Pochette e foulard per fare del bene (con stile). Il progetto de ‘Le Quattro Stelle Onlus’

Mettete insieme l’opportunità di esprimere se stessi attraverso il proprio estro creativo e il bisogno di dare e donare, ad altri, per un forte e innato senso di sensibilità verso terzi, che potremmo definire banalmente altruismo ma che nella realtà è una missione, vera e propria. Dopodichè aggiungete la sinergia concreta tra una realtà fashion e l’animo filantropico di una fondazione. Qual è il risultato? Qualcosa di davvero speciale: un progetto charity di forte impatto sociale che unisce la moda alla filantropia.

I protagonisti della storia sono ragazzi giovanissimi, che su invito de Le Quattro Stelle Onlus - fondazione guidata dal Presidente Gianluigi Passarelli e nata a Caserta per promuovere l'inclusione sociale specie laddove lo sport incontra il mondo delle disabilità - si sono messi in gioco, con tutto l’entusiasmo che ne consegue quando qualcuno ci invoglia a dare il meglio di noi e ci offre un’opportunità di esprimerci, di migliorare, di crescere. L’idea era realizzare interamente a mano la stampa di oltre 100 tra pochette e foulard, nei laboratori di Como. Sfida superata.

Ne è venuto fuori un tripudio di stampe e di colori vistosi, energici, accattivanti che mettono in vetrina tutta l’estrosità, la vitalità e la voglia di fare dei 30 ragazzi appartenenti a 'Cometa' - Fondazione comasca impegnata ad accogliere, educare, e formare bambini e ragazzi nonchè a sostenere le loro famiglie - che hanno vestito i panni del designer e hanno 'creato' con le loro stesse mani. Un lavoro che ha trovato il consenso degli esperti del settore e che, non a caso, è stato sottoposto alla valutazione di una commissione composta da nomi del calibro di Italo Vincenzo Scaietta (presidente dell' Associazione Abito), Luca Larenza (titolare del marchio Luca Larenza) e Jure Stropnik (titolare del marchio IURI).

E così nella cornice del quadrilatero della moda di Milano, in via Montenapoleone, nella boutique di Angelo Fusco - stilista e produttore di cravatte nonché fornitore dei tessuti per il progetto - il parterre di giudici ha passato in rassegna tutte le creazioni ed eletto i tre ragazzi più meritevoli della squadra.

Ma le buone notizie non finiscono qui! Il ricavato delle vendite infatti sarà devoluto alla Fondazione 'Le Quattro Stelle Onlus'.

Cosa aspettate? Pronte a fare del bene?

<p>Gianluigi Passarelli, Presidente della Fondazione 'Le Quattro Stelle Onlus' al fianco dei giovani creativi</p>

Gianluigi Passarelli, Presidente della Fondazione 'Le Quattro Stelle Onlus' al fianco dei giovani creativi

Riproduzione riservata