occorre un antifungina per bocca. Può anche essere utile regalarsi dei bagni a base di acqua tiepida e bicarbonato per rinforzare le difese dell'unghia.

Bere molto aiuta le unghie

Bere molta acqua fa bene davvero bene alle nostre unghie che sono fatte di cheratina e di acqua. Se l’acqua viene meno le unghie si sfaldano molto più facilmente. Al contrario, se manteniamo il nostro corpo ben idratato, anche le nostre estremità ne guadagneranno.

Qualche consiglio in più

Ecco infine qualche consiglio sulla perfetta manutenzione di mani e piedi.

Non utilizzare troppo spesso il sapone perché a lungo andare potrebbe aggredire l'unghia e sfaldarla.

Non tagliare le pellicine ma abbi l'accortezza di rimetterle al loro posto per non incorrere in covi di batteri.

Infine: utilizza i guanti in lattice anche per le pulizie cosiddette 'asciutte', ad esempio quando si fa spolvera, perché la polvere tende a seccare la pelle delle mani e quindi anche a rovinare le unghie.

Riproduzione riservata