1/6 – Introduzione

Quando in una famiglia entra a far parte un animale domestico, è come se la famiglia stessa si fosse allargarta e un nuovo membro inserito. Dopo anni di convivenza, quando questo nostro fedele compagno viene a mancare, purtroppo il dolore è forte come quello che proveremmo per la perdita di una persona cara. In questa guida affrontiamo il problema della morte del proprio animale domestico, cercano di capire come affrontare il lutto al meglio.

2/6 Occorrente

  • Forza di volontà

3/6

Quando purtoppo ci si trova ad affrontare questo tipo di dolore non si può far altro che affrontarlo nel modo migliore, considerando il fatto che questo è comunque un lutto, che deve essere elaborato come un qualsiasi altro lutto importante. Quando il nostro fidato compagno a quattro zampe muore, lascia in noi un vuoto incolmabile, al quale si può reagire in diverse maniere, disperarsi a tal punto e rifiutare categoricamente l’idea di prendere in considerazione di avere un altro animale per casa. Oppure può succedere l’esatto opposto, mettersi alla ricerca immediatamente di un degno sostituto. La seconda opzione può sembrare un pochino avventata, ma per chi ama veramente gli animali, quando purtroppo deve affrontare la perdita del suo, si accorge di quanto vuoto possa aver lasciato quell’esserino, che per tanti anni è stato al nostro fianco senza mai reclamare nulla di diverso che l’amore.

4/6

Il consiglio migliore per superare il lutto in modo davvero costruttivo per noi, è quello di affrontare il nostro dolore sotto le sue forme, viverlo fino in fondo anche se in certi momenti ci sembrerà che la nostra perdita ci ha privato di qualcosa di grande. In effetti è sicuramente così, saremo trascinati dall’ondata dei ricordi ancorati al passato, e quando tutto può sembrarci perduto irrimediabilmente, ecco che piano piano si ricomincia a risalire a galla. Rammentare i momenti belli trascorsi in compagnia del nostro amico non ci sembreranno poi più così tanto dolorosi, permettendoci di ricordalo nel modo più giusto possibile e gioire della compagnia che ci ha fatto.

5/6

Trascorso il giusto periodo, quando ci sentiamo nuovamente pronti per amare un’altra piccola bestiola e prendercene cura, possiamo tranquillamente fare il fatidico passo. Non pensate nemmeno per un momento che questa possa essere una sostituzione, un voler dimenticare, assolutamente, il prendere con noi un altro animale può solo voler dire una cosa, abbiamo tanto amore da dare e altrettanto da ricevere, e che finalmente ci siamo liberati delle catene che ci tenevano ancorati al passato permettendoci di vivere nel presente con un nuovo a fedele amico al nostro fianco.

6/6 Consigli

  • Non cercare mai di combattere contro il dolere, ama affrontarlo e viverlo in tutte le sue forme, per tornare ad essere liberi.