donna fa sport

Ginnastica dolce: perché è la scelta migliore durante l’estate?

Fit
La ginnastica dolce è la disciplina perfetta per tenersi in forma d'estate, affrontando il caldo e rilassando anche la mente

La scelta migliore per l’allenamento d’estate? La ginnastica dolce! Con l’arrivo del caldo e dell’afa spesso si ha la tentazione di abbandonare lo sport. Al contrario l’estate è il periodo perfetto per abbandonare i luoghi chiusi, come le palestre, e provare nuove tipologie di workout più a contatto con la natura. Allenamenti da svolgere in montagna, in spiaggia oppure al parco, per ritrovare la forma fisica senza troppi sacrifici, scoprendo un modo diverso di allenarsi.

Non solo, la bella stagione è anche il momento perfetto per smetterla di rimandare e riprendere a fare sport, vincendo la pigrizia, complice più tempo libero e giornate lunghe. La regola fondamentale, come sempre, resta quella di allenarsi in modo graduale e sottoporsi a una valutazione medica per iniziare qualsiasi tipologia di attività fisica.

Una ginnastica diversa

Con il caldo l’ideale sarebbe scegliere esercizi che prevedono dei movimenti leggeri e lenti, ma soprattutto una respirazione attenta. La ginnastica dolce dunque è la disciplina ideale quando la temperatura sale vertiginosamente. Si tratta di una disciplina che permette di sviluppare concentrazione e calma, migliora tono e flessibilità dei muscoli, e ti aiuta ad avere una consapevolezza maggiore del tuo corpo.

Gli esercizi in questo caso sono mirati e graduali, con distensioni, stretching e allungamenti. Si agisce non solo sui muscoli, ma anche sulle articolazioni, portando a una distensione del collo e della colonna vertebrale, spesso irrigiditi da uno stile di vita sbagliato e sedentario. Il bello della ginnastica dolce è che i suoi benefici non coinvolgono solamente il corpo, ma anche la mente.

L’allenamento giusto per tutti

La ginnastica dolce è consigliata per tantissime tipologie di persone in cerca di benefici diversi. Ad esempio è uno sport ottimo per ritrovare una postura corretta dopo ore trascorse seduti. Viene consigliata pure per le donne in gravidanza perché aiuta a gestire il peso avvertito sulla colonna vertebrale, consentendo alle future mamme di affrontare il caldo in modo efficace. Movimenti lenti e respirazione possono regalare sollievo dal mal di schiena e dalle gambe gonfie.

Questo sport è consigliato pure per le persone anziane che desiderano mantenersi attive. La ginnastica dolce infatti permette di evitare movimenti che potrebbero risultare difficili, come alzarsi o sedersi. Infine è l’alternativa perfetta per i più pigri. Lo sforzo fisico infatti è basso, ma i risultati sono straordinari con effetti benefici che coinvolgono tutto l’organismo.

Gli errori da non commettere

Se l’estate è il momento perfetto per provare la ginnastica dolce è anche vero che è fondamentale, sempre, seguire alcune regole importanti per evitare di commettere errori.

Ignorare il riscaldamento

Riscaldare i tuoi muscoli è fondamentale, anche se ti alleni d’estate. Il caldo infatti non ti eviterà strappi o stiramenti. Un pericolo che aumenta se scegli di allenarti dopo aver trascorso tante ore in ufficio, seduta alla scrivania.

Fare solo un’attività

Se vuoi ottenere dei risultati ancora più soddisfacenti, alterna la ginnastica dolce agli esercizi cardio. Per prima cosa fare sempre la stessa attività potrebbe rivelarsi piuttosto noioso e con il tempo potresti abbandonare tutti i tuoi buoni propositi. Non solo: variare il tipo di workout consente di avere maggiori benefici ed effetti sul corpo. Il nostro organismo, con il tempo, tende ad abituarsi, mentre se cambiamo spesso esercizi questo sarà più stimolante per i muscoli, garantendo migliori risultati.

Dimenticare l’acqua

Bere acqua d’estate è importantissimo e lo è ancora di più se ti alleni. Mantenere la giusta temperatura durante l’allenamento è essenziale per evitare la disidratazione. Se traspirazione e sudorazione aumentano compensa con acqua fresca da bere a piccoli sorsi e in modo continuato.

Allenarsi durante le ore più calde

Quando la temperatura sale il corpo viene sottoposto a uno stress non indifferente che può aumentare ancora di più con il workout. Evita dunque di allenarti nelle ore più calde, fra mezzogiorno e le quattro di pomeriggio. Non solo in questi momenti della giornata il termometro segna temperature quasi proibitive, ma è presente una concentrazione maggiore di raggi UV. Sarebbe dunque meglio allenarsi al tramonto oppure la mattina presto.

Non proteggersi abbastanza

Allenarsi all’aria aperta ha i suoi vantaggi, ma può rivelarsi anche pericoloso per via delle radiazioni solari a cui vieni esposta. Utilizza sempre creme protettive, applicandole sulla pelle mezz’ora prima del workout. Se passi molto tempo all’esterno e sudi ricordati d rimettere la protezione ogni due o tre ore. Proteggi pure gli occhi, indossando degli occhiali da sole utili per schermare i raggi UV.

Indossare i capi sbagliati

Fai attenzione pure a ciò che indossi. I capi sintetici e scuri infatti possono ostacolare il tuo allenamento. I colori scuri infatti attirano maggiormente il calore, rallentando la capacità dell’organismo di termoregolarsi. I tessuti sintetici invece non fanno evaporare il sudore. Prova invece a sfoggiare capi leggeri e comodi, puntando su colori chiari e tessuti traspiranti.

Riproduzione riservata