Sponsorizzato da

7 cose da fare al rientro dalle vacanze per mantenere la pelle bella e in salute

Credits: Shutterstock

L'estate è una stagione meravigliosa e quando se ne va lascia, oltre ad un velo di malinconia, le tracce del suo passaggio anche sulla nostra pelle, e non si tratta solo dell’abbronzatura. Ecco una semplice guida per prenderti cura di te attraverso gesti quotidiani, alimentazione e trattamenti ad hoc, per affrontare l'arrivo dell'autunno più splendente che mai

Disidratata, spenta e un po’ segnata: così può apparire la pelle dopo l’estate. Anche se l’hai protetta adeguatamente con i filtri solari. Sul viso le linee di espressione sembrano accentuate e sul corpo compaiono aridità. Per non parlare del rischio discromie: svanita l’abbronzatura, il colorito è meno uniforme e sulle zone maggiormente esposte (zigomi, fronte e décolleté) possono manifestarsi accumuli di melanina. Potrebbe trattarsi di photoaging, l’invecchiamento cutaneo dovuto all’esposizione solare. 

Sicuramente si può combattere, anche se il solo manifestarsi porta con sé un velo di malinconia. In fondo, la pelle un po’ provata ci ricorda che la bella stagione è passata, oltre a richiamarci all’ordine avvisandoci che è arrivato il momento di prendersene cura. Cosa fare per affrontare l’autunno in bellezza?
Ecco un’agile guida in 7 passi.

1. Esfoliazione meccanica per un viso più luminoso

Introduci nella tua beauty routine un gommage per il viso con microgranuli. Oltre a liberare la pelle dalle cellule morte, l’esfoliazione meccanica serve ad assottigliare lo strato corneo (la parte più superficiale dell’epidermide), che in estate si ispessisce come risposta di difesa dalle radiazioni solari. 

La frequenza d’uso del gommage? Due volte alla settimana, sul viso struccato e appena umido. I movimenti devono essere lievi e circolari, senza strofinare troppo la pelle.

2. Idratazione costante per la pelle

Dopo l’esfoliazione, la pelle ha sempre bisogno di essere idratata per ricostituire il film idrolipidico ed evitare che si secchi o che, al contrario, produca sebo in eccesso: una pelle eccessivamente sgrassata può reagire diventando ancora più grassa.

Opta, quindi, per idratanti a base di acido ialuronico, una molecola naturale in grado di trattenere l’acqua negli strati superiori dell’epidermide, contribuendo così a renderla più turgida e piena. Si tratta di una sostanza che produce il corpo umano, e che a partire dai 25 anni comincia gradualmente a diminuire. La conseguenza? Un viso che sembra più svuotato (soprattutto a livello degli zigomi) a causa del tempo che passa, ma anche delle aggressioni esterne.

Un’integrazione di acido ialuronico aiuta a riempire le linee d’espressione e i solchi lasciati dall’eccesso di esposizione al sole e al vento: ciò che in cosmesi si chiama "effetto plumping", un’azione riempitiva del viso che appare giovane, e la pelle levigata.

3. Integratori alimentari specifici per ritrovare un viso uniforme e compatto

Dopo gommage esfolianti e fluidi idratanti, il viso è idratato e in parte luminoso, ma quanto a lungo? A volte i rimedi topici potrebbero non bastare. In questo caso, un aiuto proviene dall’integrazione alimentare di sostanze funzionali che agiscono per via sistemica, intervenendo cioè nei meccanismi di formazione delle cellule del derma. Assumere integratori specifici per la pelle potrebbe essere anche un modo per potenziare gli effetti dei cosmetici.

Dopo l’estate, pianifica quindi, un ciclo di integratori di sostanze utili alla bellezza della pelle. Le più efficaci sono il già menzionato acido ialuronico che svolge una forte azione idratante nei tessuti, riempiendo i volumi del viso che potrebbero apparire svuotati. L’acido ialuronico assunto dall’interno, inoltre, potrebbe contribuire ad appianare rughe e linee di espressione.

4. Vitamina C, l’alleata dell’elasticità cutanea

Per combattere invece la perdita di tono e di compattezza, molto efficace si rivela la vitamina C, una vitamina molto difficile da inserire nei cosmetici in forma “stabilizzata”. Una volta aperto il prodotto, la vitamina C per uso topico si degrada facilmente disperdendo le sue potenzialità. Ecco perché è più efficace assumerla sotto forma di integratori. 

Ma qual è la sua funzione per la pelle? La vitamina C stimola la produzione di collagene, la proteina responsabile dell’elasticità cutanea, quella che fa sì che il viso resti “su” e non ceda. 

5. Il rame, il minerale che rende il colorito uniforme

Restando nell’ambito degli integratori, un’altra sostanza efficacissima dopo l’estate è il rame, poiché aiuta la pigmentazione regolare della pelle, evitando gli accumuli disomogenei della melanina. Il risultato è una pelle uniforme, priva delle antiestetiche discromie che, con l’aiuto di questo prezioso minerale ed eventuali cosmetici schiarenti, si attenuano sempre più.

6. Burri e oli vegetali per nutrire la pelle del corpo

Naturalmente gli integratori per la pelle avranno un effetto non solo sul viso, ma anche sul corpo, la cui pelle apparirà più liscia e morbida al tatto. Se però la secchezza non tarda a scomparire, non farti mancare creme idratanti a base di burri e oli vegetali: ricchi di vitamina E migliorano l’elasticità cutanea, combattendo aridità, desquamazioni e ruvidità. Oltre a mantenere i tessuti più sodi e compatti.

7. Acqua per potenziare l’azione anti-age di creme e integratori

Infine, bevi acqua, la migliore amica della pelle! La quantità giusta per mantenere la pelle giovane durante l'anno e soprattutto dopo l'estate è di 2 litri al giorno. Secondo uno studio condotto dallo European Hydration Institute sulle abitudini di vita di donne tra i 38 e i 64 anni ha evidenziato che chi beve meno di un litro e mezzo di acqua al giorno non risponde alle cure cosmetiche e ha una pelle più rugosa e disidratata rispetto a chi assume le quantità di acqua consigliate. 

D'altra parte, se uno dei passi per rientrare in bellezza nella routine quotidiana è assumere integratori, dovrai pur cominciare la giornata con un bel bicchiere di acqua, no?