Serena Rossi attrice
L’attrice Serena Rossi

Serena Rossi e lo strano triangolo sul set di “Mina Settembre”

Nella serie Mina Settembre l’attrice napoletana Serena Rossi interpreta un’assistente sociale alle prese con i problemi della sua città, Napoli. E recita con il compagno Davide Devenuto. Ma ogni volta che lei bacia un altro...

In tempi di pandemia, l’intervista si fa in video via WhatsApp. Serena Rossi è a casa sua in jeans e maglione, dietro di lei brilla ancora un tripudio di lucine natalizie. Ride: «Lo so, sembra di stare in un ristorante cinese, ma a mio figlio Diego (6 anni, ndr) piace». Napoletana doc, 35 anni, Serena Rossi è bella perfino struccata, di una bellezza morbida, accogliente. Attrice e cantante, deve il suo successo agli anni passati a recitare nella soap di Rai 3 Un posto al sole, dove si è innamorata del collega Davide Devenuto.

Ha fatto tanta tv e tanto cinema. Le pellicole dei Manetti Bros (ha un ruolo anche nel nuovo Diabolik, ma i 2 registi le hanno fatto giurare di non rivelare nulla), il film Rai Io sono Mia in cui interpretava la cantante Mia Martini, lo show Tale e Quale. Il 17 gennaio ha debuttato da protagonista nella nuova serie di Rai 1 Mina Settembre, tratta dai romanzi di Maurizio De Giovanni.

1 di 20 - Serena Rossi in una scena di Mina Settembre
2 di 20
3 di 20
4 di 20
5 di 20
6 di 20
7 di 20
8 di 20
9 di 20
10 di 20
11 di 20
12 di 20
13 di 20
14 di 20
15 di 20
16 di 20
17 di 20
18 di 20
19 di 20
20 di 20

Chi è Mina Settembre?

«Una ragazza di buona famiglia che fa l’assistente sociale e ogni giorno sceglie di lavorare con i disagiati, un tipo scorretto che pur di aiutare infrange la legge, una donna bella suo malgrado. Me lo ha spiegato De Giovanni in persona, durante una giornata emozionante in cui è venuto a trovarci sul set».

La serie è stata girata a Napoli tra un’ondata di Covid e un’altra. I napoletani sono davvero indisciplinati come sostiene il governatore De Luca?

«In realtà io ho notato una grande compostezza, forse non ovunque, ma credo che la città abbia risposto bene. Certo, la gente è emotivamente provata, perché per noi lo stare insieme è un bisogno fortissimo, ma ho visto un grande desiderio di condividere, tanta solidarietà. Mentre lavoravamo alle riprese nei vicoli del centro storico, le donne si affacciavano alla finestra per offrirci il caffè, alla Sanità ho visto un pizzaiolo regalare pizze a tutto il vicinato. Il senso di comunità è molto forte».

Guarda il video:

Com’è Serena Rossi sul set?

«Una gran secchiona. Vado in giro coi miei copioni tutti annotati, stipati in una borsa pesantissima, e pretendo il massimo da me stessa e dagli altri. Però sono anche una che fa squadra, ci tengo che ci si senta tutti una famiglia. Prima di cominciare Mina sono salita su un muretto del lungomare e ho detto alla troupe che avremmo lavorato tanto, ma anche che desideravo fossimo felici insieme: mi hanno applaudita. Alla fine delle riprese, dopo tanti mesi passati gomito a gomito a esorcizzare la paura del contagio, piangevamo tutti».


«Quando recito, ho sempre il copione in borsa. Do il massimo ma so fare squadra con chiunque»


Nel cast c’è anche il tuo compagno Davide.

«Interpreta il marito della mia migliore amica, che poi è anche una cara amica nella vita, Christiane Filangeri, ed è stato davvero buffo ritrovarsi in quel triangolo. Io e Davide non lavoravamo insieme da un pezzo, ci siamo divertiti a punzecchiarci».

Aneddoti da raccontare?

«Giravo una scena romantica con uno dei miei partner, a un certo punto la regista Tiziana Aristarco è scoppiata a ridere ed è venuta da me: “Serena, quando baci un altro sul set, evita di guardare Davide come per chiedergli perdono”. Io non me ne ero neanche accorta…».

Tempo fa lui ti ha chiesto di sposarlo in tv, poi che cosa è successo?

«La verità è che siamo rimasti incastrati in una diretta, e Davide non poteva certo dire “No, non la sposo”. Ma il matrimonio non è mai stato nei nostri progetti: siamo in coppia da 12 anni, abbiamo comprato casa e avuto un bambino, le nozze non aggiungerebbero nulla».

Oggi come mantenete vivo il vostro rapporto?

«Mettendoci una grande passione e anche un sacco di grandi litigate, complice un figlio che abbiamo desiderato tantissimo. Quando è nato ci avevano terrorizzato: vedrete come vi cambierà la vita. E devo dire che Diego ce l’ha cambiata, ma in meglio, facendoci crescere come coppia insieme a lui».

A casa vostra chi si occupa di cosa?

«In realtà i nostri ruoli sono abbastanza intercambiabili, Davide è in grado di fare tutto ed è un papà straordinario. Io devo confessare che in alcune cose non sono brava, come i pagamenti delle bollette, e infatti quelli se li spiccia lui».

Tra voi chi è il più bravo a recitare?

(Ride ancora, ndr) «Siamo complementari. Io sono più trasversale e istintiva, lui va in profondità, studia, frequenta i corsi».

Che nostalgia di Mia Martini!

VEDI ANCHE

Che nostalgia di Mia Martini!

È vero che 2 attori che stanno insieme finiscono per massacrarsi di gelosie professionali?

«Ma va’! Per noi quello che conta sono i sentimenti e la famiglia, il lavoro viene dopo. Siamo fan l’uno dell’altro, ci consigliamo, prepariamo insieme i provini. Davide ha sempre mille cose in testa. Durante il lockdown ha sviluppato il progetto della “spesa sospesa” (spesasospesa.org, ndr), per aiutare le famiglie bisognose e sostenere nello stesso tempo le aziende in difficoltà. Una cosa bellissima, che mi rende molto orgogliosa».

Qualcuno ti ha definita l’erede di Sophia Loren.

«Dive come lei non ne esistono più, oggi noi attrici siamo tutte molto più raggiungibili. Donna Sophia è un’icona, io cerco solo di rappresentare, come lei, Napoli in maniera positiva».

Il commissario Ricciardi: la serie tv con Lino Guanciale

VEDI ANCHE

Il commissario Ricciardi: la serie tv con Lino Guanciale

Omar Sy e il fascino indiscusso di Lupin

VEDI ANCHE

Omar Sy e il fascino indiscusso di Lupin

Riproduzione riservata