Cosa significa essere genitori nell’era del digitale?

Credits: Shutterstock
1 5

Parliamo delle recenti ricerche scientifiche e di cosa hanno evidenziato. La ricerca è stata condotta dall'Accademia delle Scienze di Parigi e ha il titolo "Il bambino e gli schermi (digitali)".
Durante gli studi i ricercatori si sono posti delle domande e hanno cercato delle risposte riguardo alla costruzione delle funzioni cerebrali in seguito alle sollecitazioni sensoriali, emozionali e culturali che derivano dall'esposizione agli schermi digitali. Ovviamente sono venuti fuori aspetti positivi e altri negativi.

I bambini, attraverso le immagini e ragionamenti logici, imparano a dedurre più velocemente i concetti pertanto i dispositivi digitali aiutano anche involontariamente ad allenare l'intelligenza logica. Ma allo stesso tempo viene mortificato il ragionamento induttivo che non viene allenato provocando una chiusura della mente del bambino nei confronti della ricerca e dell'esplorazione.

Le conclusioni non sono incoraggianti: se non usati correttamente, i device digitali tendono ad appiattire le funzioni cerebrali creative a favore di quelle strettamente razionali. Ecco, dunque, alcune buone pratiche dell'educazione che i ricercatori suggeriscono, ritenendole fondamentali per fronteggiare il cambiamento.

/5

Per i genitori di oggi è indispensabile avere familiarità con i vari digital device, per una comunicazione più efficace con i figli

Ormai tutti i ragazzi utilizzano sempre più i vari digital device, sia a casa che a scuola, e il fatto che la digitalizzazione sia un processo ormai avviato da tempo e praticamente inarrestabile deve mettere i genitori davanti a due verità. La prima è che è impossibile avere la responsabilità di crescere dei figli ed essere, contemporaneamente, degli analfabeti digitali e la seconda è che delle ricerche scientifiche hanno stabilito che l'utilizzo di strumenti digitali ha influito sul cambiamento del cervello umano che si è evoluto in maniera differente rispetto a quello delle generazioni precedenti.
Per questo ben vengano i computer, i tablet, le LIM a scuola e gli ebook al posto dei pesanti libri di carta ma è necessario che i genitori si adeguino a questo mondo e ai cambiamenti che ha già portato con sé. Si può essere ottimi genitori ma se non si tiene presente che i bambini hanno un nuovo modo di pensare, di ricordare e addirittura di sintetizzare i concetti, sarà impossibile che avvenga una comunicazione efficace per entrambi.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te