Le foto più emozionanti di oggi

Credits: Patrick Baz

28 marzo. È stata svelata la gigantesca "rosa del deserto", la complessa struttura architettonica di dischi orizzontali e verticali sapientemente intrecciati dall'architetto francese Jean Nouvel. È il nuovissimo Museo Nazionale del Qatar a Doha, la capitale. È appena stato inaugurato alla presenza di funzionari dello Stato e personaggi famosi come  Johnny Depp, Naomi Campell, José Mourinho, i Sarkozy e Virginia Raggi. Presentato come "il nuovo orgoglio del Qatar Moderno", il museo ha un'anima tutta al femminile: alla presidenza c'è infatti la sceicca Al-Mayassa Bint Hamad Khalifa Al-Thani, a dirigerlo è la sceicca Amna bint Abdulaziz bin Jassim Al Thani.




Credits: Tolga Akmen

28 marzo. Un attivista anti-Brexit sventola le bandiere del Regno Unito e dell'Unione Europea davanti al Parlamento di Londra. Il primo ministro britannico Theresa May ha annunciato le dimissioni nel caso in cui l'accordo con l'Europa sia approvato. Ma tra i parlamentari non è stato raggiunto il consenso e lunedì si tornerà a votare per un secondo referendum oppure per l’unione doganale.

Credits: Munir Uz Zaman

28 marzo. Lo spettacolare punto di vista dalla cima del grattacielo verso la strada mostra i pompieri del Bangladesh mentre tentano di estinguere un incendio in un edificio di 19 piani ad uso commerciale a Dhaka. Alcune persone rimaste intrappolate nell'inferno di cristallo, in preda alla disperazione, hanno cercato di salvarsi dalle fiamme e dal fumo lanciandosi nel vuoto.

Credits: Alexandre Meneghini

27 marzo. Per la prima volta membri della famiglia reale inglese sono in visita ufficiale a Cuba. Carlo e Camilla hanno partecipato al gala del Teatro Licia Alonso a L’Avana. Grande l’emozione delle ballerine dell’Accademia, pronte ad entrare in scena!

Credits: Martin Divisek

26 marzo. Doro, l'atleta di Brunico Dorothea Wierer, ha compiuto un'impresa eccezionale per la storia del biathlon italiano: vincere nel 2019 la Coppa del Mondo generale di biathlon e non solo, anche i Mondiali di Ostersund  in Svezia nella stessa specialità. Il biathlon è lo sport invernale che abbina lo sci di fondo e il tiro a segno con carabina, nato dalle antiche abitudini di vita delle popolazioni nordiche. Ancora oggi i praticanti sono prevalentemente scandinavi o russi, mai nessun atleta italiano era riuscito a conquistare il prestigioso traguardo!


Credits: Mahmud Hams

26 marzo. Il suono improvviso delle sirene e subito dopo le fiamme e il fumo denso delle esplosioni avvolgono gli edifici colpiti a Gaza City. Israele risponde con i bombardamenti sulla striscia di Gaza al lancio di razzi dai palestinesi verso Tel Aviv. Dopo una notte di raid aerei al momento nell' area assediata si è ristabilita la quiete, grazie al "cessate il fuoco".

Credits: Etienne Laurent

25 marzo. La Biennale di Bombay Beach é una full immersione di arte, musica e filosofia che ogni anno si svolge sulle rive del lago Salton in California. Dalla prima edizione nel 2015 ogni anno la Biennale trasforma per tre giorni la città in capitale della cultura; ma l’influenza che l’arte lascia sulla comunità cresce di anno di anno, andando ben oltre i confini della durata del festival. Tanto da aspirare a trasformare definitivamente la città in una meta fissa per artisti e creativi.

