Ritrovare la gioia

Capita a tutte di precipitare in periodi nei quali il buonumore sembra una sensazione lontanissima, quasi sconosciuta. Ci si sente apatiche, spente e qualsiasi cosa sembra molto più grave di quanto non sia in realtà.

Non si tratta di vera e propria depressione ma di una "perdita di felicità" passeggera. Solitamente ciò accade quando per troppo tempo accumuliamo stress e preoccupazioni, a un certo punto corpo e mente esplodono. La mente attraverso l'esternazione dei pensieri più bui e una sorta di blocco emotivo, il corpo invece inizia a farsi sentire con disturbi dalla chiara origine psicosomatica.

In questi casi, basta poco per iniziare a guardare le cose con occhi diversi e aiutarsi a superare periodi in cui la luce sembra essersi improvvisamente spenta.

Felicità: 6 idee per un umore al top

Rimedi dolci e strategie felici per ritrovare il buonumore. A volte basta davvero poco per aprirsi al mondo

Iperico, fiore anti-depressione

L'erba miracolosa per l'umore

Esiste in natura un fiore giallo, l'iperico, dalle indubbie proprietà anti-depressive. Chiamato anche "erba di San Giovanni", l'iperico ha numerosi effetti benefici sull'intero organismo: antinfiammatori, antivirali (anche contro l'herpes), cicatrizzanti, anti-ansia e anti-depressione.

L'iperico è talmente efficace sugli stati depressivi lievi che viene usato spesso in alternativa ai rimedi farmacologici tradizionali.

Quando utilizzarlo? Ai cambi di stagione, nei periodi di forte stress psicofisico, dopo traumi, in menopausa e nella fase premestruale. Questo fiore miracoloso, però, non va mai usato in gravidanza o in allattamento.

Inoltre, l'iperico è un fotosensibilizzante e, dunque, può causare reazioni allergiche se preso appena prima di esporsi al sole.

Come assumerlo? Sotto forma di compresse, gocce o tisane, acquistabili in farmacia ed erboristeria.

Elimina il nero dal guardaroba

Non sempre snellisce e sa di inverno

Il nero è il colore dell'eleganza sobria, del rigore e della sensualità. Avere uno o più tubini neri nell'armadio è sempre un must. Così come ricorrere al nero per "snellire" visivamente la silhouette.

Ma è anche vero che percepirsi sempre vestite di colori scuri, può avere un effetto ancora più paralizzante su un umore già provato. Aggiungiamo anche l'avanzare della bella stagione e le giornate che si fanno più luminose, nonché più calde.

Per rialzare il tono dell'umore, provate a vestirvi di un colore insolito: giallo, rosso, arancio…la moda di questa stagione ci offre moltissimi spunti cromaticamente appetibili.

Inoltre, è d'obbligo smentire la falsa credenza secondo la quale chi è formosa, con il colore, sembra ancora più tonda. Tutt'altro! Abiti dai tagli iper-femminili e colorati non fanno che esaltare la sensualità e il brio delle donne più sinuose.

Infine, i colori hanno una relazione molto stretta con i nostri centri nervosi: la cromoterapia, infatti, è una cura efficace nei casi di lieve depressione o ansia. Per ritrovare energia e tono, è bene puntare sui colori caldi come il giallo e l'arancione.

Cioccolato, in ogni sua forma

Metti lo sfizio dentro la dieta

Un'alimentazione sana ed equilibrata è sicuramente garanzia di benessere e buonumore. Ma, al contrario, una dieta ipocalorica e rigida (soprattutto se esclusivamente proteica) oltre a danneggiare l'organismo e a rallentare il metabolismo, ha effetti devastanti anche sul tono dell'umore.

La depressione colpisce molte donne a regime proprio perché, con una dieta troppo stretta, vengono a mancare sia il nutrimento per il cervello (zuccheri) sia il beneficio delle piccole trasgressioni.

