Due ragazze al mare insieme

5 cattive abitudini che stanno rovinando le tue amicizie più care

Anche se non ce ne accorgiamo, ognuna di noi scivola in cattive abitudini che rovinano le amicizie, anche quelle più care: ecco come riuscire a identificare e capiamo come combatterle

Sentirsi immuni è un errore, perché non si salva nessuna: ognuna di noi, inevitabilmente, si fa prendere dalle cattive abitudini che rovinano le amicizie, spesso senza neanche rendersene troppo conto.

I motivi sono tanti: si dà per scontato il tempo passato insieme, si pensa che quella specifica relazione sia per sempre. Invece non è così: ogni amicizia è come una deliziosa piantina da coltivare e annaffiare, che rischia di seccare senza le dovute cure.

Per identificare queste cattive abitudini bisogna fare un po' di autoanalisi ed essere critiche: sapere di sbagliare, infatti, è il primo passo per riuscire a mantenere sani i nostri rapporti.

Rimandare continuamente

È vero, le nostre amiche sono sempre lì. Cada il cielo, franino le montagne, loro ci sono sempre. Questo però non significa che possiamo continuare a posticipare i nostri incontri o le nostre telefonate perché c'è sempre qualcosa di più importante in ballo.

Anzi, l'errore sta proprio lì: far capire che ci sarà sempre qualcosa prima di loro. L'amicizia necessita di tempo, di spazio, di risate e complicità: non trovare neanche il tempo per un caffè si trasforma, con il passare del tempo, da semplice inconveniente a mancanza di rispetto.

Questo vale ancora di più se rimandiamo gli incontri con un'amica che per noi ha sempre spazio e che fa sempre i salti mortali per esserci. Cerchiamo di immedesimarci e di dare sempre ciò che riceviamo.

Dimenticare l'empatia

Sembra un vero paradosso, eppure talvolta dimentichiamo di essere empatiche proprio con le persone che amiamo di più. Comprendiamo e ci immedesimiamo alla perfezione nelle difficoltà degli altri, ma la nostra visione delle amiche più care, improvvisamente, si distorce.

Attenzione, questa assenza di empatia nei confronti di chi ci è più caro talvolta non è frutto di cattiveria, ma di un errore: quello di credere che la persona che abbiamo davanti ce la faccia sempre e comunque.

L'alta stima della nostra/delle nostre amiche ci fanno dimenticare che alle volte anche loro hanno bisogno di coccole, di sfogarsi e di sentirsi capite. Cerchiamo di ricordarci sempre che tutti hanno bisogno di qualcuno, specie di amici.

Sfogarti e non far sfogare

Tra le cattive abitudini che rovinano le amicizie c'è anche questa: credere che le nostre amiche siano delle spugne. Anche qui vale il discorso fatto prima, ovvero pensare che loro siano forti abbastanza da non aver bisogno di sfogarsi con te.

Il punto è che anche le "amiche spugna" a un certo punto hanno bisogno di essere ascoltate. E se noi finiamo per non essere presenti, per minimizzare o troncare i loro sfoghi, ciò che ne conseguirà sarà un'amicizia irrimediabilmente rovinata.

Molte persone si sono trovate nelle condizioni di essere escluse dalle proprie amiche proprio per la loro cattiva abitudine di parlare tanto e ascoltare poco. Aguzziamo l'orecchio e cerchiamo di dare una mano, senza dimenticarci mai di chiedere a chi amiamo un semplice "Come stai"?

Dirsi tanto, ma non tutto: gli argomenti tabù da evitare anche con le amiche più care

VEDI ANCHE

Dirsi tanto, ma non tutto: gli argomenti tabù da evitare anche con le amiche più care

Non essere schietta

Spesso (e anche fin troppo volentieri) tendiamo ad "annacquare" i pareri che diamo alle nostre amiche. Può succedere per moltissime ragioni: magari non vogliamo far loro male dicendo la verità nuda e cruda, magari le riteniamo troppo sensibili.

Ancora, forse la verità e l'essere troppo schiette potrebbe ferirle. Ci sono mille e mille remore che ci portano a edulcorare i fatti, ad addolcire la pillola. È un comportamento comune.

Però, per quanto comune sia, è anche un grosso errore, un'abitudine che ci si ritorcerà presto contro. Le vere amiche devono essere schiette tra loro. Una voce amica non è e non sarà mai quella che ci dirà ciò che ci piace sentire: al contrario, sarà quella che ci farà capire quando e come sbagliamo.

Ancora, una voce amica è quella che usa la tecnica del via il dente, via il dolore: meglio venire a conoscenza di un fatto scomodo subito piuttosto che stare ancor peggio tempo dopo.

Non ringraziare

Questa non è solo una cattiva abitudine, ma anche una delle cose inaspettate che possono scatenare delle incomprensioni tra amiche. La situazione è molto semplice da spiegare: siamo talmente abituate a ricevere "gratuitamente" attenzioni e affetto dalle nostre amiche da non ringraziarle mai.

Eppure un semplice grazie può significare il mondo: ciò che le nostre amiche fanno per noi, infatti, non è scontato. Non è banale, non è qualcosa che ci è dovuto.

Ognuna di noi, infatti, vive una vita piena, carica di impegni, di pensieri e sì, anche di problemi e paturnie. Il semplice fatto che le nostre amiche ci dedichino tempo dovrebbe farci sentire grate e riconoscenti. E sarebbe bene esternare i nostri sentimenti, per far capire loro che ciò che fanno non è qualcosa che passa inosservato.

Ricordiamoci di ringraziare e di dire alle nostre amiche che vogliamo loro bene: anche un semplice messaggio le farà sorridere. E farà stare bene sia noi che loro, cementando il nostro rapporto.

Riproduzione riservata