Con Donna Moderna al Fuoricinema di Milano

Grande successo per il festival che, dal 14 al 16 settembre, ha inaugurato la Milano Movie Week. Ecco il nostro reportage

Fuoricinema 2018: film, incontri, eventi

Fuoricinema è il festival che si è tenuto a Milano nel weekend dal 14 al 16 settembre in piazza Tre Torri a CityLife e a cui Donna Moderna ha partecipato come media partner. L'evento, ideato dall’attrice Cristiana Capotondi e dalla produttrice cinematografica e sceneggiatrice Cristiana Mainardi, ha inaugurato la Milano Movie Week (che si è tenuta fino al 21 settembre). 

Pier Marco Tacca/Getty Images
1 di 14 -

L'attrice Cristiana Capotondi ha ideato il festival Fuoricinema insieme alla produttrice cinematografica e sceneggiatrice Cristiana Mainardi

Pier Marco Tacca/Getty Images
2 di 14 -

Cristiana Mainardi, produttrice cinematografica e sceneggiatrice, ha ideato il festival Fuoricinema insieme a Cristiana Capotondi

Simone Comi
3 di 14 -

L'edizione Fuoricinema 2018 a City Life a Milano

Pier Marco Tacca/Getty Images
4 di 14 -

Gino e Michele (ovvero Gino Vignali e Michele Mozzati) alla conferenza stampa di presentazione del festival Fuoricinema 2018

Pier Marco Tacca/Getty Images
5 di 14 -

Cristiana Capotondi alla conferenza stampa di presentazione del festival Fuoricinema 2018

Kika
6 di 14 -

L’attrice Cristiana Capotondi e la produttrice cinematografica e sceneggiatrice Cristiana Mainardi sono le ideatrici del festival Fuoricinema

Simone Comi
7 di 14 -

L'edizione Fuoricinema 2018 a City Life a Milano

Simone Comi
8 di 14 -

Al Fuoricinema 2018, l'incontro con il collettivo di videomaker satirici Terzo Segreto di Satira: «Il cinema è meglio di Youtube perché ci sono più soldi»

Simone Comi
9 di 14 -

Il pubblico durante uno degli incontri di Fuoricinema 2018. Il festival si è tenuto a City Life, Milano, dal 14 al 16 settembre

Simone Comi
10 di 14 -

Il pubblico durante uno degli incontri di Fuoricinema 2018

Simone Comi
11 di 14 -

Sul palco di Fuoricinema 2018 con alcuni degli ospiti che hanno partecipato agli eventi in programma

Simone Comi
12 di 14 -

Sul palco di Fuoricinema 2018. Siamo a Milano, City Life

Simone Comi
13 di 14
Simone Comi
14 di 14

Fuoricinema ha portato il grande cinema all’aperto, con proiezioni in anteprima (fra cui BlacKkKlansman di Spike Lee, il divertente Gli Incredibili 2 e il primo episodio della serie tv Sharp Objects), incontri con i protagonisti dello spettacolo, della cultura e dell'informazione, street food (con tanti chioschi pieni di golosità e specialità regionali) e iniziative speciali. Insomma, una grande festa popolare in cui il pubblico ha potuto avvicinare gli artisti, gli attori e i registi e condividere con semplicità l'amore per il cinema e la cultura. 

→ Fuoricinema, tanti eventi e film per tutti

Il tema al centro di questa edizione 2018 (la terza, infatti la prima edizione di Fuoricinema si è tenuta nel 2016) è stato: il tempo. Gli incontri diurni hanno lasciato spazio alle proiezioni notturne, culminate - nella giornata finale - con la visione di Una storia senza nome, l'ultimo lavoro del regista Roberto Andò (già acclamata all'ultima edizione del Festival del cinema di Venezia), con i bravi Micaela Ramazzotti e Alessandro Gassmann.

