1/8 – Introduzione

Tempo d’estate, di caldo e di sole. Tutti al mare ad abbronzarci, anche i bambini. Per loro è una felicità stare al mare, giocare con la sabbia, fare i castelli, nuotare e molto altro ancora. Bisogna però fare attenzione, perché in agguato c’è un nemico insospettabile per i nostri bambini: il sole. Non è difficile, infatti, incorrere in scottature, di più o meno grave entità, dovute proprio ai raggi solari. Inoltre, i bambini, soprattutto se sono molto piccoli, si adattano più difficilmente al caldo e quindi possono essere soggetti facilmente a colpi di calore e di sole, oltre che a disidratazione. Per questo motivo, quindi, dobbiamo proteggerli adeguatamente, meglio ancora se riusciamo a farlo naturalmente, senza ricorrete a prodotti chimici che possono risultare persino allergizzanti, ma con poche mosse preventive e qualche prodotto naturale. Vediamo come.

2/8 Occorrente

  • Per la crema solare: 150 ml di olio d’oliva
  • 50 ml di olio di cocco
  • 50 ml di cera d’api
  • 2 cucchiai di ossido di zinco
  • 5 gocce di olio essenziale
  • alimentazione leggera
  • occhiali da sole
  • abiti chiari in tessuti naturali
  • cappellino da sole

3/8 – Protezione fuori casa

Innanzitutto, evitiamo l’esposizione al sole nelle ore più calde. Usciamo con i nostri bambini durante il primo mattino ed il tardo pomeriggio, cioè quando il sole non ha ancora acquisito o ha perso intensità. Portiamo pure i bambini al parco, preferendo comunque zone ombreggiate, meglio se in modo naturale grazie agli alberi, così che potranno godere anche di aria pura e tanto verde. Inoltre, vestiamo i bambini con abiti comodi e di colore chiaro. Anche la fibra del tessuto dovrà essere naturale, come il cotone e il lino. Se il bambino utilizza ancora il seggiolino nell’auto, rivestiamolo con un lenzuolino bianco di cotone. Facciamo indossare al nostro bambino sempre un cappellino e degli occhialini da sole adatti alla sua età ed assolutamente a norma CE.

4/8 – Protezione in casa

Anche in casa il bambino va protetto. Prima di tutto, applichiamo alle finestre delle zanzariere per evitare spiacevoli inconvenienti dovuti ad insetti che durante il periodo estivo sono sempre in agguato. In questo modo, quindi, potremo rinfrescare le camere naturalmente aprendo spesso le finestre, soprattutto di primo mattino e di sera. Durante le ore più calde della giornata, invece, sarà preferibile tenere le finestre oscurare, abbassando persiane o tapparelle, per evitare un surriscaldamento dell’ambiente dovuto proprio all’azione dei raggi solari. Potremo utilizzare anche l’aria condizionata, con una temperatura giusta, mai troppo bassa, regolata su due o tre gradi in meno rispetto alla temperatura esterna. Il condizionatore, poi, non dovrà mai essere posizionato in modo da investire direttamente il bambino.

5/8 – Alimentazione in estate

Anche l’alimentazione ha la sua importanza. Facciamo bere tanta acqua ai nostri bambini, per evitare la disidratazione. I pasti dovranno essere leggeri e molto semplici, con tanto yogurt e anche gelati, preferibilmente alla frutta, meglio ancora se biologici o fatti in casa. Evitiamo, invece, di far bere ai bambini bibite gassate e zuccherine e acqua troppo fredda. Quando, poi, saranno in spiaggia, dovremo utilizzare una crema solare ad alta protezione per proteggerli dai raggi UVA e UVB e, se il bambino ha una pelle molto chiara, potremo fargli indossare anche una maglietta di cotone bianco per proteggerlo ulteriormente.

6/8 – Protezione in crema

Se vogliamo proteggere i nostri bambini con un prodotto ad alto fattore protettivo, senza però rinunciare, anche in questo caso, alla naturalezza delle componenti, potremo creare da soli la nostra crema solare, utile per i bimbi ma anche per gli adulti. Occorrerà mescolare dell’olio d’oliva con dell’olio di cocco e della cera d’api, acquistabili al supermercato o in erboristeria. Aggiungiamo poi dell’olio essenziale, scegliendo la fragranza che preferiamo, e passiamo a sciogliere il tutto mettendo il composto su fuoco dolce a bagnomaria. Una volta che si sarà sciolto completamente, aggiungeremo dell’ossido di zinco, acquistabile in farmacia oppure nei supermercati più forniti nei reparti riservati ai prodotti per neonati. Una volta ottenuta la giusta consistenza cremosa, togliere dal fuoco e lasciar raffreddare. Travasare poi il composto in un contenitore di vetro. Prima di utilizzarlo, sarà preferibile lasciarlo riposare per un’intera giornata.

7/8 Guarda il video

8/8 Consigli

  • Nel preparare in casa la vostra crema solare, tenete presente che 1 cucchiaio di ossido di zinco equivale ad un fattore di protezione solare di 10. Per aumentare il fattore basterà aggiungere altro ossido di zinco fino a raggiungere il fattore solare desiderato.
  • Quando siete al mare, ricordate di applicare ai vostri bambini la crema solare dopo ogni bagno in acqua.

Alcuni link che potrebbero esserti utili