barbados-2

Credits: Sime
3 3

Coste e foreste selvagge

Vista da lontano, dal cielo o dal mare, appare come un atollo bianco, luminosissimo. La sua costa occidentale è avvolta in un nastro spettacolare di sabbia bianca, borotalcata, lambita da frondose
palme di cocco e da acque cristalline, quasi innaturali. Mentre quella orientale riceve le onde prepotenti dell’oceano Atlantico. Tutto intorno, la barriera corallina. Ma non solo intorno, perché
l’isola è composta proprio da un profondo zoccolo di madrepora (corallo). Che, essendo poroso, assicura un’azione filtrante delle piogge. Questo vuol dire: acqua limpidissima, sorgenti termali e grotte meravigliose, come la sorprendente Animal Flower Cave, con pozze di acqua salmastra in cui
fioriscono gli anemoni di mare. O come la famosa Harrison’s Cave, un sistema di grotte sotterranee con stalattiti, stalagmiti e piscine naturali. Attenzione: prima di entrare, a bordo di un veicolo elettrico, all’ingresso si nota un bellissimo ficus con radici aeree. Quello è il famoso “barbados”.
Poco distante, sempre nell’interno dell’isola, c’è Flower Forest (Highway 2, scotland district, dalle 9 alle 17) un magnifico parco foresta con un trionfo di alberi e piante tropicali. Per arrivarci si passa da Welchman Hall Gully, stretta gola naturale fitta di piante tropicali: un piccolo mondo che rispecchia bene ciò che videro i portoghesi quando sbarcarono a Barbados quattro secoli fa.
Spingendosi ancora un po’ più a nord si arriva a Cherry Tree Hill, collina coperta da un bosco di mogani dalla cui cima si ha un panorama mozzafiato sulla costa est. Questo è il litorale selvaggio,
dove l’oceano è il paradiso dei surfisti esperti, ma la sua forza può essere pericolosa per chi è in cerca di tuffi e nuotate. Qui c’è Bathsheba, paesino di pescatori con la mitica spiaggia, chiamata Soup bowl per la schiuma vaporosa delle onde che agitano le acque, dove si danno appuntamento
ragazzi inguainati nelle mute e con le tavole sotto il braccio.

Nella foto, escursione a Cherry Tree Hill, la collina coperta da un bosco di mogani. Da qui si gode una splendida vista sulla costa Est.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te