1/6 – Introduzione

Quando si desidera fare un tatuaggio, tantissime persone amano scegliere un simbolo speciale o un ricordo che porteranno sulla loro pelle per tutta la vita. Inoltre per gli appassionati, tatuarsi è come una vera e propria “droga” e non riescono più a fare a meno di pensare al loro prossimo tatuaggio. Tuttavia, ci sono alcuni periodi dell’anno in cui è sconsigliato tatuarsi, ma se è impossibile farne a meno allora è necessario ricorrere a dei trattamenti specifici per salvaguardare la zona della pelle che è stata sottoposta alla seduta di un tatuaggio. In particolare, in estate, quando il sole è forte bisogna proteggere al meglio la pelle dai danni dei raggi UV, che sono dei veri e propri nemici dei tatuaggi, oltre che della cute. Ecco alcuni consigli su come proteggere i tatuaggi in spiaggia.

2/6 Occorrente

  • Crema solare
  • Panni di cotone
  • Indumenti
  • Crema idratante

3/6 – Applicare sempre una crema protettiva

Proteggere al meglio il tatuaggio è fondamentale anche per evitare che il disegno sbiadisca. Per godersi una giornata in spiaggia in totale serenità occorre innanzitutto portare con sé una crema protettiva da applicare sulla zona tatuata. Questo accorgimento deve inoltre essere adottato anche in altri contesti quando non si è in spiaggia, ad esempio se si fa una passeggiata è bene assicurarsi di coprirlo con i vestiti.

4/6 – Prestare attenzione al contatto con la sabbia

Se il tatuaggio è stato appena fatto, una regola essenziale è quella di evitare assolutamente di esporlo ai raggi solari, all’acqua di mare oppure in piscina per circa due o tre settimane poiché queste situazioni potrebbero irritare la pelle. Ulteriore attenzione va posta anche alla sabbia, anch’essa una vera nemica dei tatuaggi poiché il contatto con essa potrebbe provocare infezioni. Il tatuaggio sarà completamente guarito dopo circa tre mesi.

5/6 – Coprire il tatuaggio con dei panni in cotone

Si consiglia di andare al mare al termine della cicatrizzazione: se proprio è impossibile rinunciare ad andare in spiaggia, allora è buona norma coprire il tatuaggio con dei tessuti di cotone in modo tale che non penetrino i raggi solari, tuttavia in questo caso bisogna prestare attenzione a non esercitare troppa pressione sulla pelle. Per mantenere la zona sempre ben nutrita e idratata è necessario assumere la buona abitudine di applicare una grande quantità di crema idratante e solare. Quest’ultima soluzione è essenziale per salvaguardare la cute e mantenerla sempre morbida. Se dovessero manifestarsi infezioni o il processo di cicatrizzazione non va a buon fine è fondamentale seguire con accortezza tutti i suggerimenti del tatuatore. Se invece la situazione peggiora è bene chiedere un consulto al medico di fiducia che saprà fornire i consigli giusti per trattare al meglio la parte irritata.

6/6 Consigli

  • Si consiglia di evitare l’esposizione al sole se il tatuaggio è stato appena fatto