Come mi vesto? Trucchi pratici per trovare lo stile giusto  

Se da tempo sei alla ricerca del tuo stile e non hai ancora trovato una risposta convincente, affidati ai nostri consigli. Abbiamo la soluzione che cerchi!

di Isabella Ratti
 

Come si fa a stabilire il proprio stile? Se cerchi da tempo una risposta a questa domanda, i nostri consigli ti aiuteranno a trovare finalmente una soluzione.

Innanzitutto: che cos’è lo stile? Si tratta solo dell’aspetto esteriore di una persona? No, è qualcosa che va ben oltre la fisicità e i vestiti che si indossano: nello stile si riflettono infatti gli aspetti caratteriali e tutta la personalità di un soggetto.

Così tante cose si nascondono dietro lo stile giusto? Sì, ecco perché non è facile trovarlo. Anzi, l’analisi che ti indurrà a capire come vestirti e quali sono gli abiti che ti stanno meglio deve essere condotta con cura e in maniera molto approfondita.

Facciamo un esempio pratico: pensa alla tua fashion icon di riferimento. Cos’è che la rende così terribilmente perfetta, qualsiasi cosa indossi? Dipende dal fatto che sia riuscita a trovare uno stile perfettamente allineato alla sua personalità, al suo corpo e al messaggio che vuole trasmettere.

Ecco infatti i 3 punti chiave per trovare lo stile giusto per te: capire cosa ti sta bene, riflettere nel tuo stile la tua personalità, definire il messaggio che vuoi comunicare. Vediamo nel dettaglio come procedere.

1. Analizza la forma del tuo corpo

Il primo step di questa analisi riguarda la tua silhouette: devi analizzare la forma del tuo corpo e le tue proporzioni: che tipo di fisico hai? Il corpo femminile può assumere 5 forme: a rettangolo, a triangolo (o pera), a cerchio (o mela), a triangolo invertito e a clessidra.

Una volta definita la tua forma saprai quali parti del tuo corpo valorizzare e quali, se necessario, mimetizzare. Questa sarà la prima linea direttrice per determinare il tuo look e individuare i capi adatti a valorizzare il tuo fisico. Per capire qual è la forma del tuo corpo devi valutare le tue proporzioni. Due misure ti forniranno la risposta: le spalle e il bacino. Confrontale! Il risultato ti svelerà a quale forma geometrica si avvicina la conformazione del tuo corpo e ti aiuterà a valutare in quali punti tendi ad accumulare i chili in eccesso.

Ora vediamo come vestirti in base alla forma del corpo:

Triangolo. Il fisico a triangolo acquista peso dall’ombelico in giù: spalle e seno sono generalmente più piccoli, la vita è stretta, mentre cosce e fianchi sono abbondanti. La tua missione è mimetizzare la parte inferiore del corpo e per farlo hai 2 possibilità: utilizzare gonne e pantaloni con taglio dritto, svasato e non aderente, oppure attirare l'attenzione sulla parte superiore del corpo. Metti in risalto il punto vita con abiti stretti in vita e pantaloni a vita alta.

Rettangolo. Il fisico a rettangolo è asciutto e slanciato e deve minimizzare l'assenza di forme in corrispondenza di seno e fondoschiena. In questo caso, allora, il consiglio è sviare l’attenzione dal punto vita e sfruttare tagli che diano movimento alla figura: abiti morbidi, tute, pantaloni a palazzo, gonne ampie, tagli a peplo, pantaloni a vita bassa.

Cerchio. Le caratteristiche principali di questa forma sono l’assenza del punto vita, torace dritto e uguale larghezza di spalle e bacino. Il punto da valorizzare in questo caso sono le gambe slanciate, quindi via libera a mini dress e pantaloni a sigaretta. Se hai un bel décolleté valorizzalo con scolli e cinture sotto il seno.

Clessidra. Spalle e fianchi hanno la stessa larghezza, il punto vita è stretto. Il corpo a clessidra è decisamente formoso, con un seno prosperoso e un fondoschiena altrettanto generoso. Il consiglio è emettere in evidenza queste forme: sì ad abiti stretti in vita, allo stile impero e agli scolli a V, ai wrap dress, ai vestiti in jersey e ai pantaloni che cadono dritti. Evita invece capi d’abbigliamento over-size e dal taglio maschile.

Triangolo invertito. Le spalle sono più larghe rispetto ai fianchi. In questo caso devi enfatizzare la percezione della parte superiore del corpo e valorizzare la parte inferiore, visto che le gambe sono snelle e slanciate. Preferisci linee verticali sopra la cintura e righe orizzontali nella parte inferiore.

2. Scopri i colori che ti stanno meglio

Devi trovare quali sono i colori che ti stanno meglio, quelli che si abbinano meglio ai tuoi toni naturali, ovvero la tua carnagione, i tuoi occhi e i tuoi capelli. Comincia dando un’occhiata al tuo guardaroba: ci sono delle tonalità che ami particolarmente, che ti fanno sentire a tuo agio e che, alla prova dello specchio, ti fanno apparire più luminosa e bella? Segnati queste tinte. Puoi anche fare una prova avvicinando varie nuance al tuo viso e osservando quali si fondono naturalmente con il tuo incarnato. Ti consiglio di fare questa prova insieme a qualche amica, a volte infatti è difficile essere oggettivi.

3. Qual è il messaggio che vuoi trasmettere?

Il tuo stile parla di te, racconta agli altri chi sei e come vivi la vita. Non sottovalutare questo aspetto e pensa bene a qual è il messaggio che vuoi trasmettere. Innanzitutto devi analizzarti in profondità, capire quali sono i tuoi valori e le tue esigenze. Vuoi alleggerire il tuo stile? O sei una professionista che deve trasmettere serietà? Tieni in considerazione l’ambiente che frequenti e le persone con cui normalmente ti relazioni e cerca di capire quale vuoi che sia il tuo posto.

Ricorda: tutti abbiamo uno stile, ma non sempre siamo in grado di dar forma all’idea che abbiamo di noi stessi e a ciò che vogliamo comunicare con il nostro abbigliamento. Pronta a trovare il tuo?Metti in pratica i nostri consigli, e il risultato sarà sorprendente: ti sentirti decisamente più a tuo agio con il tuo corpo e comoda in qualsiasi situazioni quotidiana!

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
moda/moda-pratica/come-mi-vesto-trucchi-pratici$$$Come mi vesto? Trucchi pratici per trovare lo stile giusto
Mi Piace
Tweet