Jova Beach Party: cos’è e le tappe del tour

17 05 2019 di Cristina Bellon
<p>Jovanotti alla Statale di Milano <br data-mce-bogus="1"></p>

Jovanotti alla Statale di Milano

Sul palco dell’Aula Magna dell’Università Statale di Milano Jovanotti ha presentato il Jova Beach Party. Ecco cos'è e le tappe del tour

Jovanotti ha presentato il Jova Beach Party all’Università Statale di Milano. 17 concerti-festa sulle spiagge di tutta Italia. Il tour partirà il 6 luglio da Lignano Sabbiadoro. Ecco una buona occasione per divertirsi da segnare in agenda, insieme alle altre tappe.

Ecco perché partecipare

È un’esperienza di divertimento aperta a tutti. Dai teenagers alle famiglie con bambini. Gli eventi iniziano alle 16. Ci sarà musica sul palco, ma potrete fare il bagno, rilassarvi, giocare, mangiare e bere. “Divertirsi significa letteralmente staccarsi dal quotidiano. Il divertimento si applica a un’ampia società di persone che decidono di cambiare per quanto temporaneamente le regole, i modi di vivere” spiega Andrea Borghini, professore di Filosofia e Teoria dei Linguaggi, Università Statale di Milano.

Portare la musica in luoghi belli.La spiaggia è il luogo più potente che esiste al mondo, perché unisce l’acqua alla terra. E la musica apre le porte alla percezione di emozioni e di informazioni. Quando si accende l’entusiasmo la vita può cambiare. “Io vorrei chiedere a Jovanotti, in uno dei suoi concerti, di girarsi verso il mare e cantare solo per lui. Certo che il mare sarà lì ad ascoltarlo e a rispondergli con la voce del vento e delle onde” afferma Paolo Galli, Professore di Ecologia all’Università Bicocca di Milano e Direttore MaRHE Center, un centro di ricerca alle Maldive dell’Ateneo.

Essere immortali. Si parte da un sogno per realizzare qualcosa di nuovo, ma poi diventa una sfida. E la sfida si vince con pianificazione, organizzazione e la gestione del rischio. “Questa è l’ingegneria. Cinquant’anni fa abbiamo fatto una cosa difficile: andare sulla Luna. Penso al Jova Beach Party come alla luna di Jovanotti. Dare vita a uno spettacolo diverso non è solo una sfida artistica ma logistica e organizzativa. Ci vuole coraggio ad assumersi il rischio di questa nuova visione” spiega Marco Taisch, Professore di Operations Management, guru di Industria 4.0, al Politecnico di Milano.

Divertirsi rispettando l’ambiente. Ogni tappa sarà diversa e ogni party sarà unico, ma con lo stesso intento: il rispetto della natura. La promessa di Jovanotti è quella di lasciare le spiagge più pulite di prima e le ha pensate tutte. Userete biciclette elettriche per produrre energia pulita e pannelli solari per ricaricare il vostro smartphone. Il WWF sarà presente per promuovere una cultura amica dell’ambiente e per fermare l’inquinamento da plastica. “Le bottigliette d’acqua che verranno distribuite hanno un’identità virtuosa. Sono bottigliette PET1 realizzate con il 30% di plastica riciclata. Saranno poi avviate al riciclo e trasformate in filato per creare magliette da calcio per le squadre sportive dei comuni ospitanti” dichiara Valentina Perissinotto, Docente e Coordinatrice, Master in Green Management, Energy and CSR, Università Bocconi.

Un viaggio sensoriale nella personalità di Jovanotti. “Il mio nome è Lorenzo, potrebbe non avere senso, ma da quando sono nato dico quello che penso”. Lui è spontaneità e concretezza. E’ un artista che non si isola, ma che vuole condividere con voi i suoi talenti. “Il brand Jovanotti si allontana dal paradigma del Marketing degli ideali verso cui tendere per emergere rispetto agli altri. E’ leggibile alla luce di un nuovo paradigma del Marketing delle esperienze da vivere insieme agli altri” dichiara Francesco Massara, Professore di Marketing e Direttore di Master in Retail Brand & Sale Management, Università IULM.

Un mondo aperto, senza confini. Con 60 euro circa (il costo del biglietto), avrete la possibilità di incontrare 40 mila persone ad ogni evento, oltre a 61 artisti provenienti da 23 Paesi del mondo. Ci saranno famosi DJ, artisti emergenti della scena indie, veterani dell'afrobeat, gruppi di danze popolari. “Trasformare la spiaggia con la musica significa riempirla di contenuti che trasformano il confine in un luogo di incontro e di scambio anziché in una barriera, e di questo c’è un grande bisogno oggi” afferma Fausto Colombo, Direttore dipartimento Scienze della comunicazione e dello spettacolo, Università Cattolica del Sacro Cuore.

Il calendario del Jova Beach Party:

6 luglio     LIGNANO SABBIADORO (Spiaggia Bell'Italia) 

10 luglio   RIMINI (Spiaggia Rimini Terme) 

13 luglio   CASTEL VOLTURNO (Spiaggia Lido Fiore Flava Beach)

16 luglio   MARINA DI CERVETERI (Lungomare dei Navigatori Etruschi)

20 luglio   BARLETTA (Lungomare Pietro Mennea) 

23 luglio   OLBIA (Banchina Isola Bianca Molo Bonaria)

27 luglio   ALBENGA (Lungomare C. Colombo) 

30 luglio   VIAREGGIO (Spiaggia del Muraglione) 

3 agosto    LIDO DI FERMO (Lungomare Fermano) 

7 agosto    PRAIA A MARE (Lungomare Area Dino Beach) 

10 agosto  ROCCELLA JONICA (Area Natura Village Lungomare Lato Nord)

13 agosto  POLICORO (Spiaggia Torre Mozza)

17 agosto  VASTO (Lungomare Duca degli Abruzzi)

20 agosto  LIDO DEGLI ESTENSI (Arenile Porto Canale)

24 agosto  PLAN DE CORONES (Cima 2.275m)

28 agosto  LIGNANO SABBIADORO (Spiaggia Bell’Italia)

31 agosto  VIAREGGIO (Spiaggia del Muraglione)

Riproduzione riservata