dormire troppo

Perché quando si dorme troppo viene il mal di testa?

Dormire molto a lungo non solo può causare il mal di testa, ma anche essere connesso ad una serie di altre condizioni

Se dormire almeno otto ore per notte è essenziale per mantenere un corretto equilibrio psicofisico e quindi un buono stato di salute generale, d’altro canto dormire troppo può causare o essere collegato a malesseri di vario tipo.

Per esempio, nelle persone che tendono a soffrire di mal di testa, dormire più a lungo del solito può causare proprio l’insorgenza di questa problematica: la ricerca scientifica ha cercato di spiegare questo effetto, rilevando infine come l’eccesso di sonno influenzi l’attività di alcuni neurotrasmettitori (ovvero i messaggeri che portano le informazioni da un neurone all’altro) del cervello, compresa la serotonina, il neurotrasmettitore che regola l’umore inducendo al benessere, al piacere e alla felicità.

Per questo motivo, se si dorme eccessivamente ci si può ritrovare al mattino a fare i conti con il mal di testa.

Ma non è tutto. Quando ci si trova a dormire costantemente per periodi di tempo insolitamente lunghi e nonostante ciò si soffre di sonnolenza anche durante il giorno, si parla di ipersonnia, una condizione che si manifesta anche con altri sintomi associati quali ansia, bassi livelli di energia e problemi di memoria.

D’altro canto, però, non tutti quelli che dormono molto hanno un disturbo del sonno: tra le possibili cause di ipersonnia infatti rientrano anche il consumo di alcune sostanze come l'alcol, l’assunzione di certi tipi di farmaci o semplicemente il piacere di dormire a lungo.

Ma quali possono essere i problemi connessi all’ipersonnia? La ricerca scientifica ne ha raccolti alcuni.

- Apnea ostruttiva del sonno

Questa condizione provoca un’interruzione momentanea della respirazione durante il sonno a causa dall’ostruzione delle vie respiratorie: dal momento che comporta un disturbo al normale ciclo di sonno, può causare conseguentemente sonnolenza diurna, colpi di sonno e necessità di dormire più a lungo.

- Diabete

Dormire un numero di ore insufficiente per notte così come troppo a lungo, potrebbe aumentare il rischio di insorgenza del diabete.

- Obesità

Un recente studio ha dimostrato come le persone che dormivano per nove o dieci ore ogni notte avessero il 21% di probabilità in più di diventare obese nei successivi sei anni rispetto a coloro che dormivano da sette a otto ore per notte.

- Depressione

Anche se è più comune che la depressione causi insonnia piuttosto che ipersonnia, le stime hanno stabilito che circa il 15% delle persone affette da questa condizione dormono troppo, un fattore che potrebbe contribuire a peggiorare lo stato depressivo.

- Malattie cardiache

Uno studio eseguito su quasi 72.000 donne ha dimostrato come coloro che dormivano dalle nove alle undici ore a notte avessero il 38% in più di probabilità di sviluppare una malattia coronarica rispetto alle donne che dormivano otto ore, una connessione che però non ha ancora trovato una spiegazione esauriente.

Riproduzione riservata