Credits: Federico Parra

22 marzo. Una donna trsporta un boccione di acqua raccolta da un torrente della collina Wuaraira Repano, chiamata anche "El Avila", a Caracas. Il blackout elettrico dei giorni scorsi ha lasciato milioni di persone senza acqua corrente. Molte persone si sono organizzate per comprare acqua imbottigliata nei supermercati della capitale, ma i rifornimenti mancano, anche perché i container bloccano ancora il passaggio di viveri e beni di prima necessità sul ponte Tienditas che collega il Venezuela con la Colombia. I più disperati assaltano le fontane pubbliche nei parchi e qualsiasi fonte d'acqua disponibile intorno alla capitale. Tutto questo accade durante la Giornata mondiale dell’acqua (World Water Day), la ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, con lo scopo di sensibilizzare tutti i paesi sulla necessità dell'accesso all'acqua dolce e della sostenibilità degli habitat acquatici.




Credits: Andreco Studio / Climate Art Projext

21 marzo. Si trova a Nuova Dehli, é grande 300 metri quadri, é fatto di smog e si chiama Climate 05 - Reclaim Air and Water. E grida con tutte le sue forze “Stop ai cambiamenti climatici”. L’ha realizzato l’artista visivo Andreco utilizzando un inchiostro realizzato proprio con molecole di smog. Come location é stata scelta Delhi perché i suoi livelli di inquinamento sono i più alti al mondo.

Credits: Marvin Recinos

20 marzo. 15 giovani salvadoregni eseguono affondi di scherma vicino al villaggio rurale di San Pedro Masahuat, in El Salvador. Invece di una storica sala con pedane, stucchi e affreschi, la loro palestra è un campo polveroso, utilizzano maschere usurate, guanti strappati e armi arrugginite. Grazie allo sport e al lavoro dell'appassionato maestro ed ex atleta Ernesto Ramirez questi ragazzini potrebbero diventare schermitori di talento, ma soprattutto rimangono lontani dai guai. Il paese è soffocato dalla violenza delle bande criminali che reclutano ragazzini dall'età di 8-10 anni.


Credits: Dan Kitwood

18 marzo. E’ stata aperta alla stampa la mostra Asset Strippers alla Tate Britain a Londra. L’artista Mike Nelson fa suo il tema del declino dell’industria britannica e lo trasforma in una serie di cento installazioni che porta torni, telai da maglieria e cingoli tra le gallerie neoclassiche della galleria.

Credits: Brian J. Skerry

14 marzo. Non c'è più tempo...siamo sull'orlo di una crisi climatica globale e non è possibile aspettare che le generazioni future agiscano. La mobilitazione mondiale degli studenti di venerdì 15 marzo chiede ai governi impegni concreti e immediati per fermare il cambiamento climatico in corso. La manifestazione si ispira ai #FridaysForFuture della giovanissima Greta Thunberg, la sedicenne svedese che tutti i venerdì protesta in favore del clima davanti al parlamento di Stoccolma. La marcia degli studenti sarà globale: oltre 860 manifestazioni in 75 nazioni. Nella foto gli effetti visibili del riscaldamento climatico: l'iceberg si scioglie ai margini dell'Isola di Baffin, nell'Artico Canadese. Le rilevazioni scientifiche al radiocarbonio evidenzano come in questa zona i ghiacciai si trovano nelle posizioni più arretrate da 40.000 anni. L'immagine fa parte della mostra "Capire il cambiamento climatico" presso il Museo di Storia Naturale di Milano, un'esposizione immersiva nella quale grandi maestri della fotografia del National Geographic raccontano la profonda e allarmante trasformazione del Pianeta.


Credits: Charles McQuillan

13 marzo. Questo é il murales Bloody Sunday a Free Derry Corner a Londonderry, in Irlanda del Nord. Domani il Pubblico Ministero annuncerà se i soldati accusati dell’assassinio di 14 civili nel tragico Bloody Sunday (correva l’anno 1972) dovranno essere processati.

Credits: Alessandro Rocca / LVIA

13 marzo. “Non ci sono più le mezze stagioni”, oltre che tormentone da ascensore é (soprattutto) la campagna di LVIA per sensibilizzare il pubblico su quanto i cambiamenti climatici stiano drammaticamente impattando sulla vita in Africa Subsahariana. E’ soprattutto il nord del Kenya a soffrire una siccità tra le più gravi dell’intero pianeta.

