Ecco 10 serie tv femministe da vedere in streaming ora, da Fleabag a Il racconto dell’ancella.

Fleabag su Netflix

Se non l’avete ancora vista è arrivato il momento di recuperarla: la serie tv dell’autrice inglese Phoebe Waller-Bridge, Fleabag, è diventata un cult tra le serie tv femministe.  Racconta le vicende di una giovane donna che attraversa un lutto (la perdita della sua miglior amica) e le instabilità, familiari, affettive e psicologiche, delle trentenni di oggi. Fleabag, letteralmente “sacco di pulci”, è il nomignolo che lei stessa si è data: una donna disinibita, a volte provocatoria, altre disarmante per l’ingenuità, altre divertentissima, che fatica a muoversi nella Londra di oggi. Le battute, fulminanti, sono davvero da ricordare.

Unbelievable su Netflix

Ispirata a una storia vera, questa miniserie ha per protagonista una vittima di violenza sessuale alla quale nessuno crede. Marie, una giovane adolescente, sostiene che un uomo si è introdotto nella sua abitazione, ma nessuno le crede. Solo due detective donne prendono a cuore il caso per le analogie che presenta con piste che stanno già seguendo.

Ragazze elettriche su Prime Video

Ragazze elettriche

Tratto da un bellissimo romanzo di Naomi Alderman (Nottetempo) Ragazze elettriche in arrivo dal 31 marzo su Prime Video è una storia distopica: all’improvviso le adolescenti di tutto il mondo sviluppano il potere di folgorare chiunque cerchi di molestarle. A poco a poco questo potere ribalta gli equilibri del mondo. La scrittrice inglese con questo vuole farci riflettere sulla “scintilla” del potere femminile: può degenerare e diventare come quello che hanno avuto gli uomini finora? C’è da riflettere…

La legge di Lidia Poet su Netflix

La legge di Lidia Poet

Lidia Poet è stata la prima avvocatessa d’Italia e la serie con Matilda De Angelis ripercorre in chiave “light” la sua storia. Siamo a Torino a fine 1800. Una sentenza della Corte d’Appello dichiara illegittima l’iscrizione all’albo degli avvocati di Lidia Poet perché donna. Ma lei non si arrende, decide di lavorare per il fratello Enrico e grazie alle sue intuizioni e all’empatia che instaura con gli assistiti, – e con l’aiuto di un amico giornalista che le passa alcune informazioni – riesce sempre a scoprire la verità al di là dei pregiudizi.

The Handmaid’s tale su Tim Vision, la capofila delle serie tv femministe

I racconti dell'ancella

È arrivata alla quinta stagione anche The handmaid’s tale tratta dal capolavoro di Margaret Atwood (tradotto in Italia come Il racconto dell’ancella, Ponte alle grazie). In un mondo devastato dalle radiazioni atomiche la neonata Repubblica di Gilead è uno Stato totalitario basato sul controllo del corpo femminile. Le donne sono di proprietà di un uomo e divise a seconda delle loro residue capacità riproduttive: le ancelle, vestite di rosso, sono le uniche ancora capaci di procreare e come tali destinate alla riproduzione. Ma anche lo Stato più repressivo non riesce a schiacciare i propri desideri e a impedire la ribellione. L’abito rosso col cappuccio bianco è diventato infatti un simbolo delle donne che alzano la testa e si ribellano a chi vuole decidere del loro corpo.

La regina degli scacchi su Netflix

In un orfanatrofio alla fine degli anni ’50 in America una ragazzina sviluppa una straordinaria abilità nel gioco degli scacchi. La serie ne segue le avventure dai 9 ai 22 anni. Soprattutto la sua voglia di affermarsi e farsi valere in un mondo per lei difficile, ancora più nel gioco degli scacchi fino ad allora regno esclusivamente maschile.

La meravigliosa signora Maisel, su Prime Video

New York, 1958: il divorzio diventa per una casalinga diventa la molla per rivendicare la propria autonomia e libera la sua creatività comica. Anche questo giunto alla quinta stagione è un cult. Lei è magnifica, fa ridere, è un modello di indipendenza e di rivendicazione dei propri diritti.

https://youtu.be/47Gw4mHJh2w

The mask you live in, su Netflix

«Non fare la femminuccia!»: se te lo senti ripetere fin da bambino, difficile diventare uno che rispetta le donne. In questo documentario uomini di ogni età confessano che cos’è l’educazione maschilista.

Donne brillanti, su Netflix

In questo talk show l’attrice Reese Witherspoon incontra donne rivoluzionarie per scoprirne le scelte.

Mercury 13, su Netflix

Il docufilm racconta lo “scippo” del 1961, quando la Nasa addestrò donne pilota per missioni spaziali che poi non fecero mai.