Quindi, per essere davvero sane, è necessario anche lo sfizio. Quando l'umore vira verso il basso, si può ricorrere al cacao. Il cioccolato fondente è un alleato top del buonumore, rilascia serotonina e anche molti antiossidanti. Si può dunque affermare che il cacao è un efficace antirughe per la pelle e e antiage per il cervello.

In estate, il cioccolato si può consumare sotto forma di gelato. Esistono ormai molte gelaterie artigianali che offrono creme a base di cioccolato extra-fondente, con pochissimo zucchero aggiunto e senza panna. Il gelato si può consumare sia come pranzo (insieme a frutta e verdura) sia come sana e golosa merenda. Meglio evitarlo nel dopocena, soprattutto se si va a letto presto.

Balla anche se sei negata

Ti va di ballare? Rispondi con un sì

Tra le attività fisiche che rialzano l'umore in un baleno, c'è il ballo. Che si tratti di latinoamericano oppure di tango, non importa. Ciò che conta è ballare, lasciandosi andare completamente sia da sole sia tra le braccia del partner (ufficiale oppure occasionale, incontrato sul dancefloor).

La tecnica è importante solo se volete davvero imparare una specifica tipologia di danza, in caso contrario, anche se vi ritenete frane del ballo, conviene provare lo stesso.

Dopo i primi secondi sentirete già allentarsi le tensioni, vi scioglierete sempre più e, una volta finita la musica, il mondo vi sembrerà un luogo meno ostile.

Dove ballare? A casa ma anche in discoteca, sulle piste da ballo (il liscio sta tornando di gran moda), in spiaggia…La danza è un'arte meravigliosa perché si può praticare ovunque, anche improvvisando in mezzo alla strada.

Infine, e non è un particolare irrilevante, ballare tonifica la silhouette e fa consumare un discreto numero di calorie.

Esprimi i tuoi sentimenti

Abbraccia, bacia, parla

Capita che il tono basso dell'umore sia legato a doppio filo all'incapacità di esternare i propri sentimenti. Basta pensare che quando tratteniamo una sensazione o un'emozione, questa forza che inizialmente era bella e positiva, se inespressa, diventa presto una sorta di accumulo negativo.

Le parole non dette e i gesti non tentati, restano un rimpianto che sedimenta in fondo alla nostra anima e blocca il fluire di ogni tipo di energia.

Per stare presto meglio e provare di nuovo la felicità, può essere sufficiente sciogliere quel blocco emotivo. Questo salutare processo può avvenire sia a partire dalla parola, esternando quello che si prova senza paura, sia attraverso un gesto semplice come il prendersi per mano o abbracciarsi.

Ancora troppo sottovalutato, infatti, l'abbraccio è un meraviglioso modo per relazionarsi all'altro scambiandosi paure e trasformandole in energia pura.

Cucinare come terapia

Impastare riporta il sorriso

La cucina non è solo il luogo dove si consumano i pasti o la sede dei "doveri" casalinghi come cucinare e sistemare. La cucina può diventare persino il luogo della felicità ritrovata, soprattutto se la si utilizza con creatività e in compagnia.

Per cucinare, non è necessario essere chef e neppure essere dotate di chissà quale abilità. Quando si vuol risollevare l'umore, si può iniziare…impastando! Proprio come fanno i bambini nei loro esperimenti di manipolazione, unire acqua e farina può risultare un modo semplice e divertente per scaricare lo stress e riavvicinarsi alla serenità.

Meglio ancora se ci si mette a creare in cucina con un adeguato sottofondo musicale (perfetta una playlist dance anni '80) e una compagnia degna di questo nome: amiche, amici, mariti, fidanzati e amanti, purché siano persone positive e pronte a sperimentare.

Un'ottima idea è quella di cucinare cibi golosi e sani, da gustare poi tutti insieme: per risollevare l'umore, ideali pane e pizza così come torte al cioccolato o muffin alla frutta.

Riproduzione riservata