Credits: Massimo Sestini

12 marzo. La nuova Milano dei grattacieli illuminati di Porta Nuova sembra la rampa di lancio di una base spaziale al crepuscolo. Da lontano le ombre e le luci prendono forme diverse, ma questa foto è grande 2 metri per 125 centimetri, si può avvicinare lo sguardo e scorgere le strade e le figure umane. E' stata scattata dal fotografo Massimo Sestini da un elicottero della Polizia di Stato, per immortalare le bellezze del nostro paese nella luce dei momenti più magici e misteriosi della giornata: l'alba e il tramonto. Questa fotografia fa parte della mostra "Orizzonti d'Italia", inaugurata oggi al Mamm, il Museo di Arte Moderna e Multimediale di Mosca, la prima tappa di un tour internazionale nelle capitali di tutto il mondo.

Credits: Ed Jones

11 marzo. Una donna in abiti tradizionali si incammina verso il seggio dove si vota l’Assemblea Popolare Suprema a Pyongyang. Chiamarle elezioni é davvero un eufemismo: innanzitutto l’Assemblea non ha alcun potere; inoltre i votanti non possono scegliere liberamente chi votare ma solo approvare o disapprovare l’unico candidato proposto dal potere centrale (va de sé che nessuno disapprova o si astiene poiché sono entrambe cose vietate).

Credits: Diptendu Dutta

11 marzo. Lavoratori indiani a Fulberi setacciano le polveri colorate che verranno utilizzate nell’imminente Holi Festival. Il festival dei colori, diventato famosissimo e diffuso in tutto il mondo, in India si celebra alla fine dell’inverno durante l’ultima luna piena: quest’anno cadrà il 21 marzo.

Credits: Matias Delacroix

11 marzo. Hugo Chavez versione murales occhieggia da un muro a Caracas. Ieri é stato il terzo giorno senza comunicazioni, acqua ed elettricità per i venezuelani. Un’interruzione dei servizi di questa entità non si era mai vista; ha provocato 15 morti e non sembra vedere la fine.

Credits: Cristina Donati Meyer

8 marzo. Si intitolano "Donne ribelli" e sono i 6 murales comparsi nella notte in diverse zone di Milano, 6 opere dell' Artivista Cristina Donati Meyer che rappresentano ragazze o donne che si sono opposte da sole alle aggressioni durante sfilate neo naziste, repressioni di polizia, parate para militari, in Europa e nel mondo. Le opere sono la risposta dell'artista alla giornata dell'8 marzo, per ricordare le conquiste sociali, economiche, politiche e le discriminazioni e le violenze che le donne ancora subiscono in molti paesi. Nella foto il murale realizzato sulle mura del milanese liceo linguistico “Virgilio”. Raffigura Lucie Myslíková, la 16enne che affrontò un gruppo di estrema destra per sostenere i valori di diversità, pace e comprensione durante la marcia del primo maggio a Brno, in Repubblica Ceca, nel 2016.

Credits: Mohd Rasfan

8 marzo. Cinque ragazze nuotano con code da sirena in una piscina dell'accademia di "mermaiding" a Klang, a sud-ovest di Kuala Lumpur. Indossano bikini e code con pinne di plastica coperte da tessuto scintillante e scivolano in apnea facendo evoluzioni subacquee e capriole simili al nuoto sincronizzato. La scuola ha già insegnato a circa 500 donne a nuotare come sirene.

Credits: WWF

6 marzo. Uno squalo balena fotografato un attimo prima di ingerire un sacchetto di plastica nell'oceano inquinato. Cento milioni di tonnellate di plastica all'anno vengono disperse in natura a causa della scorretta gestione della filiera di questo materiale (dalla produzione, al consumo, al riciclo, allo smaltimento). Il WWF  osserva che il solo approccio più sistematico lungo tutto il ciclo vitale della plastica permetterebbe di ridurre questi rifiuti del 57% . Inoltre il bando della plastica monouso (quella che vive meno di un anno) potrà ridurne la diffusione del 40%. Se ne parlerà all' Assemblea delle Nazioni Unite sull'Ambiente che si svolgerà a Nairobi dall'11 al 15 marzo. 

