non riuscire a innamorarsi

Dopo l’ultima delusione, non riesco più a innamorarmi

Partiamo dal presupposto che "non riuscire" in questo caso è forse un termine esagerato. Non riuscire ad innamorarsi è, semplicemente, un non-dramma

L'angoscia di non essere dentro una metà, di non avere un'altra persona al nostro fianco si tramuta spesso nella fatidica domanda: è meglio ritrovarsi soli e non innamorati, oppure essere soli e rimanere innamorati?

Per quanto concerne le preoccupazioni quotidiane dei più, la giostra dell'egocentrismo e della perenne esposizione sui social a volte può avere effetti nefasti.

Nella realtà distorta di un modo non ancora del tutto virtuale, ma nemmeno più al cento per cento umano, è inevitabile che le attenzioni e le preoccupazioni si rivolgano verso ciò di cui difettiamo, quello a cui, un po' per natura, un po' per consuetudine sociale, sentiamo di appartenere. La coppia.

Da quando è finita male, non ho più amato nessuno

Non è forse l'amore che proviamo ad essere un piacere, dopo un po', che scorre lento lungo la gola come un fiume quasi sempre in secca ma mai del tutto spento?

Ciò che ci abbatte della fine di una storia è la sensazione di ritrovarsi senza un pezzo di identità, faticosamente costruita nel tempo. Un buco che ci fa sentire vulnerabili. E quindi attaccabili dai nostri stessi mostri interiori. Non siamo stati abbastanza, abbiamo tirato fuori il peggio di noi, creato ogni pretesto per sfuggire da una situazione che non volevamo affrontare e, a volte, abbiamo trascinato rancori e sentimenti per molto tempo. Quindi adesso, chi siamo, se non un grumo di rabbia e frustrazione?

Questo è il pensiero che attraversa la mente di chi ha da poco concluso la sua love story. Magari mi piaceranno altre persone, ma non come ho amato questa. E qui il dramma prende il sopravvento. Perché re-innamorarsi significa stare bene, essere riusciti a superarla. Non per forza, ma comunque finché ciò non accade ci si sente nel limbo del non sapere se si vuole una relazione o no.

Che fare quando non si è innamorati

Innamorarsi di se stessi. Non servirà dire cose come "prenditi cura di te" o "regalati un pomeriggio alle terme". La verità è che non ci si innamora perché non se ne ha voglia, se non con qualcuno che deve davvero valerne la pena. E per incontrare qualcuno che ne valga la pena, bisogna averlo già insito nei desideri e magari anche nel subconscio. A pensare tutto il giorno, non si concluderà di certo con una storia d'amore. Al massimo con un mal di testa da stress.

Tutti vorrebbero consigli su come davvero rialzarsi dopo una storia finita male. E a noi piacerebbe tato avere l'elisir magico di parole e fatti in grado di alleggerire il cuore delle nostre lettrici, ma non esiste una formula magica da recitare per innamorarsi di nuovo, a piede leggero.

Si tratta di un lavoro con la propria interiorità, a volte dura il tempo di una stagione, a volte qualche giorno, a volte ci mette persino anni a cicatrizzarsi. Non c'è sentimento che tenga, per quanto forte e duraturo può essere, verrà sepolto dal tempo. Non sepolto al buio, sotto cumuli di terra, ma piuttosto ibernato, cristallizzato in un ricordo che via via diventa sempre più opaco, nascondendo i particolari al suo interno per sempre.

Il trucco per non sentire questo ricordo cristallizzato sul petto? Imparare a viverlo con leggerezza, non come un macigno sul cuore, ma come a una pieta incastrata e assorbita dal nostro muscolo della vita.

Quella cosa dell'imparare ad amare la propria interiorità non è del tutto una bugia, in fondo.

Per chi proprio volesse un consiglio d'amica

Non importa quanto lontano cammini, quanto impegni le tue giornate, quanto sei veloce a prendere la palla al balzo. Se non sei libera per te stessa, no lo sei per nessuno. Quantomeno, non sei libera di innamorarti, ed è forse una delusione continua per te, ma ti preserva anche dall'avvicinarti a persone che chiaramente non saranno mai nella tua sfera degli affetti.

Non vagare nella disperazione di chi vorrebbe ardentemente ma non riesce. Dipende solo da te e, come dicevamo prima, "riuscire" non è la parola giusta. Non è riuscire ad innamorarsi il problema, ma avere il coraggio a sufficienza per farlo. Prima è importante iniziare una vera relazione con il proprio Io interiore, e poi si potrà pensare innamorarsi di qualcuno!

Riproduzione riservata