1/6 – Introduzione

La camera da letto è una camera che di solito viene poco considerata e vi si dedica meno tempo ed energie rispetto alla zona living. In realtà è una camera altamente funzionale non solo al nostro riposo ma al benessere psico-fisico, ragione per cui è necessario prestare attenzione e seguire alcune regole per renderla bella e soprattutto funzionale la proprio benessere. Affrontiamo insieme i principali errori da non fare nell’arredare una camera da letto. In poche e semplici mosse potrete così godere di una camera comfortevole e adatta al vostro riposo.

2/6 – Posizionare il letto in maniera errata

La decisione più importante da prendere sull’arredamento della camera da letto è sicuramente quella di scegliere dove posizionare il letto. Bisogna infatti decidere la giusta parete e preferibilmente allontanarsi dall’ingresso o da fonti dirette di calore come i termosifoni. Inoltre è utile anche controllare l’esposizione della stanza e decidere di conseguenza. Molti si affidando al Feng shui per decidere la posizione del letto, ovvero posizionando la testata del letto a sud per limitare le energie negative. La scienza invece impone di porre la testata del letto a nord per un riposo, perché permette di riposare di più. Meglio non orientare mai la testata verso ovest.

3/6 – Nascondere le prese di corrente

Uno degli errori più frequenti nelle camere da letto è quello di posizionare la spalliera del letto oppure armadi e altro mobilio davanti le prese della corrente o gli interruttori della luce. Ciò renderà la vostra camera poco funzionale, in quanto non potrete ad esempio ricarcicare il cellulare tenendolo sul comodino oppure spegnere la luce mentre si è già a letto. Controllate bene gli interruttori e le prese prima di montare il mobilio. Basterà fare una ricapitolazione di tutti i punti di energia ed illuminazione per poi decidere come posizionare tutti gli altri arredi.

4/6 – Riempire troppo la camera di oggetti

Spesso la camera da letto diventa la camera in cui viene accatastata la biancheria, i libri, tantissimi vestiti ma anche cianfrusaglia di cui si potrebbe fare a meno. Ciò va a discapito non solo dell’igiene ma soprattutto del riposo. Dormire infatti in una stanza ordinata e pulita è molto più comfortevole di riposare invece nel caos. Ciò perché gli oggetti non occupano solo lo spazio, ma anche la nostra attenzione. Motivo per cui è consigliato dormire in una camera essenziale, con all’interno solo oggetti e mobilio funzionali al riposo. Se non avete altre stanze in cui riporre gli oggetti, allora cercate di organizzarli in contenitori a tinta unita, per cui non vedrete tanto disordine nella camera. Un ulteriore modo per non riempire troppo la stanza è quello di utilizzare un letto contenitore, così da contenere tutta la biancheria al suo interno.

5/6 – Nascondere la luce naturale

Se ci sono finestre nella vostra camera da letto, allora lasciate che la luce entri e non cercate di coprirla con tende troppo spesse e oscuranti. Svegliarsi con la luce naturale al mattino infatti aiuta a sintonizzare le proprie abitudini e stabilire il corretto ciclo sonno-veglia.

6/6 – Scegliere colori troppo vivaci

Nonostante sia molto di moda colorare le pareti con colori sgargianti e differenti tra le varie pareti di una stessa camera, ciò è sconsigliabile in una camera da letto soprattutto se si utilizzano tonalità troppo accese di vernice. Meglio infatti adoperare colori neutro e rilassanti, così da rendere la camera più rilassante e conciliante al riposo.