Credits: Pictures Ltd.

6 marzo. Per le hostess i tempi sono cambiati: non dovranno più subire rigidi standard di bellezza come i tacchi alti, le gonne e il make up. Virgin Atlantic è la prima compagnia aerea che permetterà al personale di cabina femminile di astenersi dal trucco e di indossare i pantaloni come parte della loro uniforme standard. Fino a questo momento i pantaloni erano disponibili solo su richiesta. È una piccola grande rivoluzione. Un'altra compagnia, la British Airways, ha recentemente impedito alle sue donne pilota di rivelare alla stampa le scarse politiche aziendali in merito alla maternità. Invece il magnate Richard Branson e la sua compagnia vanno controcorrente!

Credits: Marcelo Sayao

4 marzo. I membri della scuola di samba Imperio Serrano sfilano nel sambodromo Marques de Sampucai a Rio de Janeiro. Il più grande carnevale del mondo, quello inimitabile e senza eguali, anche quest’anno é partito!

Credits: Kim Ludbrook

4 marzo. Sarti in Bangladesh lavorano sul ciglio della strada nell’alba di Dhaka. Qui il lavoro di sartoria frequentemente si svolge sui marciapiedi, in mezzo al traffico dei passanti. Ed é una nobile ed antica professione.

Credits: Narendra Shrestha

4 marzo. Il coloratissimo make-up immerge l’uomo sacro (o sadhu) nell’atmosfera del festival Maha Shivatri. Ogni anno a Kathmandu migliaia di devoti indù, tra cui molti sadhu provenienti da tutto il Nepal e dalla vicina India, si ritrovano al tempio Pashupati per adorare Lord Shiva, dio della creazione e della distruzione.

Credits: Richard Bord

1 marzo. E' in corso la settimana della moda di Parigi: un calendario di sfilate attesissime e spettacolari. Durante il grande show parigino mancherà per la prima volta l'indiscusso protagonista Karl Lagerfeld. Chanel ha annunciato su Instagram che l'erede del grande maestro del fashion sarà Virginie Viard, che lui descriveva come la sua mano destra e sinistra insieme. In attesa di martedì, il giorno in cui sarà svelata la sfilata evento di Chanel, oggi il designer giapponese Issey Miyake ha presentato all'interno della palestra di una scuola la sua collezione invernale coloratissima con effetto caleidoscopio realizzata con il nuovo tessuto "Blink".


Credits: Herbert Neubauer

1 marzo. Una spettacolare fotografia aerea mostra il gruppo dei ballerini  durante il Ballo dell'Opera di Vienna. Il "Wiener Opernball" è l'evento annuale che si tiene tutti i giovedì precedenti al mercoledì delle Ceneri dall'inizio dell'800, l'appuntamento più importante del Carnevale viennese. Il dress code è rigidissimo: cravatta bianca e frac per gli uomini, abito da sera lungo per le donne. Ogni anno l'auditorium viene trasformato in una sala da ballo: le file di sedili sono rimossi dalla platea ed è posato un nuovo pavimento in corrispondenza del palcoscenico. Complessivamente la trasformazione del teatro in una sala da ballo richiede l'impiego di circa 650 persone e due giorni di lavoro.



Credits: Heiko Junge

1 marzo. Questa bellissima luce dell' aurora boreale è stata fotografata la scorsa notte nella parte meridionale della Norvegia. L'aurora boreale è uno dei fenomeni naturali più affascinanti e più fotografati al mondo che si verifica quando le particelle caricate elettricamente si scontrano con atomi neutri nella parte superiore dell'atmosfera, dando origine a una luce verde abbagliante che attraversa il cielo. Questa notte l’Aurora Boreale è stata particolarmente visibile a causa di una tempesta geomagnetica

Foto
Riproduzione riservata