seguire hashtag instagram

Perché è utile seguire gli hashtag di Instagram?

Instagram è una fonte continua di ispirazioni e relax: con i nuovi aggiornamenti non è importante seguire gli account giusti, ma anche i giusti hashtag

Seguire gli hashtag su Instagram è la nuova tendenza che devi sperimentare in prima persona. Quante volte hai sentito il bisogno di approfondire un tema o un argomento o di metterti alla ricerca di nuovi appassionati alle tue stesse attività?

La recente modifica all’algoritmo di Instagram permette agli utenti di fruire al massimo i contenuti, indipendentemente dagli account che seguono. Una piccola rivoluzione che saprà espandere i tuoi orizzonti finché sarai disposto a concedere loro spazio.

Come funziona Instagram?

A differenza di Facebook, dove sempre più spesso l’algoritmo ti suggerisce non solo contenuti delle pagine che segui, ma anche quelle che potrebbero interessarti, Instagram ha un approccio leggermente più blindato.

Il tuo feed è composto quasi integralmente di contenuti condivisi dagli account a cui hai messo il follow (in pratica, di cui sei un follower, la parola più cliccata del web). Se su Facebook ci interessiamo principalmente ai contenuti dei nostri amici, su Instagram tendiamo a spaziare verso personaggi famosi, brand e approfondimenti culturali o sociali.

Sebbene i due social (di proprietà di Meta, già Facebook) siano sempre meno “diversi”, la fruibilità di Instagram sta diventando una questione davvero importante. A fare la differenza su Instagram sono le fotografie, infatti, accompagnate da piccole porzioni di testo e pochi hashtag ficcanti, pensati per rendere la foto reperibile indipendentemente dal fatto che qualcuno stia seguendo o meno l’account che ha pubblicato.

Instagram: come scegliere tra profilo privato e professionale?

VEDI ANCHE

Instagram: come scegliere tra profilo privato e professionale?

Seguire gli hashtag

Un tempo non era possibile, ma adesso sì. Instagram ti permette di seguire un hashtag e ti fornisce contenuti relativi ad esso direttamente sul feed, permettendoti di accedere una selezione personalizzata e dedicata ai tuoi interessi.

Storie e post che includono uno specifico hashtag potranno apparire nel feed di chi lo segue, in abbinamento a tutti i contenuti che già si seguono regolarmente. È un vantaggio in più che permette agli utenti di espandere il loro parco di follow, andando ad incrementare il numero di account seguiti per espandere i propri orizzonti senza focalizzarsi sui soliti sospetti.

Una volta che gli utenti seguono un hashtag, l’algoritmo di Instagram dovrà decidere quali storie e quali post mostrare sul feed basandosi su una serie di fattori, tra cui: data di pubblicazione, qualità e livello di engagement. L’algoritmo si basa su un sistema di machine learning che gli permetterà, nel tempo, di diventare sempre più accurato e preciso.

Più competizione, ma anche più qualità

Supponiamo che tu sia una appassionata di cactus e piante succulente. Naturalmente sarai ben orgogliosa di mostrare i tuoi esemplari a tutto Instagram, posizionando i giusti hashtag (in altre parole, i più seguiti) sotto le foto che hai scattato. Al tempo stesso potresti voler vedere anche gli scatti altrui, senza per forza doverli seguire e dunque sorbirti tutto il loro feed.

A questo punto digiti l’hashtag nel motore di ricerca e lo segui come seguiresti un normalissimo account. Il risultato è che sul tuo feed appariranno contenuti sempre più belli e sempre più pertinenti con ciò che desideri vedere, allietando la tua permanenza sul social.

Si tratta di un modo per espandere i propri orizzonti e trovare nuovi account da seguire. Ma anche di mantenersi aggiornati sulle news di un settore o di un’attività che ti stanno a cuore. Seguire un hashtag implica maggiore competizione per chi produce contenuti, che si troverà a dover migliorare il suo output qualitativo per tenersi sulla cresta dell’onda.

Chi usufruisce del servizio potrà godere di contenuti puntuali e piacevoli, di qualità e provenienti da creators sempre differenti. Questo significa ampliare per davvero il proprio panorama social, con il minimo sforzo e la massima resa.

Assicurati sempre di lasciare un cuore sui contenuti che senti di apprezzare davvero, e che vorresti il social ti riproponesse. Oltre ad aiutare i content creator, questo sistema permetterà all’algoritmo di affinare i risultati, fornendoti così risultati sempre più puntuali e di rilievo.

Instagram: perché se pubblichi troppe stories non risulti credibile?

VEDI ANCHE

Instagram: perché se pubblichi troppe stories non risulti credibile?

Vale la pena seguire gli hashtag su Instagram?

Assolutamente sì, specialmente nel 2022! Seguire gli hashtag è un modo interessante e divertente per gettarsi a capofitto in un mondo dove i contenuti non hanno per forza un nome famoso. È un’alternativa divertente e interessante per conoscere nuovi autori e imparare di più, migliorando la propria permanenza su Instagram senza grandi sforzi.

Ciò detto, ricordati che, proprio come per gli account, qualora dovessi stancarti di un hashtag puoi sempre decidere di togliere il follow. Questo permette all’algoritmo di lavorare meglio e più in sintonia con chi sei oggi e con chi diventerai domani – senza pressioni, né imposizioni. Eccezion fatta, naturalmente, per la pubblicità. Quella, su Instagram, non manca proprio mai. A tal proposito, ricordati sempre che se non vuoi vedere un contenuto sponsorizzato puoi cliccare sui tre puntini in alto a destra e mettere in chiaro con Instagram che non ti interessa.

Frasi per Instagram: le più belle per foto, storie e bio

VEDI ANCHE

Frasi per Instagram: le più belle per foto, storie e bio

Queste sono le frasi più maleducate che usiamo in chat (senza accorgercene)

VEDI ANCHE

Queste sono le frasi più maleducate che usiamo in chat (senza accorgercene)

Riproduzione riservata