Come ritoccare le foto

«Un buon fotografo è una persona che comunica un fatto, tocca il cuore, fa diventare l’osservatore una persona diversa», diceva Irving Penn, uno dei grandi maestri della fotografia mondiale. Un'affermazione che mette in luce il carattere più bello di questa passione, che in molti trasformano in mestiere, ma che non esclude nessuno.

Chiunque, infatti, può realizzare degli scatti in grado di scatenare emozioni, il professionista come l'amatore. Per farlo, però, è necessario avere le giuste competenze, un soggetto che valga la pena ritrarre e un buon obiettivo. Gli smartphone hanno rivoluzionato il mondo della fotografia, rendendo accessibile a tutti la possibilità di realizzare immagini e condividerle in tempo reale. Grazie a Instagram e ad altre applicazioni, poi, è possibile ritoccare gli scatti, aggiungendo filtri particolari e migliorando esposizione e illuminazione.

Ma come destreggiarsi tra le mille funzioni? Ti aiutiamo noi con 7 semplici consigli.

Ritoccare le foto: 7 consigli per rendere le fotografie più belle

Modificare le foto per renderle più belle e accattivanti: ecco i trucchi degli influencer

Grazie alla tecnologia oggi anche un semplice smartphone può realizzare immagini di alto livello, rendendo ipoteticamente tutti in grado di andare dritto al cuore delle persone con le proprie immagini attraverso la pubblicazione sui social network. Lo sviluppo e la diffusione di applicazioni che permettono di modificare gli scatti e introdurre dei filtri ha ulteriormente avvicinato il mondo della fotografia al grande pubblico.

Eppure, di fronte, a una così grande varietà di opportunità, realizzare la foto perfetta non è così semplice. Proprio la moltitudine di scelta rischia di creare confusione. Per questo motivo abbiamo pensato di raccogliere alcuni suggerimenti che potranno esserti utili per diventare una fotografa provetta. Se il soggetto e l'inquadratura sono importanti, è altrettanto vero che l'editing successivo dell'immagine è quello che trasforma una foto banale in una memorabile.

Scopri nella gallery i nostri consigli rubati agli influencer del web!

Utilizzare la fotocamera

Per far sì che una foto sia perfetta non basta il ritocco, è necessario che lo scatto sia stato realizzato seguendo alcuni parametri. Per esempio: è meglio utilizzare la fotocamera principale del cellulare, invece di scattare la foto direttamente attraverso Instagram; seguire la regola dei terzi (applicare  un reticolato immaginario all’inquadratura per dividerla in nove quadrati,  sforzandosi di fotografare i soggetti in corrispondenza delle linee o  delle intersezioni); scattare diverse foto e non accontentarsi della prima.

I programmi per ritoccare

Il programma più conosciuto per ritoccare le foto è senz'altro Photoshop. Se però non sei disposta a spendere così tanto, puoi fare affidamento su altri sistemi, a seconda che tu preferisca applicazioni per il telefono o per il computer. Per la prima categoria puoi fare affidamento su Instagram, che nell'ultimo periodo ha aggiunto nuovi filtri e la possibilità di deciderne l'intensità, oppure su Vsco Cam, disponibile sia per iOS che per Android, che mette disposizione vari filtri e funzioni di editing delle immagini. Per chi invece preferisce programmi più professionali, per il computer, una valida scelta è rappresentata da Pixlr, Fotor e Gimp.

Attenzione al colore

Spesso quando si hanno a disposizione diversi filtri per rendere più luminosa la nostra foto ci lasciamo prendere la mano, cercando di esaltare i colori e le sfumature. In alcuni casi, invece, è meglio non esagerare. Specie quando abbiamo a che fare con paesaggi naturali, non è necessario modificare i colori, basta solo esaltarli senza strafare con i filtri. In alcune situazioni, piuttosto, puoi giocare con la cosiddetta temperatura del colore. Questa funzione è particolarmente utile, ad esempio, se si vogliono mettere in risalto delle nuvole. In questo caso può essere utile giocare su tonalità diverse da quelle reali.

Ritoccare se stessi

Diverso è il caso in cui il soggetto della foto è una persona in primo piano, come avviene per i selfie. Per queste situazioni esistono diverse app e programmi specifici per il ritocco del viso. Facetune, ad esempio, permette di far sparire diversi difetti del volto. Kim Kardashian, invece, ha raccontato di affidarsi spesso a Perfect365, disponibile gratuitamente sia per Android che per iOS, ha diverse funzioni, tra cui quella di eliminare le occhiaie e cambiare il colore degli occhi.

L'importanza dei livelli

Programmi come Pixlr, Fotor e Gimp consentono di correggere la luminosità della foto. Tutti hanno una funzione automatica per gestire luci e ombre, ma in alcuni casi è meglio usare la funziona manuale per correggere i singoli elementi della foto. Non sempre, infatti, tutti i soggetti hanno bisogno di una modifica. Alcuni possono essere più in ombra di altri e grazie alla possibilità di gestire manualmente i livelli potrai personalizzare l'immagine secondo i tuoi gusti.

Eliminare oggetti

Ci sono casi in cui una bella foto viene rovinata da qualcosa che distrae dal soggetto principale. In questi casi si può decidere di "croppare" la foto, cioè ritagliare l'immagine eliminando l'elemento di disturbo sullo sfondo. Questa funzione è particolarmente utile quando in un selfie compare dietro qualcuno che non vorremmo. In alcuni casi però il crop può danneggiare l'equilibrio di un'immagine. È il caso di quelle situazioni in cui ai soggetti vengono mozzate gambe o altre parti del corpo perché si sbaglia inquadratura. In altri casi si può ricorrere ad applicazioni in grado di eliminare gli oggetti dall'immagine: fra queste è piuttosto popolare TouchRetouch, disponibile sia per iPhone sia per Android.

Come usare i filtri

I filtri sono particolarmente utili per dare un effetto particolare alla foto. Ad esempio quando si vuole un'immagine in bianco e nero o con un sapore retrò. Bisogna però saperli usare e soprattutto saperli dosare.

Facendo riferimento ai più popolari filtri di Instagram, ecco quello che devi sapere: Earlybird conferisce all’immagine tonalità vicine al seppia, con colori caldi e una vignettatura più scura verso i bordi che mette in risalto il centro dell’inquadratura; Valencia attenua l'intensità del colore e aumenta i contrasti tra i soggetti dell'immagine; Myfair aumenta il contrasto, la saturazione, la luminosità nella parte centrale della foto e aggiunge una leggera vignettatura ai bordi; Sutro evidenzia i toni del viola e del marrone e applica un effetto seppia all’immagine.

Riproduzione riservata