33 Trentatreesima settimana di gravidanza

33 Trentatreesima settimana di gravidanza Credits: Corbis
33/40
Foto

La trentatreesima settimana di gravidanza

Lo spazio nell'utero si è ridotto e per questo i movimenti del bimbo sono diminuiti, e nonostante questo sei in grado di distinguere la differenza delle ginocchia dai gomiti.
Se comincerai a percepire dei piccoli sussulti ritmici che provengono dalla tua pancia, non preoccuparti perché solo il suo singhiozzo. Il piccolo fa le prove di respirazione.
Spremendo i capezzoli può fuoriuscire un liquido giallastro (il colostro), che sarà il primo pasto del tuo bimbo appena nato. Il colostro contiene più proteine, minerali, ma meno grassi. Dopo il parto questo liquido tenderà a cambiare di giorno in giorno, adattandosi ai bisogni del neonato, fino a essere sostituito dal latte vero e proprio.
Per prepararti ad allattare nel migliore dei modi, devi cominciare fin da ora a prenderti cura dell'igiene del tuo seno e in particolar modo dei capezzoli: massaggiali ogni giorno con prodotti specifici anti-ragadi e con un asciugamano asciutto e ruvido per rendere quest'ultimi meno sensibili. Se invece hai i capezzoli poco sporgenti o piatti (capezzoli introflessi), è utile stimolarli quotidianamente (tirandoli leggermente) per dar loro la giusta forma. Inoltre preparando i capezzoli in questo modo potrai prevenire le ragadi.
Il piccolo è ormai quasi pronto per nascere: i polmoni hanno raggiunto una buona maturazione e il liquido tensioattivo che permetterà agli alveoli di dilatarsi al momento del suo primo respiro è sufficiente. Un bimbo che nasce a quest'epoca ha ottime probabilità di avere un respiro del tutto autonomo, senza aiuti dall'esterno.
Il suo peso è di circa 2,3 Kg.
In questo momento è importante tenere sotto controllo il livello del liquido amniotico che circonda il bimbo e che attualmente è di almeno 1 litro.
Non è preoccupante se si verificano piccole variazioni di quantità, ma un liquido scarso (oligoamnios), o peggio assente (anidramnios), o un liquido particolarmente abbondante (polidramnios) potrebbero rivelare dei problemi.

Riproduzione riservata