Cannella: per i biscotti e non solo! Impara a conoscerla e usarla

La cannella è la spezia regina di dolci e tisane. Ma non solo! Questo goloso ingrediente non serve unicamente a preparare i famosi biscotti di Natale e la miscela del Christmas tea. Ha in realtà molteplici utilizzi in cucina e incredibili proprietà per la salute e la linea, tutte da conoscere e imparare...

La cannella è un ingrediente base di molti dolci famosi: dai biscotti alla cannella ai cinnamon rolls, dagli strudel alle torte di mele al vin brulè. Ma forse non tutti sanno che questa magica spezia è ricchissima di proprietà e può essere utilizzata anche per la preparazione di tè, infusi e tisane benefiche, piatti salati e ricette più o meno light.

Pochi in realtà conoscono la cannella per le sue doti eccezionali, il supporto concreto nel mantenere al top la salute e salvaguardare la linea. Questo perché la cannella ha il potere di agire sulla nostra capacità (e velocità) di assorbire gli zuccheri ingeriti. 

Differenza tra cannella Regina e cinnamomum cassia

Che cos'è la cannella? Questa spezia altro non è che la corteccia di un albero, il Cinnamomum zeylanicum oppure il Cinnamomum cassiache viene raccolta, arrotolata, essiccata e tagliata in pezzi (stecche) che ricordano delle piccole canne (da qui il nome italiano). I maggiori Paesi di produzione sono Sri Lanka, Madagascar, Malaysia, Antille, Vietnam, Sumatra e Indonesia.

Ne esistono quindi due tipologie con classe di valore differente. Una varietà più pregiata: la cannella Regina, che è il prodotto della raccolta da Cinnamomum zeylanicum e il cui luogo d’origine è l’isola di Ceylon (oggi Sri Lanka). Ha consistenza friabile e aroma penetrante ma delicato, è di colore marrone chiaro. E una varietà meno pregiata: la cannella cinese detta anche cassia, prodotto della raccolta da Cinnamomum cassia. Questa è di colore bruno, ha profumo più forte e consistenza poco friabile.

Proprietà salutari

La cannella è una spezia celebre per le proprietà salutari. Negli ultimi anni è diventata in particolare oggetto di studio per quanto riguarda le sue presunte capacità dimagranti. Ciò che di certo oggigiorno si sa è che aiuta a tenere sotto controllo l'assorbimento degli zuccheri nel sangue, rallentando o addirittura impedendo che si verifichino picchi glicemici. Anche per questo motivo, è sempre una ottima idea aggiungere un po' di cannella alle preparazioni dolci!

Un recente studio, pubblicato su "Diabetes Care", che ha coinvolto pazienti affetti da diabete di tipo 2, ha dimostrato che consumare quotidianamente cannella porta a una riduzione significativa dei valori della glicemia, dei trigliceridi e del colesterolo cattivo (LDL). Tutto ciò ci fa comprendere quanto la cannella sia indicata anche (e a maggior ragione) nei regimi dimagranti. 

Della cannella si dice anche sia amica dell'intestino, grazie alla ricchezza di fibre, e alleata nella riduzione dei dolori mestruali. Ma c'è molto di più: recenti studi hanno evidenziato anche un ruolo attivo di questa spezia nel rallentare la proliferazione delle cellulte tumorali. Per cui, potremmo dire che la cannella è un supercibo anche per quanto riguarda la prevenzione del cancro (fonte "Nutrition and Cancer"). 

Un supercibo dalle proprietà antibatteriche importanti,: tanto che riesce a ridurre la probabilità che si sviluppino nell'organismo batteri e funghi come, per esempio, la Candida. Così come agisce in modo efficace su mal di gola e affezioni delle prime vie respiratorie.

E un supercibo in grado persino di ridurre, in combinazione con il miele, la sintomatologia dolorosa legata a patologie articolari. Nonché di bilanciare gli ormoni, aiutando a prevenire condizioni di infertilità dovute a squilibri ormonali. 

Proprietà dimagranti e valori nutrizionali

La cannella, dunque, pare sia una spezia che aiuta anche chi deve dimagrire. Per quanto riguarda il valori nutrizionali, la cannella apporta 250 kcal ogni 100 grammi, non pochissimo, ma la quantità che basta usarne comunemente è talmente irrisoria da non essere mai rilevante nel computo totale di una ricetta. 

La cannella è un alleato di chi deve ritrovare la linea proprio perché, come già abbiamo spiegato, agisce sull'assorbimento degli zuccheri, rallentandolo e contemporaneamente dando una sferzata al metabolismo.

Il fatto che questa spezia agisca anche come regolatore ormonale non fa che aumentare la sua funzione positiva nella conquista del peso forma. Infatti, un pizzico di cannella aggiunto alle pietanze o in infuso aiuta anche a tenere a bada la fame nervosa

Cannella e miele

Il mix di miele e cannella è un vero e proprio trend tra i rimedi naturali. Si dice infatti che sia sufficiente miscelare 1 pizzico di cannella a 1 cucchiaino di miele e assumere il composto ogni giorno per assicurarsi un'azione antinfiammatoria, antiossidante, antibatterica e antifungina. 