Fuoricinema è anche impegno sociale

Kermesse cinematografica ma non solo, abbiamo detto. E infatti uno degli scopi di Fuoricinema, anno dopo anno, è raccogliere fondi a favore di associazioni benefiche. A tal fine si avvale di collaborazioni con il mondo della moda, del food e del design.

Donna Moderna e il market place solidale

Grande successo per il market place proposto da Fuoricinema. Ospiti della manifestazione (e anche semplici curiosi) hanno potuto scegliere tra - e acquistare - molti oggetti di design e capi di moda griffata. Con i proventi del market place sarà realizzata, nel carcere di Bollate (Milano), una sala cinematografica destinata ai detenuti.

Simone Comi
1 di 9 -

Il market place: un’area del Fuoricinema in cui sono stati venduti per beneficienza capi e pezzi di design  e il cui raccolto andrà in beneficienza.

Tra i capi esposti in vendita anche la tuta firmata Marella che l'attrice Miriam Dalmazio ha indossato nel servizio di moda di Donna Moderna (in edicola nei giorni in cui si è tenuta la manifestazione)

Valmek
2 di 9 -

Miriam Dalmazio è l'attrice palermitana protagonista del servizio di moda di Donna Moderna in edicola il 12 settembre 2018 (il numero 39). È stata la madrina del festival Fuoricinema.

Nella foto indossa la tuta di crêpe satin Marella che è stata messa in vendita (anche in versione camicia e pantaloni) al market place solidale di Fuoricinema

3 di 9 -

Con i proventi del market place sarà realizzata, nel carcere di Bollate (Milano), una sala cinematografica destinata ai detenuti. Per info: fuoricinema.com

Valmek
4 di 9 -

La copertina di Donna Moderna in edicola il 12 settembre 2018 (numero 39). Protagonista: Miriam Dalmazio. L'attrice palermitana indossa la tuta di crêpe satin Marella che è stata messa in vendita presso il market place organizzato da Fuoricinema.

Con i proventi del market place sarà realizzata, nel carcere di Bollate (Milano), una sala cinematografica destinata ai detenuti.

Simone Comi
5 di 9 -

Il market place allestito nell'ambito di Fuoricinema 2018

Valmek
6 di 9 -

Fantasia rétro. I pois sono in continua evoluzione: mini e maxi, con colori a contrasto... Ma i più eleganti, che ricordano lo stile anni ’50, sono sempre quelli in bianco e nero. Tuta di crêpe satin Marella. Girocollo Pandora.

Modella d'eccezione per il servizio di moda di Donna Moderna in edicola il 12 settembre 2018 (il numero 39): l'attrice palermitana Miriam Dalmazio. Che è stata anche la madrina del festival Fuoricinema edizione 2018.

Simone Comi
7 di 9 -

Il market place di Fuoricinema 2018 visto dall'alto

Simone Comi
8 di 9 -

I visitatori all'interno del market place di Fuoricinema 2018

Simone Comi
9 di 9 -

Lo stand di CasaFacile allestito all'interno del market place di Fuoricinema 2018

Tra i capi esposti in vendita Donna Moderna ha offerto la tuta firmata Marella (anche in versione camicia e pantaloni) che l'attrice palerminata Miriam Dalmazio - madrina del festival - ha indossato nello scatto di copertina di Donna Moderna in edicola il 12 settembre (il numero 39) e a pagina 70 del servizio fotografico contenuto nello stesso numero (guarda le foto nella gallery sopra).

Fuoricinema: la raccolta fondi prosegue

Ma non è finita qui. La raccolta fondi per realizzare la sala cinematografica Fuoricinema all’interno del Carcere di Bollate non si ferma. L’obiettivo della campagna è raggiungere 20.000 euro, contributo che servirà per acquistare materiale tecnico in modo da garantire agli spettatori in sala un’esperienza di visione e di ascolto all’altezza delle migliori sale cinematografiche.

Chiunque può partecipare! Qui trovi tutte le info.

Fuoricinema, tanti eventi e film per tutti

VEDI ANCHE

Fuoricinema, tanti eventi e film per tutti

Riproduzione riservata