Benefici nuoto

RITORNO ALLE ORIGINI

L'acqua è una delle componenti fondamentali del corpo umano, tanto che nei neonati supera il 75%. Questa percentuale mostra una diminuzione progressiva durante l'età adulta, tuttavia nel corso della vita il rapporto con questo elemento è continuo e rimane profondamente connesso a ciò che siamo. L'essere umano si sviluppa nel mondo rarefatto di un sacco amniotico in cui si galleggia immersi in un liquido che nutre e sostenta. Nuotare non costituisce soltanto un allenamento prezioso in grado di rendere armonioso il corpo, bensì rimanda a un incontro ancestrale, là dove il rumore cessa e nel silenzio risuona il battito del proprio cuore.

Nuotare combatte lo stress

Corpo elastico, mente rilassata

ZEN NEL CORPO E NELLA MENTE

Scopri le mosse giuste per sfogare lo stress.

Sai vivere pienamente nell'attimo presente?

Camminare mantiene il corpo elastico, calma la mente e aiuta a invecchiare in armonia. Una meditazione, passo dopo  passo.

Meditare non è questione di luoghi o regole, ma semplicemente un'attitudine che coinvolge corpo e mente.

Le città in cui viviamo sono un concentrato di rumori: abbiamo bisogno di quiete e imparare a fare silenzio, fuori e dentro di noi.

Ecco come meditare... senza meditare!

Stimolare le endorfine

NUOTO ANTI ANSIA

Come emerso nel contesto di diversi studi scientifici, nuotare stimola la produzione di endorfine tanto da mostrare effetti sulla resistenza al dolore e il benessere psicofisico. Problematiche legate a depressione, ansia, stress e nervosismo possono trarre numerosi benefici da questa attività, soprattutto se praticata con regolarità. Particolarmente utile per uno sviluppo armonioso del corpo, il nuoto è adatto anche ai piccolissimi, così come nella terza età o nel caso di uno stile di vita sedentario: i movimenti, profondi e ritmici, in acqua diventano un massaggio in grado di ridurre tensioni e stati di rigidità. Mentre nuota o galleggia il corpo si sente magicamente disconnesso dal mondo dominato dalla gravità e questo dato di incredibile leggerezza si ripropone a livello psicologico e mentale. La mente diventa silenziosa e per un attimo torniamo bambini, con un corpo sospeso e meravigliosamente fluttuante.

Sport in acqua

IMPARARE A DISCONNETTERSI

Nuotare in mare aperto è un esperienza molto diversa rispetto all'attività in una piscina, ma le strutture cittadine hanno il vantaggio di permettere di avvicinarci all'acqua anche durante il periodo invernale e, inoltre, rendono più facile un allenamento mirato e intenso. Chi ha praticato il nuoto fin da bambino conosce il fascino esercitato da questi luoghi in cui regna l'acqua. A parte la bellezza o, al contrario, i limiti di alcune strutture, in piscina prende vita un piccolo mondo con le sue regole e i suoi percorsi. Al momento dell'ingresso passerai attraverso lo spogliatoio: lascia vestiti, documenti e soprattutto il cellulare. Permettiti di lasciare da parte per un paio d'ore i tuoi soliti abiti e ruoli, assapora la disconnessione. Riscopri il piacere di immergerti nel silenzio, ascoltare il ritmo della tua respirazione e percepire il cuore che corre, bracciata dopo bracciata. Non importa essere nuotatori con tempi da record: andare in piscina anche solo per una ventina di vasche può diventare una piccola piacevole abitudine da fare nel giorno libero o ogni volta che abbiamo bisogno di staccare.

Attività antistress

MIGLIORARE CALMA E CONCENTRAZIONE

Nuotare aiuta a avere un corpo flessibile, allenato, forte ma con dolcezza. A causa del fattore acqua, che oppone una resistenza maggior rispetto all'aria questo sport tende a sollecitare tutti i gruppi muscolari e, come evidenziato da svariate ricerche, contribuisce a ridurre la pressione arteriosa migliorando i livelli di grassi e glucosio nel sangue con un'azione preventiva preziosa su malattie cardiovascolari come ictus e infarto. I movimenti corretti sono precisi e definiti: con il tempo all'azione si impara gradualmente ad associare un'eleganza che costituisce un particolare tutt'altro che accessorio, poiché corpo e acqua diventano un tutt'uno, mentre la bracciata taglia la superficie azzurra con il minimo sforzo possibile. Mentre l'organismo si avvicina a un livello di rilassamento profondo, la concentrazione aumenta e migliora la capacità di attenzione con un effetto positivo sulla gestione del respiro e della quiete interiore.

Rilassarsi nuotando

RILASSARSI NUOTANDO

Il nuoto contribuisce a regolarizzare il sonno e contrasta le tensioni sia a livello fisico, sia sul piano mentale. Per i principianti è più facile iniziare con un corso, perché si è motivati a seguire con regolarità; inoltre un bravo istruttore può aiutare con consigli e indicazioni utili. Una volta imparate le basi, inizia ad assaporare il piacere di sentire il tuo corpo che si muove nell'acqua. Concentrati sui movimenti e la respirazione; per un attimo tutto ciò che hai lasciato fuori ti sembrerà lontano, non necessario. Sfrutta un paio d'ore di una giornata libera, da sola o con un'amica. Se puoi, scegli la mattina o il pomeriggio, scoprirai una piscina più silenziosa del solito e riemergere alla luce del sole dopo una breve fuga dedicata a te ti permetterà di affrontare anche il resto della giornata con più grinta.

Riproduzione riservata