Questo composto benefico dovrebbe inoltre dimostrarsi utile in caso di mal di stomaco, mal di denti, alitosi, dolori muscolari, inappetenza ma anche fame nervosa. Inutile temere le calorie, infatti, ne basterebbe una piccolissima quantità. Magari da assumere al mattino al posto di un'identica quantità di zucchero già prevista nel consumo della giornata per addolcire le bevande.

Controindicazioni: attenzione alle dosi giornaliere

Anche la cannella, benché spezia sana e naturale, ha le sue controindicazioni. Quest'ultime, però, si riferiscono sempre e comunque a un consumo eccessivo. Infatti, a meno che non si abbia una allergia, ciò che può portare problemi è l'impiego di un dosaggio molto elevato. 

Quali sono i rischi di un abuso di cannella? Tachicardia, tachipnea, sudori freddi, dissenteria, sonnolenza e anche depressione. Ma non solo, è importante in particolare non eccedere nel suo consumo in gravidanza poiché potrebbe stimolare le contrazioni uterine

Infine, la cannella contiene cumarina il cui consumo largamente eccessivo può da prima sovvraccaricare e poi intossicare il fegato e i reni. Attenzione, come già abbiamo accennato, anche alle allergie, comprese le forme cutanee derivanti dall'uso di olio essenziale di cannella.

Credits: Shutterstock

Come usare la cannella in polvere e in stecca

La cannella in stecca di base si usa per aromatizzare infusi, vini caldi o sangrie, marinate, secondi di carne, composte, confetture e frutta cotta. La cannella in polvere si usa invece per insaporire impasti dolci e salati, piatti d’ispirazione orientale, sughi, verdure (soprattutto patate e zucca), chutney, crostate o torte con la pere e mele, torte soffici, plumcake, biscotti, panna montata, dolci al cucchiaio, macedonie, creme a base di uova o cioccolato e via dicendo.

Quale scegliere al momento dell'acquisto? Come per tutte le spezie, la versione integra, in stecca, dura più a lungo e mantiene inalterato il suo profumo e il suo sapore. La versione macinata invece è indubbiamente più pratica e versatile. Il giusto compromesso sta nel comprare la cannella in stecca e sbriciolarla o ridurla in polvere al momento del bisogno con una semplice grattugia a fori piccoli.

Per quanto riguarda la conservazione, ti basterà tenere la cannella in semplici barattoli di vetro (meglio se a chiusura ermetica) da riporre in dispensa lontano da fonti di calore e di luce. Meglio evitare la mensolina in bella vista... ne va della durata stessa della spezia.

Tisana alla cannella

Con la cannella, puoi fare anche una buonissima tisana alla cannella. Ottima sia per la salute sia per la linea e facilissima da preparare: è sufficiente, infatti, far bollire un bicchiere d'acqua e poi lasciarvi in infusione per dieci minuti 1 stecca di cannella ed eventualmente dolcificare con un po' di miele. È una tisana eccellente per placare i dolori mestruali, aiutare la digestione, attenuare il mal di gola e il raffreddore, calmare lo stress e la fame nervosa, attivare il metabolismo.

In aggiunta ai pochi ingredienti dell'infuso base, si possono impiegare anche curcuma o zenzero: si potezierà così l'azione antinfiammatoria e digestiva della tisana.

Da provare, anche in formato bevanda calda, l'abbinamento classico cannella e mela piace a tutti. Perché quindi non provare ad aggiungere all'infuso base anche pezzetti di mela essiccata e scorze di limone? Si otterrà così una sorta di tisana alla "torta di mele".

Biscotti alla cannella e altre ricette dolci

La cannella trova il suo impiego ideale e naturale nelle ricette dolci. Dalla torta di mele allo strudel (che la prevede tassativamente nella sua ricetta originale) fino a golosi biscotti alla cannella e zenzero di tradizione nordica. Inoltre, con la cannella si possono aromatizzare creme, budini, tisane, cappuccini oltre all'immancabile cioccolata calda in tazza con o senza panna.

Ricette salate con la cannella

La cannella è poi ottima per arricchire con tocco aromatico anche le ricette salate. Sono tantissime le preparazioni etniche (orientali, mediorientale, magrebine...) che ne fanno largo uso ma non sono pochi nemmeno i piatti della cucina italiana. Per esempio in aggiunta alle zuppe, nella preparazione di arrosti, gnocchiripieni per pasta fresca.

Per una cena raffinata, puoi provare la ricetta del brasato con mele, prugne secche e cannella. Accompagnato, ovviamente, da un buon calice di rosso,  per esempio da un Barolo, farà subito tavola delle Feste.

E se ami i primi piatti coccola, in brodo, ti proponiamo invece la ricetta dei passatelli profumati alla cannella e anice stellato. Una delizia davvero originale, seppure 100% tradizionale, in grado di stupire anche gli ospiti più esigenti.

Riproduzione riservata