Porte sbattute, sbalzi d'umore, ribellione: sono solo alcuni dei segnali dell'adolescenza. Sopravvivere a un teenager in famiglia, si può

L'adolescenza: ci sono ovviamente passati tutti, ma quando la si vive da genitori per la prima volta si comprende appieno il senso di sgomento e impotenza di cui parlavano mamma e papà. Innanzitutto, è da considerare l'attuale esordio anticipato della fase adolescenziale. Oggi un ragazzino può mostrare evidenti segnali di adolescenza già attorno agli 11 anni, per questo è importante imparare a non perdersi in un bicchier d'acqua quando la casa inizia a essere popolata da teenager in preda a ribellioni, malumori o apatia. Una risorsa a cui i genitori dovrebbero sempre fare appello è l'autoironia: mai prendersi esageratamente sul serio, non esiste infatti un manuale della genitorialità perfetta

 

Riproduzione riservata