1/5 – Introduzione

In questi ultimi anni, un po’ per necessità e un po’ per evitare di inquinare l’ambiente, la parola d’ordine sembra essere riciclo. Tuttavia, il nostro pianeta non è più in grado di sostenere i ritmi di vessazione cui lo sottoponiamo. Ogni oggetto che buttiamo potrebbe avere una seconda vita, spesso anche migliore della precedente. Il consiglio è quindi di pensare sempre ad una nuova destinazione d’uso per qualsiasi oggetto che pensiamo di cestinare. In questa guida ci occuperemo di vecchie fioriere. Proprio quelle che si vedono esposte sulla maggior parte dei balconi e terrazzini italiani. Procuriamoci dunque i pochi materiali e gli strumenti necessari e, seguiamo attentamente gli utili consigli nei passi a seguire su come recuperare delle vecchie fioriere.

2/5 Occorrente

  • acqua, spugna, retina metallica, vecchi fogli di giornale, guanti da giardiniere

3/5

Per recuperare delle vecchie fioriere, naturalmente potremo recarci nei mercatini rionali dell’usato, dove è possibile reperire oggetti interessanti pieni di storia. Capita spesso di vedere oggetti antichi vicino i bidoni della spazzatura. Non tutti siamo rapiti dagli oggetti antichi che col tempo assumono sempre più valore! Recuperate le fioriere, infiliamo un paio di guanti da giardiniere. Nel nostro caso abbiamo utilizzato un paio di guanti usa e getta di plastica (come quelli utilizzati nei distributori di benzina) anche se sono molto meno resistenti dei guanti da giardinaggio. Fondamentale è allestire un piano di lavoro su cui stenderemo alcuni fogli di vecchi giornali.

4/5

Per recuperare delle vecchie fioriere, facciamo cadere la terra dei nostri vasi sui fogli di giornale. Quasi sicuramente il terriccio risulterà compattato e secco. Se riteniamo che il terreno sia ancora fertile possiamo riutilizzarlo, altrimenti, come nel nostro caso, possiamo gettarlo via negli appositi bidoni. Prendiamo ora i vasi e i sottovasi in plastica e dopo, mettiamoli sotto l’acqua corrente. Diamogli una prima breve pulita utilizzando una vecchia spugna poi, laviamo accuratamente sia l’interno che l’esterno con una spugnetta e del detersivo per piatti.

5/5

Per ultimare il recupero di vecchie fioriere, passate ora a pulire la fioriera in metallo. A questo punto prendete un retino metallico e grattiamo via, delicatamente e senza rovinare, lo sporco più resistente. Non serve essere troppo aggressivi, verrà via da sè. Ripetiamo la stessa operazione per la fioriera metallica, in modo da eliminare eventuali incrostazioni. Successivamente, mettiamo ad asciugare il vaso, il sottovaso e la fioriera metallica in un luogo fresco e ventilato. In questo modo avremo recuperato delle vecchie fioriere rendendole (quasi) come nuove!