Perdi 3 kg mangiando normalmente

Credits: Olycom
1 8

I chili di troppo non solo appesantiscono la silhouette, ma ostacolano anche il benessere dell'organismo. Infatti, il sovrappeso predispone a diversi disturbi: dalle malattie di tipo cardiocircolatorio al diabete, comprese le patologie degenerative.

Dunque, mantenersi in forma è importante prima di tutto per una questione di salute. Il primo motivo per cui si inizia un regime dimagrante dovrebbe essere proprio questo. "Sono a dieta per stare bene a lungo" è il presupposto di un programma di rémise en forme salutare e senza eccessi.

Una dieta sana ed equilibrata, però, difficilmente condurrà verso una perdita di peso "lampo", in linea con alcune mode alimentari estreme e pericolose. Un regime salutare porterà, invece, a una dimagramento graduale ma duraturo, poiché si perderà la massa grassa e, contemporaneamente, si aumenterà la massa magra (muscoli). Se consideriamo una perdita di peso ragionevole, attorno ai 3 kg in un mese, comprendiamo che la dieta migliore è quella che esclude digiuni, scelte monoalimento, menu iperproteici o famigerati integratori acquistati su Internet senza indicazioni del medico.

Invece, la "buona dieta" non può prescindere da una costante attività fisica: anche in questo caso, però, l'eccesso è controproducente.

/5

I chili di troppo si possono (e si devono) perdere senza sottoporsi a diete da fame. I regimi drastici, infatti, spesso ottengono l'effetto opposto a quello desiderato

 

Dimagrire e perdere i chili di troppo non è una sfida con noi stesse né una gara di privazioni. Infatti, decidere di rimettersi in forma è prima di tutto un regalo che facciamo alla nostra salute, presente e futura. E, come tale, la dieta va vissuta con gioia e senza eccessivi rigori o aspettative folli. Una perdita di peso ragionevole si attesta attorno ai tre chili in un mese, anche se in alcuni casi può superarli mantenendo comunque l'organismo in buona salute. Per dimagrire in modo sano, si può mangiare normalmente facendo attenzione, però, alla qualità del cibo e alle quantità. Si tratta di due variabili non sufficientemente considerate da chi ha troppa fretta di dimagrire ma fondamentali perché la perdita di peso sia duratura e senza rischi per il benessere psico-fisico

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te