parlamento-ottawa

Ottawa, capitale “english style” del Canada, è sicuramente una delle città più belle del Nordamerica. Riservata e cool, ha parchi dove fare lunghe passeggiate, musei-design che espongono opere d’avanguardia e l’imperdibile Byward Market con ristoranti di tutte le cucine del mondo. È perfetta da visitare in bici, a piedi o in barca sui fiumi e i canali che la attraversano. E il periodo migliore è proprio a fine settembre, quando inizia il foliage e i parchi assumono colori incredibili, una tavolozza variopinta che va dal ruggine al giallo, dall’arancio al marrone, dal caffelatte all’amaranto, dal rosso al bordeaux. È uno spettacolo da ammirare almeno una volta nella vita.

Nella foto, ricorda i palazzi del quartiere londinese di Westminster la costruzione che, a Ottawa, ospita il Parlamento.

Viaggi, nel cuore verde di Ottawa

In autunno, lo spettacolo del foliage regala nuovo splendore a una delle città più green del mondo. Potrete perdervi nei suoi 110 parchi, pedalare tra palazzi gotici e musei di design, navigare lentamente sul fiume. E per la pausa dolcetto vi diamo un indirizzo esclusivo: la pasticceria preferita da Barack Obama

ottawa

Vista dall’alto

La scoperta della città inizia da Parliament Hill (www.parliamenthill.gc.ca), la collina che ospita i palazzi del potere, costruiti dal 1861 in poi su modello del quartiere londinese di Westminster. Molto interessante è la visita guidata, gratuita, alle imponenti sale del Centre Block con la House of Commons, il Senate, la Confederation Hall dalle volte altissime e la Library, con scaffali neogotici in legno che contengono oltre un milione di libri.
Poi, con uno sferragliante ascensore, si sale sulla Peace Tower, la torre dell’orologio. Dall’alto dei suoi 92 metri il panorama è mozzafiato: sotto si estende a perdita d’occhio la città, punteggiata dalle macchie verdi di ben 110 parchi e percorsa dall’Ottawa River, dal Rideau River e dal canale che unisce Ottawa a Kingstone, sul lago Ontario. Una volta scesi, fra gli alberi si intravedono tante casette che assomigliano a quelle delle bambole, dove gatti randagi, orsetti lavatori e marmotte vengono accuditi da un gruppo di signore animaliste. A piedi o in bicicletta (Rentabike, Plaza Bridge,East Arch, tel.00116132414140, www.rentabike.ca) si scende in Confederation Square, la si attraversa e si è accolti dai sorridenti portieri in livrea del Fairmont Château Laurier (1 Rideau Street, tel.0016132411414, www.fairmont.com/laurier, da 220 euro la doppia). Simile a un maniero scozzese, ha ospitato nelle sue suite teste coronate e famosi attori di Hollywood.
Questo è il quartiere più chic di Ottawa: per lo shopping d’alta moda si va al Rideau Centre (50 Rideau Street,0016132366565, www.rideaucentre.net). Poco più oltre si arriva al Byward Market, sede dell’antico mercato, oggi ricco di bar, ristoranti, boutique, discoteche e locali glam. Per il brunch La Bottega (64 George Street, tel. 0016137897575, www.labottega.ca) è sempre affollata dai gourmand della città che apprezzano i suoi prodotti italiani. Il preferito da Obama, invece, è Le Moulin de Provence (55 Byward Market, tel.0016132419152, www.moulindeprovence.com). Grandi foto immortalano il presidente mentre mangia i tipici dolci a forma di foglia d’acero, con glassa e crema.

canadian-museum-civilization

Architetture d’autore

Imboccata Sussex Drive, a poche decine di metri, ecco sulla destra la Cattedrale di Notre-Dame. All’interno, sotto il soffitto azzurro tempestato di stelle, si ammirano splendide vetrate policrome. Di fronte alla chiesa il ragno gigantesco in bronzo di Louise Bourgeois monta la guardia alla National Gallery of Canada (380 SussexDrive, tel.0016139901985, www.gallery.ca). In granito rosa e grigio, rovere e acero, possiede coperture aeree poligonali in cristallo, interpretazione vittoriana degli edifici gotici inglesi. Belle le opere d’arte delle collezioni e addirittura straordinarie alcune delle mostre organizzate qui. Come quella intitolata Pop Life, aperta fino al 19 settembre, che espone capolavori di Andy Warhol, Maurizio Cattelan e Damien Hirst.
Attraversato l’Ottawa River sull’Alexandra Bridge, ponte in ferro del 1900, si raggiunge poi Gatineau, cittadina gemella della capitale. Qui, immersi in un silenzio irreale, si trovano colline ondulate, percorsi escursionistici, piste ciclabili ombreggiate da cedri e aceri secolari e laghi dove andare in canoa. E per chi è interessato ai popoli autoctoni del Canada, indiani e inuit, merita una visita il Canadian Museum of Civilization (100 rue Laurier, tel.0018197767000, www.civilization.ca) la cui facciata, simile a un’onda marina, è priva di spigoli perché, secondo la tradizione, non vi si possano nascondere gli spiriti maligni.

Nella foto, Il Canadian Museum of Civilization e, sullo sfondo, Parliament Hill.

national-gallery-canada

Il viaggio

Air Transat (tel.0659606512, www.airtransat.it) ha voli da Roma a Ottawa, via Toronto, da 550 euro. Giver Viaggi (tel.0105756320, www.giverviaggi.com) propone 12 giorni fly and drive con visita di Ottawa, Toronto, cascate Niagara e parco di Algonquin da 1.850 euro. Chi cerca una guida può chiamare
Luciano Pradal (tel.00161372930). Per informazioni: www.ottawatourism.ca.

Nella foto, l'originale copertura di cristallo sulla National Gallery of Canada.

Riproduzione riservata