• Home -
  • Salute-
  • Igiene alimentare: il decalogo da ricordare

Igiene alimentare: il decalogo da ricordare 

Per salvaguardare la propria salute è bene adottare regole di buona condotta igienico-sanitaria, anche nel campo alimentari. Sembrano consigli banali, ma è proprio grazie ad essi che si evitano intossicazioni alimentari

di Alessandra Montelli
Credits: 

Fotolia

 

Il vademecum di una sana condotta igienico-alimentare. Semplici regole di cui è sempre bene fare un rapido ripasso

1. Lavarsi sempre le mani prima di andare a tavola. Se non si dispone di acqua e sapone, fare uso dei pratici gel disinfettanti per le mani, da portare sempre con sè.

2. Non ricongelare mai un prodotto scongelato: si rischierebbe di incorrere nel botulismo, la pericolosissima intossicazione dei cibi. Tale regola è valida anche per alcuni tipi di pane che si acquistano al supermercato: spesso si tratta di impasto precotto precedentemente surgelato e poi riscaldato in negozio. Controllare sempre l'etichetta.

3. Controllare la temperatura del frigorifero: non deve superare i 4°C, altrimenti c'è il rischio che si formino dei microbi che possono causare infezioni alimentari.

4. Pulire regolarmente il frigorifero con una spugna pulita e disinfettata oppure inumidita con un po' di aceto. Niente paura: l'odore evaporerà rapidamente.

5. Non dimenticare i cibi in frigorifero: ricordarsi di controllare regolarmente eventuali cibi che stanno marcendo...

6. Prima di consumarle, lavare frutta e verdura, per eliminare l'eventuale presenza di microbi e di residui come ad esempio i pesticidi. Per una maggiore sicurezza è bene utilizzare il bicarbonato disciolto nell'acqua del lavaggio degli ortaggi da consumare crudi.

7. Controllare la data di scadenza dei cibi, anche di quegli alimenti che non sono facilmente deperibili (come pasta, cereali, spezie...): il rischio è proprio quello di consumare cibi vecchi depositati in dispensa da tanto tempo.

8. Dopo la cottura, non lasciare i cibi per più di 2 ore a temperatura ambiente.

9. Proteggere i cibi consumati parzialmente o cotti in casa con la pellicola trasparente o metterli in contenitori ermetici per evitarne lacontaminazione.

10. Preferire la cottura a vapore che preserva meglio le qualità nutrizionali dei cibi

E tu sai conservare i cibi?

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/igiene-alimentare$$$Igiene alimentare: il decalogo da ricordare
Mi Piace
Tweet