Childfree: i motivi psicologici di non volere figli

Credits: Getty
1 7

Senza figli per scelta

Cameron Diaz è stata la prima star americana a infrangere il tabù sulla scelta di essere childfree, dichiarando con delicatezza il suo scarso desiderio di maternità. La seguiranno le attrici Jennifer Aniston, Helen Mirren, Eva Mendes e la cantante Fergie. Senza polemica.

E con altrettanta delicatezza, vorremmo affrontare un tema poco trattato nei mass media, per il timore - condivisibile - di urtare la sensibilità femminile (e maschile) di tutte le persone che non condividono la scelta di non procreare.

4/5

Sempre più donne non desiderano la maternità, anche se ciò resta un tabù e parlarne diventa difficile. Soprattutto con le altre donne. Abbiamo chiesto allo psicoanalista cosa si cela dietro questa scelta. Assolutamente normale

Un figlio è per sempre
Un assunto che - secondo lo psicoanalista Pani - può "angosciare" le donne childfree, soprattutto se tramandato di madre in figlia attraverso la comunicazione emotiva. L’irreversibilità della scelta di essere madri può essere avvertita da alcune ragazze - inconsapevolmente - come un fardello troppo pesante.

Secondo un'importante statistica americana, per il 19% delle donne tra i 40 e i 44 anni che non hanno avuto figli, è stata una scelta.

E se il pensiero childfree ti sfiora un po', leggi le 10 mamme della mitologia alle quali è bene non assomigliare.

E tu cosa pensi del tema childfree? Rispondi al nostro sondaggio.

Figli? No, grazie!

Childfree, neologismo americano, creato dall’unione di child e free, letteralmente "libero da figli". Nel tema semantico della parola non c’è alcuna vena polemica, ma solo libertà di non mettere al mondo figli. E di considerare tale possibilità una scelta e non un dovere imposto dalla natura.
Ma è proprio qui che nasce l'equivoco su scelte che sono radicalmente opposte, e che non trovano un punto comune.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te