Il mare fa bene al corpo e alla mente: ci rende più felici e più belle

il mare rende felici Credits: shutterstock
01/11
Foto

Acqua e sole: un potere rigenerante per il corpo e per la mente, un connubio perfetto per risvegliare i sensi, calmare il nostro mondo interiore e renderci felici

Le evidenze neuroscientifiche dimostrano che a contatto con l'acqua si innescano una serie di processi fisiologici e cerebrali in grado di influenzare positivamente il corpo e la mente.

Ecco quali sono gli effetti benefici del mare sul nostro organismo: scopriamo, con l'aiuto della scienza, perchè il mare ci fa sentire meglio, calma i pensieri e dona serenità e relax.

Il mare è un antidepressivo naturale

Il primo dato utile emerso dalle ricerche? Se vivi vicina al mare i livelli d'ansia si abbassano. Merito del paesaggio marino, che ha l'effetto di una vera e propria medicina antistress: infatti quando ci troviamo vicino all'acqua, respiriamo meglio.

Grazie alla presenza dei sali minerali, l'ambiente marino costituisce un concentrato di virtù benefiche per l'organismo. Alla fine dell'Ottocento, luoghi come la Bretagna, dove il medico francese Louis-Eugène Bagot diede vita all'istituto di talassoterapia a Roscoff, divennero mete sempre più frequentate per sfruttare i benefici del clima marino per la salute. 

Inoltre, l'esposizione alla luce solare migliora la risposta immunitaria e aumenta la produzione di vitamina D con effetti positivi per la salute delle ossa. I bagni di luce e le passeggiate all'aria aperta producono una modificazione a livello biochimico capace di influenzare l'umore e combattere la depressione.

Leggi anche: Frasi sul mare

A piedi nudi sulla sabbia: un risveglio per i sensi

Stare a piedi nudi sveglia il metabolismo e produce una serie di reazioni in grado di influenzare la chimica dell'organismo: dai piedi al cervello, corpo e mente ritrovano il benefico contatto con la terra. Dalle ricerche emerge che l'abitudine a camminare a piedi nudi porta a una riduzione di dolori muscolari e infiammazioni, migliora la circolazione, abbassa i livelli di cortisolo nel sangue e influenza lo stress ossidativo modulando la funzione neurologica.

Al mare si aggiunge un ulteriore elemento: la sabbia, che scatena una potente risposta a livello emozionale e sensoriale.

Affondare i piedi nella sabbia e sentire il massaggio dell'acqua fredda intorno alle caviglie aiuta a mantenersi in forma, tonifica e stimola la circolazione. Agli effetti benefici per la salute si aggiunge una sensazione di profondo rilassamento e buon umore. Una medicina antietà per ritrovare il piacere di essere felici, passo dopo passo, immersi nell'azzurro.

Il potere del colore blu

Nel corso di un'indagine effettuata nel 1995 e pubblicata su Environmental Psychology sono stati coinvolti due gruppi di studenti. Un gruppo viene alloggiato in camere con vista panoramica sulla natura, mentre l'altro si trova di fronte a un contesto urbano. Il risultato? L'ambiente naturale favorisce la concentrazione e aumenta il senso di calma, tanto da migliorare il livello di attenzione e la risposta creativa, con effetti positivi sull'autostima e la generosità fra le persone.

Inoltre il blu è un colore che favorisce naturalmente la calma e la serenità.

Nel corso di uno studio condotto nel 2003 è stato chiesto a 232 persone di ogni parte del mondo di scegliere il colore preferito. Il risultato? Netta prevalenza per il blu. Questo colore, che evoca il cielo e l'acqua, al mare vede fondersi i due elementi in uno spettacolo naturale capace di scatenare la nostra meraviglia. Secondo la cromoterapia il blu calma la mente, porta serenità e trasmette fiducia. 

Al mare, ci riscopriamo tutte un po' bambine

In acqua, torniamo tutte un po' bambine. Ci spogliamo dei vestiti e dei ruoli che indossiamo nella vita di tutti i giorni: all'improvviso, a contatto con la nostra nudità, ritroviamo la semplicità dell'essere felici nel nostro stato naturale, senza cose da fare, né maschere sociali.

Il benessere porta a una sensazione di appagamento e gioia pura, in grado di influenzare positivamente il processo di autostima: ci sentiamo più rilassate, senza schemi, pronte a vivere la magia del momento presente, qui e ora. In acqua, facciamo qualcosa che nella routine giornaliera ha poco posto, e finalmente ci concediamo la dolce ebbrezza del gioco.

Il suono del mare come una carezza

Il rumore del mare viene definito "rumore bianco" perchè è la somma di tutte le frequenze sonore percepibili dal nostro orecchio: una percezione di pace, una vera carezza per il corpo e per la mente. Genera un rilascio di endorfine e una immediata sensazione di benessere, calma e sicurezza. Le tensioni vengono eliminate e il sistema immunitario si rinforza. 

Il bello di lasciarsi cullare dalle onde

A pancia in su, a galla, trasportati con dolcezza dalle onde ritroviamo il piacere della pura presenza. Grazie al potere rivitalizzante e rigenerante dell'acqua, il corpo abbandona ogni tensione, la mente si rilassa.

Il corpo umano è fatto di acqua per una percentuale che varia dal 90%, nei neonati e il 75%, in età adulta. Invecchiando la percentuale d'acqua diminuisce progressivamente, eppure ogni volta che ci immergiamo ritroviamo il contatto con un utero primordiale.

A proposito di mamme, una ricerca del 2013 apparsa sulla pubblicazione scientifica The Lancet ha preso in considerazione 1040 donne in gravidanza. Grazie alle analisi sulla concentrazione urinaria di iodio, è stato dimostrato che l'ambiente marino favorisce il benessere della donna e del feto. Nuotare nell'acqua salata annulla il peso del corpo: una sensazione di leggerezza insieme a un profondo piacere. Migliora la circolazione e si alza l'umore, stuzzicando la felicità... di mamma e bambino! L'importante è coprirsi adeguatamente proteggendosi dai raggi solari.

Riproduzione riservata