Il sonno rende più intelligenti

Il sonno ci rende più intelligenti, ecco la tesi dell'Harvard Medical School di Boston. Dei suoi effetti positivi su pelle, peso e bellezza sapevamo già, ma cosa succede alla mente quando dormiamo? E alle mamme vip... toccano le notti in bianco?

Christina Aguilera: il sonno è una cura di bellezza

«La gente spende tantissimi soldi in creme, ma una notte per dormire bene e a lungo è quello che fa la differenza» ha spiegato Christina Aguilera, che dorme 8 ore per notte e considera il riposo notturno una vera e propria strategia di bellezza.

Effettivamente è così. Il sonno riguarda la parte più ancestrale di noi, per gran parte ancora sconosciuta: i suoi meccanismi influiscono sulla gestione di stress, ansia, fame e persino, secondo la tesi elaborata dal laboratorio di Boston, sull'intelligenza. Le conclusioni sfiorano orizzonti mai immaginati prima. «La memoria non riguarda il passato. La memoria serve al futuro,  perché il cervello trasforma le esperienza in regole da applicare in  contesti differenti» ha spiegato Robert Stickgold, che aggiunge: «Nulla  si ripete due volte in maniera esattamente uguale». E in fondo la sua  affascinante tesi non può che rievocare le antiche memorie della filosofia  agli albori della sua nascita. Come disse Eraclito, non si può  discendere due volte nel medesimo fiume.

Riproduzione riservata